NEWS

In Germania le stazioni di servizio dovranno avere la ricarica per le elettriche

Pubblicato 06 giugno 2020

Il provvedimento del Governo contribuirà alla diffusione delle auto elettriche.

In Germania le stazioni di servizio dovranno avere la ricarica per le elettriche

SI FARÀ PER LEGGE - La Germania sta preparando il terreno per diventare leader dei veicoli a batteria. Al fine di consentire la ripresa del settore dell’auto, che ha dovuto affrontare la crisi causata dalla pandemia, il Governo tedesco ha infatti previsto fino a 9.000 euro di incentivo per l’acquisto di auto elettriche e ibride entro una soglia di costo di 40.000 euro (qui per saperne di più).

ANSIA DA AUTONOMIA - Congiuntamente a questa misura, e al fine di garantire una diffusione con criterio dell’auto elettrica, il governo tedesco ha dichiarato che obbligherà tutte le stazioni di servizio a installare colonnine di ricarica al fine di consentire anche ai possessori di auto a batteria di “fare il pieno”. Questa misura dovrebbe contribuire a scongiurare l’ansia da autonomia, che spesso ha contribuito in maniera determinante a tenere lontani i più scettici. I legislatori inoltre pensano che possa essere un’occasione per incrementare la quota di mercato delle EV e delle ibride, che lo scorso anno era rispettivamente pari all’1,8 e al 6,6%.

MASSA CRITICA - Secondo la BDEW, l'associazione tedesca per l'industria dell'energia e dell'acqua, a marzo 2020 la Germania disponeva di 27.730 stazioni di ricarica per le auto elettriche. Sempre secondo l’associazione, al fine di far diventare le elettriche di massa, sono necessarie almeno 70.000 stazioni di ricarica, di cui 7.000 di tipo rapido.





Aggiungi un commento
Ritratto di studio75
7 giugno 2020 - 08:24
5
Se lo possono permettere di investire miliardi in queste colonnine. Anche se prevedo che, tra cinque anni o poco più, le dovranno sostituire perchè si sarà sviluppata una tecnologia (eletrica/idrogeno/altro?) più efficiente.
Ritratto di Mbutu
7 giugno 2020 - 11:51
Questo è un problema che attanaglierà tutta la tecnologia visto che i ritmi di sviluppo sono e saranno sempre più rapidi.
Ritratto di Almeron771
7 giugno 2020 - 08:39
Mentre tutta l'Europa incentiva l'elettrico e le colonnine, in Italia stiamo facendo un bonus rottamazione per auto con motore a combustione interna, non solo rimanendo indietro, ma facendo comperare agli Italiani auto che probabilmente tra qualche anno avranno fortissime limitazioni alla circolazione.Purtroppo......in molti abbagliati dal bonus rottamazione compreranno delle auto a combustione interna.....e restiamo sempre il fanalino di coda dell'europa...altro che rilancio.
Ritratto di studio75
7 giugno 2020 - 09:12
5
Gli incentivi all'elettrico mi sembra che ci siano già e sono stati mantenuti. Quelli per l'endotermico si sono solo aggiunti ed hanno fatto bene perchè solo così possono sostenere il vero mercato dell'auto in Italia e non lo 0,...% del mercato elettrico.
Ritratto di Giuliopedrali
7 giugno 2020 - 09:39
Mi sembrava di aver letto che in Gran bretagna in realtà già c'era un numero di colonnine elettriche pari alle pompe di benzina, invece in Germania fanno una legge, vuol dire che VW ha i suoi lobbisti nel governo federale, comunque poi farà tutto il mercato e non c'è scampo per chi non si aggiorna.
Ritratto di marcoluga
7 giugno 2020 - 15:32
Ci sei arrivato, bravo...
Ritratto di v8sound
7 giugno 2020 - 11:04
Non ho mai creduto alle rivoluzioni per decreto. Spero almeno che per le stazioni di rifornimento siano previsti dei bonus per rientrare della spesa sostenuta x l'installazione della colonnina, adeguamento impianto e maggiori costi fissi, e/o gli sia riconosciuto congruo compenso sui proventi delle ricariche. Sul tema ecosostenibilità è il solito discorso, dipende da come verrà prodotto il plus di energia necessario per le EV, che è percentualmente irrilevante fintanto che lo sono le EV stesse tra il parco circolante, crescendo poi in proporzione. Da noi l'intero parco circolante EV comporterebbe un buon + 35 /40% in più di energia, senza considerare il traffico pesante. Ma ritengo che molti rimarranno delusi dalla rivoluzione elettrica, costruttori in primis... perché di rivoluzione si tratta, o no?
Ritratto di Giuliopedrali
7 giugno 2020 - 11:55
Non credo per il semplice motivo che volenti o nolenti durante questi anni 20 uno (magari ancora pochi, oggi da noi sono un 4%) acquista elettrico, poi credo proprio che non torni al termico neanche per sogno, non per una ragione razionale, di costi, per abitudine, moda, non so come chiamarla, se uno nel vostro condominio ha un elettrica voglio vedere gli altri condomini poi a spacciare per nuova o ultima novità la Renegade che acquistano dopo...
Ritratto di v8sound
7 giugno 2020 - 12:18
A parte che le EV rappresentano l' 1,6 % su base annua, forse meno, certamente non il 4%, io credo di si invece, l'EV non è l'auto che sostituisce il cavallo ma è semplicemente un'auto alimentata diversamente. Non c'è alcuna moda, c'è tanta fuffa, tanta propaganda, ma moda proprio no. Le persone sane di mente e non affette di complessi inferiorità, in genere non si pongono il problema che la loro auto deve essere l'ultimo ritrovato tecnologico, migliore di quella del vicino. A me personalmente delle auto elettriche non frega niente, zero assoluto. Preferisco le ibride, meglio se plug-in, per tutta una serie di motivi. Ti sei messo in testa tu questa questione della moda EV, ma in realtà è solo fuffa.
Ritratto di Giuliopedrali
7 giugno 2020 - 12:52
Fuffa = moda. Cioè una volta qualcuno provava ad andare in giro con la Volvo 240 berlina: no, quindi un modello solo per gli svedesi, però la 240 SW ha avuto un successo enorme da noi anzi poi è stata creata la versione Polar solo per noi e sta 240 SW ha diffuso decenni fa la moda delle SW, poco prima auto per imbianchini, bene c'era qualche differenza razionale tra 240 berlina e 240 SW, no: stesse dimensioni enormi per noi, stessi consumi, prezzi etc, quella è la moda: vista una tutti come oche seguono.
Pagine