NEWS

La Genesis G70 si prepara al debutto

20 luglio 2017

La Genesis, marca di lusso della Hyundai, sta sviluppando una rivale della BMW Serie 3, che dovrebbe debuttare entro fine 2017.

La Genesis G70 si prepara al debutto

UNA NUOVA MARCA - Ormai matura per il grande salto, nel 2016 la Hyundai ha annunciato una nuova marca di lusso, sulla scia dalle rivali giapponesi Toyota, Nissan e Honda che, ormai quasi trent’anni fa, fondarono Lexus, Infiniti e Acura. Si chiama Genesis e, almeno per ora, ha i mercati americano e cinese come primo obiettivo. La gamma conta attualmente due modelli, le berline Genesis G90 e G80, ma presto ce ne sarà anche un terzo. Le foto spia che abbiamo scattato in questi giorni sul circuito del Nürburgring non lasciano dubbi. La Genesis è ormai nelle fasi finali di sviluppo della G70, una berlina che per dimensioni e carattere dovrebbe andare a confrontarsi con la BMW Serie 3 e le sue rivali: Audi A4, Mercedes C e Alfa Romeo Giulia

FASI FINALI DELLO SVILUPPO - La Genesis G70 dovrebbe debuttare già entro la fine del 2017 per essere in vendita nella prima metà del 2018 e avrà un’impostazione piuttosto classica. Si tratta di una berlina a quattro porte con la coda, lunga circa 470-480 cm che, come dimostrano le immagini, sarà piuttosto diversa dalla concept che nel 2016 ne anticipava l’esistenza, la Genesis New York Concpet (qui sotto). Le camuffature dell'esemplare ripreso dai nostri fotografi sono ancota piuttosto pesanti, ma già si intravedono le proporzioni azzeccate del corpo vettura che non sfuggono alla regola del tetto basso e filante, del muso lungo con l’abitacolo arretrato e ben “aquattato” sulle ruote posteriori.

POSTERIORE E IBRIDA - Da un punto di vista tecnico la nuova Genesis G70 dovrebbe condividere ossatura e meccanica con la recente Kia Stinger. Quindi aspettiamoci la trazione posteriore (o integrale) e la disposizione longitudinale del motore anteriore (in puro stile BMW) con una geometria delle sospensioni raffinata per favorire la guidabilità. La G70 dovrebbe portare in produzione il sistema di propulsione ibrido visto sulla Genesis New York Concpet, che potrà contare su un motore 2.0 quattro cilindri turbo abbinato ad un motore elettrico e ad un cambio automatico a 8 rapporto. Possibile anche l’adozione del recente 3.3 V6 bi-turbo a benzina con 370 CV e coppia di 510 Nm per la versione più sportiva. Se la Hyundai dovesse decidere di portare il marchio Genesis anche in Europa sarebbe necessario prevedere anche un motore diesel, che potrebbe essere lo stesso 4 cilindri 2.2 capace di 202 CV e 441 Nm che equipaggia la Kia Stinger.



Aggiungi un commento
Ritratto di Dirk
20 luglio 2017 - 21:26
La faranno station o verrà 'stritolata' pure questa dai soliti 'colossi mondiali dell'auto'?
Ritratto di Alfiere
20 luglio 2017 - 21:34
1
Ai coreani abbiamo riso dietro per anni, nel frattempo hanno messo su tecnologia e know how. Be gli sta ai tedeschi.
Ritratto di MaurizioSbrana
20 luglio 2017 - 22:25
1
Beh perché a noi italiani invece? Per toglierti clienti devi averli prima... e in quel settore clienti che comprano italiano sono pochi... anche perché poche, o uniche, sono le alternative
Ritratto di Dirk
20 luglio 2017 - 21:45
Ma i coreani fanno auto premium? A me non sembra. Ricordo a qualcuno che le prime tre posizioni a livello mondiale nelle premium sono tedesche (Mercedes, BMW e Audi). Anche qui fatti non chiacchiere fatte al bar da... 'Sergio & Matteo'.
Ritratto di Ercole1994
20 luglio 2017 - 22:51
E ti credo che la triade è prima nel mondo, visto che è stata continuativa con le generazioni delle loro auto. In Alfa, hanno avuto il periodo d'oro assoluto con la 156, salvo poi perdersi un po per strada con la 159, bellissima a livello estetico e di sospensioni, ma floppata sul piano motori GM. La Giulia è finalmente all'altezza, ma deve ancora farsi le ossa per quanto riguarda la percezione "premium" del marchio.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
21 luglio 2017 - 11:39
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di IloveDR
21 luglio 2017 - 11:51
4
credo che le buone intenzioni in AlfaRomeo ci sono, ma la perfezione si raggiunge col tempo e con l'esperienza...a mio parere un buon restyling della 159 sei/sette anni fa, avrebbe coperto negli ultimi anni il segmento D e sarebbe stata occasione per migliorare ulteriormente la qualità degli interni, ma l'AD Sergio preferisce avere la botte piena e la moglie ubriaca...
Ritratto di Dirk
21 luglio 2017 - 12:05
Concordo Fxx88. Se è veramente come scrive lei forse dovrebbero avere maggiore attenzione nella scelta dei materiali e una maggior cura nel loro assemblaggio. Non credo sia poi così difficile raggiungere certi standard di produzione.
Ritratto di Ercole1994
21 luglio 2017 - 13:52
A me sinceramente ha convinto come materiali e finiture. L'unica cosa che non mi piace, sono i portaoggetti "nudi" nelle portiere, ma per il resto la mia sensazione è stata molto buona. Ovvio che non siamo dinnanzi alla perfezione degli interni Audi o Mercedes, ma onestamente non è poi tanto diversa da una Serie 3.
Ritratto di Marcolino52
21 luglio 2017 - 07:16
Quanta disinformazione! Genesis e' stata auto dell'anno negli States gia' nel 2009!!! Guidata la versione 2015 : favolosa Il gruppo e' "mondiale" ed occupa la 4-5 posizione assoluta. Continua ad investire in cio' che conta veramente : confort sicurezza garanzia qualita'. Non per nulla Kia e' stato riconusciuto miglior marchio in assoluto per affidabilita'. Tecnici e designer ex Bmw Lamborghini Audi e Vw sono al lavoro per far fare un ulteriore passo in avanti bel ranking. Noi ci preoccupiamo del lettore CD...
Pagine