NEWS

In Germania le stazioni di servizio dovranno avere la ricarica per le elettriche

Pubblicato 06 giugno 2020

Il provvedimento del Governo contribuirà alla diffusione delle auto elettriche.

In Germania le stazioni di servizio dovranno avere la ricarica per le elettriche

SI FARÀ PER LEGGE - La Germania sta preparando il terreno per diventare leader dei veicoli a batteria. Al fine di consentire la ripresa del settore dell’auto, che ha dovuto affrontare la crisi causata dalla pandemia, il Governo tedesco ha infatti previsto fino a 9.000 euro di incentivo per l’acquisto di auto elettriche e ibride entro una soglia di costo di 40.000 euro (qui per saperne di più).

ANSIA DA AUTONOMIA - Congiuntamente a questa misura, e al fine di garantire una diffusione con criterio dell’auto elettrica, il governo tedesco ha dichiarato che obbligherà tutte le stazioni di servizio a installare colonnine di ricarica al fine di consentire anche ai possessori di auto a batteria di “fare il pieno”. Questa misura dovrebbe contribuire a scongiurare l’ansia da autonomia, che spesso ha contribuito in maniera determinante a tenere lontani i più scettici. I legislatori inoltre pensano che possa essere un’occasione per incrementare la quota di mercato delle EV e delle ibride, che lo scorso anno era rispettivamente pari all’1,8 e al 6,6%.

MASSA CRITICA - Secondo la BDEW, l'associazione tedesca per l'industria dell'energia e dell'acqua, a marzo 2020 la Germania disponeva di 27.730 stazioni di ricarica per le auto elettriche. Sempre secondo l’associazione, al fine di far diventare le elettriche di massa, sono necessarie almeno 70.000 stazioni di ricarica, di cui 7.000 di tipo rapido.





Aggiungi un commento
Ritratto di marcoluga
8 giugno 2020 - 21:16
Il fatto è che la politica tra incentivi pagati dal popolo e divieti applicati al popolo, imporrà l’elettrico. Non c’entra la moda, tantomeno le leggi di mercato che la politica sta cercando di stravolgere. Il popolazzo può solo provare a cambiare la classe dirigente nelle urne.
Ritratto di Giuliopedrali
8 giugno 2020 - 10:07
Nella mia via lunga 300 metri già due hanno comprato Tesla, e il bello è che tornando alle auto che si vendono e no, anche tra le auto da rapper, gangster o insomma da ricchi, basti guardare al successo di Tesla, al fallimento di Hummer, il quasi fallimento di McLaren e Aston (stupende davvero le Aston) e Bentey che dismetterà la stratosferica Mulsanne perchè ne vende quasi zero e anche Audi Mercedes, BMW non è che facciano affari ormai con le loro berline, Tesla invece.
Ritratto di studio75
10 giugno 2020 - 09:00
5
Tesla sarebbe fallita da tempo visti i suoi bilanci in rosso pluriennali. La bolla in borsa la spinge ancora e forse (non c'è mai niente di sicuro) ce la farà a presentare un bilancio positivo e sopravvivere al mercato.
Ritratto di Giuliopedrali
8 giugno 2020 - 12:27
Per parlare di elettriche, meglio guardare l'articolo sulle vendite europee di ieri di Carsalebase e poi meglio star zitti.
Ritratto di alvolval1
8 giugno 2020 - 12:45
E' ciò che dovremmo fare anche noi, ma noi siamo solo dei chiacchieroni.Per incentivare la mobilità elettrica (anche quella plug-in) oltre agli incentivi servono le stazioni di ricarica su superstrade, autostrade e strade extraurbane in genere; compriamo le macchine elettriche per caricarle a casa e poi andare a fare la spesa senza poterci viaggiare? E gli stranieri verranno in Italia con le macchine elettriche se non possono caricarle in viaggio? Rifletta chi si interessa (soprattutto i politici) di ecologia o di turismo.
Ritratto di marcoluga
8 giugno 2020 - 21:26
In Italia quanti abitanti hanno la possibilità di caricare l’auto a casa? Questa risposta è decisiva. La moda può entrare in gioco per far cadere la scelta tra due prodotti tra loro comparabili nel garantire i bisogni di base.
Ritratto di alvolval1
9 giugno 2020 - 12:33
Le stazioni di ricarica in città nessuno le mette in discussione perché pochi hanno il garage o un box per installare una ricarica. Per la diffusione delle macchine elettriche però servono anche le stazioni sulle strade extraurbane. Perché altrimenti le troviamo per benzina, gasolio, etc? perché sono necessarie; non si può pensare di fare rifornimento solo in città. E in viaggio?
Ritratto di Giuliopedrali
8 giugno 2020 - 17:51
La verità è che poi tutti i benzinai si attrezzeranno per l'elettrico spontaneamente: business is business.
Ritratto di marcoluga
8 giugno 2020 - 21:20
Della serie aspetto che la gente si compri la EV prima di essere in grado di caricarla e poi capisco che mi farò i soldi fornendogli l’energia. LOL Idea geniale, da grande imprenditore.
Ritratto di Giuliopedrali
9 giugno 2020 - 09:27
Eppure in Cina anni fa perfino gli edicolanti ti fornivano l'energia se avevi un monopattino o un motorino elettrico, anche abusivamente, vedevano che il business era quello più che vendere giornali, anche a Venezia le edicole vendono solo souvenir.
Pagine