NEWS

Le Great Wall “made in Bulgaria”

22 luglio 2013

La casa cinese sta per avviare la produzione del suv H6 e del pick-up Steed 5 in un nuovo stabilimento in Bulgaria.

Le Great Wall “made in Bulgaria”
PRODUZIONE EUROPEA - La Cina è sempre più vicina. Praticamente in Bulgaria, Unione Europea. Parafrasando il famoso film si potrebbe sintetizzare così la notizia che dall’autunno la cinese Great Wall produrrà la sua suv H6 e il pick-up Great Wall Steed 5 anche in Bulgaria, negli stabilimenti di Bahovitsa, nella provincia di Lovech, a 150 chilometri di Sofia nella Bulgaria centro settentrionale, gestito dalla società bulgara Litex Motors. La Litex Motors è attiva dall’anno scorso, ma ora è in fase di completamento il nuovo grande stabilimento da 50 ettari di superficie, potenzialità produttiva di 50 mila veicoli all’anno, e c’è molta attesa per i veicoli che usciranno dal nuovo impianto. 
 
 
NON PER TUTTI I PAESI - Finora la Great Wall ha venduto in Italia circa 9 mila veicoli, tra suv e pick-up. Tutti questi veicoli erano prodotti in Cina; la novità è che presto le Great Wall saranno prodotte nell’Unione Europea, appunto in Bulgaria, destinate a parecchi mercati europei, tra cui l’Italia. Questi i paesi in cui è prevista l’importazione delle Great Wall “made in Bulgaria”: Austria, Polonia, Turchia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Croazia, Slovenia, Romania, Bosnia,
Montenegro, Serbia, Macedonia, Albania e Grecia.
 
 
OBIETTIVO QUALITÀ - Bisogna dire che la Great Wall si muove con molta cautela, in quanto pur con uno stabilimento di 50 ettari e con potenzialità produttiva di 50 mila veicoli, ha dichiarato che nella fase iniziale punta ad arrivare a 5.000 auto prodotte in un anno. A dirigere l’impianto ci sono tecnici inglesi e il ciclo produttivo è organizzato per realizzare un buon livello qualitativo. Il nuovo suv Great Wall H6 (foto qui sopra) sarà disponibile dal prossimo ottobre.
Aggiungi un commento
22 luglio 2013 - 20:19
Un occasione persa per Dr. Infondo la Litex assembla veicoli in kit provenienti dalla cina, cosa che fa anche Dr, ma molto più limitatamente, quando invece poteva produrre modelli Chery per il mercato europeo.
Ritratto di clips12
22 luglio 2013 - 21:35
Brava Great Wall, pensa in grande, ma al tempo stesso tiene i piedi per terra, in teoria ottima strategia di penetrazione in europa, sicuramente la qualità di assemblaggio sarà migliorata e credo anche mantenendo i prezzi bassi.
Ritratto di Jinzo
23 luglio 2013 - 01:30
insieme ad un ex amministratore della mercedes hanno fatto si che si producesse la great wall in bulgaria.. ma è già piu di un anno che lo fanno..un bulgaro guadagna 250-300 euro al mese quindi se ne vendono 10-15mila unità annue hanno da pagare dipendenti e tasse.. il resto mancia
Ritratto di sdrino
23 luglio 2013 - 13:58
Visto che ho legami personali con la Bulgaria, sono contento che la Great Wall abbia impiantato lo stabilimento. Già dal 2009 a Sofia avevo visto un'auto promozionale "made in Bulgaria", e una fabbrica del genere porta anche altre centinaia (forse qualche migliaio) di posti di lavoro nell'indotto, perché non si limitano ad assemblare, ma diverse parti di carrozzeria e componentistica vengono prodotte in Bulgaria. Visto che hanno una crisi con disoccupazione ben peggiore della nostra, ci voleva un impianto produttivo del genere per iniziare a smuovere l'economia. Tra l'altro, come ha detto Jinzo, gli stipendi sono bassi, 250-300 euro li prende un'infermiere. Un mio amico bulgaro ha comprato di recente la Voleex e l'ha pagata 15000 leva (7500 euro). Il mondo sta iniziando ad andare a rovescio, prima erano gli europei ad impiantare in Cina perché costava meno, ora sono i cinesi ad impiantare in Europa... Cominciamo ad imparare il mandarino, che tanto è la lingua più parlata al mondo. :D
Ritratto di giogrinta
4 novembre 2014 - 21:13
per come hanno assemblato la mia steed5 300 euro al mese sono rubati
Ritratto di giogrinta
4 novembre 2014 - 21:14
per come hanno assemblato la mia steed5 300 euro al mese sono rubati
Ritratto di turiadur
23 luglio 2013 - 16:06
mo pure i cinesi delocalizzano !!!!! tra qualche anno ci saranno produttori cinesi che diranno "mah mi conviene delocalizzare in qualche paese del terzo mondo, mi costa meno la manodopera che qui, mi hanno parlato dell'Italia, che dite, ci penso???
Ritratto di rebatour
23 luglio 2013 - 17:21
che farà?
Ritratto di lorenz23
23 luglio 2013 - 19:01
puoi anche pensare alla qualità ma finche metti la scritta ABS+EBD sulle auto come se fosse una invenzione nuova il problema è un altro.......più che la qualità ci vuole ricerca e utilizzare le tecnologie più avanzate per competere e senza mettere un prezzo basso basta mettere un prezzo concorrenziale ma dando al cliente un prodotto innovativo o quanto meno al passo con i tempi
Ritratto di maparu
24 luglio 2013 - 21:26
Notizie inutili per i frequentatori dei Forum Al Volante....meglio Italy vs. Germany, come al solito
Pagine