NEWS

Green Pass e viaggi: i comportamenti da seguire secondo il nuovo decreto

Pubblicato 21 settembre 2021

Tutti i lavoratori pubblici e privati dovranno essere in possesso di Green Pass. Per i trasporti le regole non cambiano: in auto con persone non conviventi ci vogliono ancora distanza e mascherina.

Green Pass e viaggi: i comportamenti da seguire secondo il nuovo decreto

DA 15 OTTOBRE - A partire dal 15 ottobre 2021, secondo quanto stabilito dal Governo, diventa obbligatorio essere in possesso del Green Pass per i lavoratori pubblici e privati. Una decisione che, inevitabilmente, ha scatenato non poche polemiche, ma volta a poter gestire la propria quotidianità in sicurezza. Essere a conoscenza di cosa prevede il provvedimento è quindi fondamentale per potersi muovere senza il rischio di andare incontro a sanzioni. 

VIAGGI IN AUTO: COSA PREVEDE IL DECRETO - Non sono previste variazioni nelle regole da rispettare per quanto riguarda i viaggi in auto. Se gli spostamenti coinvolgono persone che vivono sotto lo stesso tetto, infatti, non sono previste limitazioni al numero di passeggeri a bordo, né è richiesta la mascherina. Ben diversa è invece la situazione tra persone non conviventi, anche se parenti. In questo caso, infatti, sul sedile anteriore può sedere esclusivamente chi è al volante. Sul sedile posteriore, invece, i passeggeri devono mettersi ai lati e devono indossare per tutto il tempo il dispositivo di protezione. Non è necessario avere la mascherina solo se è presente un divisorio tra le due file di sedili e solo se sulla fila posteriore c’è un solo passeggero.
Cosa accade invece in caso di taxi e Noleggio con Conducente? Al fianco del guidatore non è possibile sedersi. Sul sedile posteriore, invece, possono trovare posto due persone, che devono indossare sempre la mascherina. 

VIAGGI NEI MEZZI PUBBLICI - Al momento l’obbligo di Green Pass non è previsto per i mezzi pubblici, ovvero autobus, tram e metropolitana, utilizzati quotidianamente da milioni di persone per raggiungere il proprio posto di lavoro o di studio. Anche in questo caso, però, ci sono regole ben definite da rispettare. A bordo la capienza non deve superare l’80%. Ai tornelli sono installati dei sistemi di accesso, pensati proprio per evitare che il numero di persone possa essere superiore a quanto consentito. È altrettanto importante essere scrupolosi nei propri comportamenti. Chi dovesse avvertire sintomi simili a quelli dell’influenza, infatti, dovrebbe evitare di viaggiare su mezzi in cui può entrare in contatto con persone estranee. È inoltre consigliabile acquistare i biglietti in formato elettronico, on-line o tramite app. Tutti gli utenti dovrebbero, se possibile, rispettare la distanza di sicurezza di almeno un metro dagli altri passeggeri, principio valido anche all’ingresso e all’uscita dai mezzi. Se questo non è possibile, si deve indossare una mascherina chirurgica o un dispositivo di protezione individuale di livello superiore. A bordo viene indicato in maniera chiara dove è possibile sedersi proprio per rispettare la distanza di sicurezza. I bambini sotto i sei anni sono esentati dall’utilizzo della mascherina, così come le persone con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina e chi ha contatti con persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso delle mascherine quando, per interagire con esse, si trovino nella stessa situazione di incompatibilità. 





Aggiungi un commento
Ritratto di Veni Vidi Vici
22 settembre 2021 - 14:19
1
I numeri, sapendoli leggere, servono a chiarire la situazione ed il perché di certe (non tutte) decisioni. Lei li mette tutti alla stessa stregua e non comprende la differenza tra un’indagine scientifica/studio statistico ed una semplice decisione politica. Politica e scienza non possono andare a braccetto perché la prima cerca il compromesso e la seconda la prevenzione. Il compromesso preventivo non esiste e la prevenzione di compromesso è un eufemismo. Comprendo, purtroppo, che chi non abbia i “numeretti” sia messo nella condizione di biasimare chi, oltre a riportarli, cerchi di spiegarli in modo elementare. Ma si sa, a lavare la testa al mulo (noi) si perde acqua, tempo e sapone. Ed il mio ed il vostro tempo è più prezioso di queste quattro chicchiere da web.
Ritratto di offon
22 settembre 2021 - 14:48
@Veni Vidi Vici Probabilmente Lei ha un certo livello culturale che la porta a fare dei collegamenti complessi. Ma per le persone più normali tutti questi particolari e, come sento spesso chiamarli, *distinguo non ci appartengono. La persona semplice quando inizia ad annusare il gioco delle 3 carte dove quel tizio che aveva detto 70% poi diventato 95% è un politico e come tale potrebbe contare balle, mentre certi altri numeri li darebbero gli scienziahti e bisogna fidarsi su tutto quello che gira attorno a tali numeri perché la scienzah è unica, anche se poi in ogni nazione ognuno fa in maniera diversa alla faccia dell'univocità della scienzah. La persona semplice spesso tende a non crederci, semplicemente
Ritratto di dcc
23 settembre 2021 - 00:01
No solo perché forzato
Ritratto di THORO
21 settembre 2021 - 14:42
adesso tutti i lavoratori novax costretti a sottoporsi al tampone ogni 72 ore, facendone circa 6 al mese per una spesa di oltre 100 euro mensili, si faranno bucare le loro braccine rinunciando ai propri principi e vivendo il resto dei loro giorni da vaccinati e incoerenti. Pace alle anime loro
Ritratto di offon
21 settembre 2021 - 15:53
Se ne faranno una ragione. Tanto quando si tratta di soldi la coerenza se la possono e vogliono permettere in pochi. Non è che ai vaccinati che devono per esempio andare in studio televisivo a tanto bel pontificare sulla potenza del vaccino, quando gli dicono amico caro se non fai il tampone in studio non ci entri lo stesso anche da vaccinato, qualcuno di loro abbia mai puntato i pieducci e detto No io sono vaccinato, ho il greenpass da vaccino o mi fate entrare così o arrivederci e grazie. E non sono certo persone che, per i ruoli e i soldi che hanno, campano alla giornata che a quell'ospitata non potrebbero rinunciarci pur di non mettere sotto i piedi la coerenza, eppure
Ritratto di Roomy79
21 settembre 2021 - 20:38
1
Si aspetta e spera. Dal 15 blocchiamo tutto.
Ritratto di Volpe bianca
21 settembre 2021 - 14:51
Si lavora per essere pagati, non si paga per poter lavorare e nel paese dei diritti per tutti, vengono a decadere proprio quelli fondamentali. Il colore di questo green pass con il passare del tempo mi pare che tenda sempre più al marrone...
Ritratto di marcoveneto
22 settembre 2021 - 10:01
Bravo Volpe Bianca, approvo...
Ritratto di Volpe bianca
22 settembre 2021 - 10:23
@marcoveneto, grazie :) questo marronepass c'è solo qui da noi con queste modalità. Dicono che la vaccinazione è libera, non è obbligatoria, e poi si vendicano con quelli che non si vaccinano.... Sono più puerili dei bambini. Che tristezza... Dimostrano di non sapere niente di niente del mondo del lavoro. Pensano che se in un'azienda sospendi 5-10 lavoratori con 20-30 anni di esperienza, li puoi sostituire così con il primo che capita....che incompetenza..... E il "fu" partito dei lavoratori tace....tace e s'ingrassa a spese di chi si illude che esista ancora una classe politica dedita alla tutela dei diritti dei lavoratori. Qui da cittadini di uno stato democratico stiamo diventando i nuovi servi della gleba
Ritratto di Volpe bianca
22 settembre 2021 - 10:23
@marcoveneto, grazie :) questo marronepass c'è solo qui da noi con queste modalità. Dicono che la vaccinazione è libera, non è obbligatoria, e poi si vendicano con quelli che non si vaccinano.... Sono più puerili dei bambini. Che tristezza... Dimostrano di non sapere niente di niente del mondo del lavoro. Pensano che se in un'azienda sospendi 5-10 lavoratori con 20-30 anni di esperienza, li puoi sostituire così con il primo che capita....che incompetenza..... E il "fu" partito dei lavoratori tace....tace e s'ingrassa a spese di chi si illude che esista ancora una classe politica dedita alla tutela dei diritti dei lavoratori. Qui da cittadini di uno stato democratico stiamo diventando i nuovi servi della gleba
Pagine