NEWS

Great Wall, in arrivo la H6

10 giugno 2013

Il marchio cinese è in salute e ci sono piani di sbarco negli USA nel 2015. In Italia intanto, sta per arrivare il crossover H6.

Great Wall, in arrivo la H6
DALLA CINA ALL’AMERICA - La Great Wall, il più grande produttore privato di automobili cinese, è un marchio in forte crescita con piani di espansione a lungo termine anche al di fuori dei confini nazionali. Ha chiuso il 2012 con ricavi pari a 5,4 miliardi di euro ed un profitto di oltre 700 milioni di euro, un aumento rispetto all’anno precedente del 62 e del 43%. Nel primo quadrimestre del 2013 ha venduto più di 180.000 vetture (+38%) e conta di chiudere l’anno con 800.000 immatricolazioni, 130.000 delle quali destinate al mercato estero. È notizia recente l’intenzione della Great Wall di sbarcare negli Stati Uniti nel 2015, un paese particolarmente attento agli standard di sicurezza, a dimostrazione che il produttore cinese ripone la massima fiducia nelle proprie potenzialità.
 
 
LA H6 IN ARRIVO - In Italia, la gamma della Great Wall si compone della piccola Voleex C20R e del pick-up Steed 5. A breve debutterà la Great Wall H6 (nelle foto), erede della Hover 5, crossover presentata ad aprile al salone di Shangai e già commercializzata in Cina con il marchio Haval. Lunga 464 cm, larga 182,5 cm e alta 174,5 cm, la Great Wall H6 ha un passo di 268 cm e una capacità del bagagliaio compresa fra gli 808 e i 2010 litri a pieno carico. Dunque sarà una concorrente delle varie Ford Kuga, Honda CR-V e Toyota Rav 4. Inizialmente arriverà nel nostro paese con un 2.0 turbodiesel da 150 CV, che nel corso del prossimo anno potrebbe essere affiancato da un 1.5 turbo a benzina di pari potenza (la coppia massima però è di 210 Nm contro i 310 Nm della versione a gasolio).
Great Wall H6
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
23
11
18
25
37
VOTO MEDIO
2,6
2.63158
114


Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
12 giugno 2013 - 01:58
Ah, ma tu addirittura ti riferivi ai modelli, non alle piattaforme? Beh so gusti. Comunque tra il GW e il Tata Aria meglio quest'ultimo, almeno la Tata ha esperienza nel settore, non è una casa alla cinese.
Ritratto di 911 Carrera
12 giugno 2013 - 12:57
grazie x la spiegazione, comunque sembrano uguali i 3 Voyager, sia quello del '99, che l' americano, e il Lancia. Si, l' Aria, x quanto indiano, mi ispira + fiducia, poi sei sicuro di trovare i ricambi, il 2200 dicor lo montano già da un po di anni. Ciao.....p.s. Pensa che nel 2007 trovai un Safari 2000 cc Tdi 87 cv full optional nuovo a 18.000 e., conto + 21.000 di listino, ma i 10,6 km x l. mi sembrarono troppo ottimistici, se era benzina , mettevo il GPL , ma diesel. Ecco, questa G.W. offre il GPL, unica alimentazione possibile x questi veicoli, specie se si usano + in città.
Ritratto di fabio80
24 luglio 2013 - 09:17
gli avessero attaccato il marchio WW saresti corso a comprarla
Ritratto di Fr4ncesco
10 giugno 2013 - 23:19
Cosa c'entra la linea coi pianali? Cosa significa pianale vecchio? Quello della Voyager è del 2007 e lo usa guarda un po' anche la Volkswagen per la monovolume nordamericana. Quella del Freemont è del 2005 e nel corso degli anni ha subito aggiornamenti vari. Ben saprai che i pianali non si cambiano come le mutande, un pianale può anche essere usato per 10-15 anni. I gusti estetici poi sono personali, a me ad esempio cineserie varie non mi garbano. (ho commentato così perchè gli altri non permetteva di postarli)
Ritratto di Limousine
11 giugno 2013 - 14:39
Nel complesso, il design di quest'auto - pur non proprio al top per originalità - è piacevole. Pure dentro. Il "problema", all'uopo, è sapere se - e quanto - è migliorata sotto il profilo qualitativo, della sicurezza e dell'affidabilità. Infatti - presumo - che se le Case cinesi investiranno per migliorare i parametri suddetti, incontreranno via via maggiori consensi pure fuori dalle mura domestiche, viceversa resteranno sempre un prodotto di nicchia per i pochi che non badano a nulla pur di non restare completamente a piedi. Suggerirei, inoltre, di equipaggiare la nuova H6 pure con propulsori a gasolio, in quanto i benzina - da noi - sono sempre meno appetiti.
Ritratto di marcoBS62
2 ottobre 2014 - 22:36
Molta saggezza in affermazioni abbastanza scontate ma non per questo prive di raziocinio, ti è sfuggito forse che da anni la GW ha a listino il pick up steed 5 con motorizzazione a Gasolio e che questa H6 ne condivide il propulsore ( con qualche modifica alla parte elettronico-gestionale) peraltro non paghi stanno comunque per importare ANCHE la versione Bifuel . Ti posso garantire avendo avuto modelli di 5 anni fa e modelli nuovi che la differenza esiste e la crescita qualitativa è avvenuta in modo esponenziale Manca il fascino delle tedesche, la comodità di alcune ammiraglie francesi, la generosità di alcuni propulsori europei ( il tutto in gamma medio alta ovviamente) ma vi è molta molta più sostanza che apparenza e l'apparenza resta sempre anonima e mix più o meno scopiazzato non sempre ben miscelato ma tutto sommato neppur troppo sgradevole e i prezzi sono ancora troppo concorrenziali per poter essere una idea da scartare a priori il possederne una....solo tanta rabbia per il fatto che vengano prodotte in Bulgaria e non in Italia ove forse avremmo più bisogno di lavoro e di investimenti che di auto.
Ritratto di SaverioS
11 giugno 2013 - 20:08
Il "massimo" della bellezza, ma se hanno "migliorato" i materiali degli interni ( che nelle foto di Al Volante non si riesce a vederli per niente ! gli interni..) e non faranno come per quanche altro marchio Koreano o Indiano che con la "scusa" del "gusto Europeo" si sono portati a costi di vendita tipo i soliti marchi più blasonati..... se, rimane sotto la soglia dei 16.000 EURI!!! un pensierino in questa Italia "disastrata" i potenziali clienti, la potrebbero anche fare.... alla faccia di Marpionne che "ricicla" vecchie auto FATTE DA ALTRI...
Ritratto di Limousine
13 giugno 2013 - 21:12
Se vuoi vedere le foto dell'abitacolo di questa nuova H6, ti suggerisco di visitare il sito della Casa cinese (ovviamente, NON quello dell'importatore italiano) al seguente indirizzo: http://www.gwm.com.cn/en/ Potrai farti un'idea complessiva dell'intero veicolo. Ciao.
Ritratto di porsche 356
13 giugno 2013 - 13:12
Non ne posso più dei cinesi, sono la rovina delle nostre aziende di tutti i settori. Boicottiamo il più possibile dove possiamo e ci accorgiamo che sono prodotti cinesi. Poi ognuno farà il "mea culpa ".
Ritratto di 911 Carrera
13 giugno 2013 - 23:30
A patto che boicottiamo anche le FIAT polacche, e tutte le altre. praticamente andiamo in BICi, rigorosamente con telaio italiano, e cambio Campagnolo. (anche se quasi tutte montano il cambio Schimano, tho, orientale anche LUI).
Pagine