Le Great Wall “made in Bulgaria”

La casa cinese sta per avviare la produzione del suv H6 e del pick-up Steed 5 in un nuovo stabilimento in Bulgaria.
PRODUZIONE EUROPEA - La Cina è sempre più vicina. Praticamente in Bulgaria, Unione Europea. Parafrasando il famoso film si potrebbe sintetizzare così la notizia che dall’autunno la cinese Great Wall produrrà la sua suv H6 e il pick-up Great Wall Steed 5 anche in Bulgaria, negli stabilimenti di Bahovitsa, nella provincia di Lovech, a 150 chilometri di Sofia nella Bulgaria centro settentrionale, gestito dalla società bulgara Litex Motors. La Litex Motors è attiva dall’anno scorso, ma ora è in fase di completamento il nuovo grande stabilimento da 50 ettari di superficie, potenzialità produttiva di 50 mila veicoli all’anno, e c’è molta attesa per i veicoli che usciranno dal nuovo impianto. 
 
 
NON PER TUTTI I PAESI - Finora la Great Wall ha venduto in Italia circa 9 mila veicoli, tra suv e pick-up. Tutti questi veicoli erano prodotti in Cina; la novità è che presto le Great Wall saranno prodotte nell’Unione Europea, appunto in Bulgaria, destinate a parecchi mercati europei, tra cui l’Italia. Questi i paesi in cui è prevista l’importazione delle Great Wall “made in Bulgaria”: Austria, Polonia, Turchia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Croazia, Slovenia, Romania, Bosnia,
Montenegro, Serbia, Macedonia, Albania e Grecia.
 
 
OBIETTIVO QUALITÀ - Bisogna dire che la Great Wall si muove con molta cautela, in quanto pur con uno stabilimento di 50 ettari e con potenzialità produttiva di 50 mila veicoli, ha dichiarato che nella fase iniziale punta ad arrivare a 5.000 auto prodotte in un anno. A dirigere l’impianto ci sono tecnici inglesi e il ciclo produttivo è organizzato per realizzare un buon livello qualitativo. Il nuovo suv Great Wall H6 (foto qui sopra) sarà disponibile dal prossimo ottobre.


Leggi l'articolo su alVolante.it