NEWS

Green Pass e viaggi: i comportamenti da seguire secondo il nuovo decreto

Pubblicato 21 settembre 2021

Tutti i lavoratori pubblici e privati dovranno essere in possesso di Green Pass. Per i trasporti le regole non cambiano: in auto con persone non conviventi ci vogliono ancora distanza e mascherina.

Green Pass e viaggi: i comportamenti da seguire secondo il nuovo decreto

DA 15 OTTOBRE - A partire dal 15 ottobre 2021, secondo quanto stabilito dal Governo, diventa obbligatorio essere in possesso del Green Pass per i lavoratori pubblici e privati. Una decisione che, inevitabilmente, ha scatenato non poche polemiche, ma volta a poter gestire la propria quotidianità in sicurezza. Essere a conoscenza di cosa prevede il provvedimento è quindi fondamentale per potersi muovere senza il rischio di andare incontro a sanzioni. 

VIAGGI IN AUTO: COSA PREVEDE IL DECRETO - Non sono previste variazioni nelle regole da rispettare per quanto riguarda i viaggi in auto. Se gli spostamenti coinvolgono persone che vivono sotto lo stesso tetto, infatti, non sono previste limitazioni al numero di passeggeri a bordo, né è richiesta la mascherina. Ben diversa è invece la situazione tra persone non conviventi, anche se parenti. In questo caso, infatti, sul sedile anteriore può sedere esclusivamente chi è al volante. Sul sedile posteriore, invece, i passeggeri devono mettersi ai lati e devono indossare per tutto il tempo il dispositivo di protezione. Non è necessario avere la mascherina solo se è presente un divisorio tra le due file di sedili e solo se sulla fila posteriore c’è un solo passeggero.
Cosa accade invece in caso di taxi e Noleggio con Conducente? Al fianco del guidatore non è possibile sedersi. Sul sedile posteriore, invece, possono trovare posto due persone, che devono indossare sempre la mascherina. 

VIAGGI NEI MEZZI PUBBLICI - Al momento l’obbligo di Green Pass non è previsto per i mezzi pubblici, ovvero autobus, tram e metropolitana, utilizzati quotidianamente da milioni di persone per raggiungere il proprio posto di lavoro o di studio. Anche in questo caso, però, ci sono regole ben definite da rispettare. A bordo la capienza non deve superare l’80%. Ai tornelli sono installati dei sistemi di accesso, pensati proprio per evitare che il numero di persone possa essere superiore a quanto consentito. È altrettanto importante essere scrupolosi nei propri comportamenti. Chi dovesse avvertire sintomi simili a quelli dell’influenza, infatti, dovrebbe evitare di viaggiare su mezzi in cui può entrare in contatto con persone estranee. È inoltre consigliabile acquistare i biglietti in formato elettronico, on-line o tramite app. Tutti gli utenti dovrebbero, se possibile, rispettare la distanza di sicurezza di almeno un metro dagli altri passeggeri, principio valido anche all’ingresso e all’uscita dai mezzi. Se questo non è possibile, si deve indossare una mascherina chirurgica o un dispositivo di protezione individuale di livello superiore. A bordo viene indicato in maniera chiara dove è possibile sedersi proprio per rispettare la distanza di sicurezza. I bambini sotto i sei anni sono esentati dall’utilizzo della mascherina, così come le persone con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina e chi ha contatti con persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso delle mascherine quando, per interagire con esse, si trovino nella stessa situazione di incompatibilità. 





Aggiungi un commento
Ritratto di Road Runner Superbird
21 settembre 2021 - 18:40
Sarebbe stato più onesto renderlo obbligatorio come tanti altri vaccini, invece lo stato vuole rifilarsi da ogni responsabilità sugli effetti avversi. Del tipo che se non ti vaccini non puoi fare praticamente più niente, nemmeno accedere all'istruzione o lavorare; se ti vaccini e subisci effetti collaterali la responsabilità è tua che hai deciso di vaccinarti. Preciso che sono vaccinato ma non ho perso il senso critico di cittadino di un paese libero e tra i si vax e i no vax manca, o non ha la giusta visibilità, la moderazione.
Ritratto di Mbutu
22 settembre 2021 - 15:02
Sulla demenzialità di congiure, citazioni a caso della Costituzione e "bloccamenti" vari; su deliranti confronti con Svezia ed estate 2020; sulla ridicola contrapposizione tra tampone e vaccino "sperimentale" (ma ancora manca il genio che parli di terapia genica) è inutile tornarci. Tutta roba ampiamente dibattuta e smentita. Adesso gira anche questa storia dell'obbligatorietà evitata per non rispondere di eventuali danni. È facilmente verificabile che già alcuni anni fa, quindi prima del covid, la Corte Costituzionale (non montesano, salvini o la brigliadori) si è pronunciata estendendo la disciplina degli indennizzi per i vaccini obbligatori anche a quelli raccomandati.
Ritratto di offon
22 settembre 2021 - 16:02
Ottimo metodo. Facile e Sbrigativo. Svezia checcefrega. Israele checcefrega. Dati dell'Estate 2020 checcefrega. UK aperti checcefrega. Germania no vaccino ai minorenni checcefrega. Fine fase sperimentale vaccini, qualcuno si è ufficialmente smarcato, che rimane al 2023 checcefrega. Siamo gli unici con un gp così restrittivo checcefrega. emoji del pollice in su alla scientificità dell'approccio
Ritratto di Mbutu
23 settembre 2021 - 01:15
Vedi offon, io invito sempre a rileggere i commenti ed a comprenderne il testo prima di partire con i propri slogan. Perché a quanto pare risulta particolarmente difficile. Ed in nessuna parte del mio commento ho detto "checcefrega" a quanto tu rilevi. Piuttosto ho detto che sono tutti argomenti che sono stati affrontati (giustamente, sono dubbi che nascono lecitamente) e smontati nelle accezioni che anche tu sembri dare. E quindi non ci voglio tornare perché sarebbe una perdita di tempo: chi ancora lì cavalca tanto non verrà convinto da me (vedi volpe bianca qui sotto), ha deciso di trangugiarseli e tanto gli basta. Tra l'altro mai ho parlato di green pass in quanto affrontarne i pro e contro in questo contesto e con certi soggetti mi interessa relativamente. Davanti ad un argomento "nuovo" come l'obbligo vaccinale mi sono limitato, per chiunque avesse voglia di recepirlo, a riportare un fatto che smonta l'ennesima balla raccontata ad uso e consumo del ragliante popolo dei no-qualcosa.
Ritratto di Volpe bianca
23 settembre 2021 - 08:33
@Mbutu, era solo per dire che un paragone fatto tra due stati con dati certi su contagi, ricoveri, decessi e vaccinati ha molto più senso rispetto ad altri paragoni che sono stati fatti (non da te, da me o da altri qui, ma da scienziati e virologi) tra paesi o zone del mondo imparagonabili. Se è delirante un confronto Italia-Svezia, non saprei come definire paragoni tipo Usa-Sudamerica o India-Usa o Colombia-California se vogliamo citare un esempio tra stati...
Ritratto di Volpe bianca
22 settembre 2021 - 18:47
Quello con la Svezia è il confronto con uno stato membro della Comunità Europea non mi sembra ci sia niente di strano. A livello mondiale sono fatti paragoni di ogni tipo, questo non è certo il più strampalato. Fare il confronto tra gli Usa e il Brasile o gli altri paesi Sudamericani è delirante...anche perché non ci sono termini di paragone certi (in Sudamerica)
Ritratto di nafto
23 settembre 2021 - 08:14
Volpe non ti preoccupare, che la ruota gira per tutti. Aspetta che imporranno il cambio della valutazione catastale e aumenteranno le tasse sulle case, vedrai come molti si ricrederanno che forse era meglio quando si procedeva secondo le vetuste regole democratiche invece che a colpi di decreti e voti di fiducia da parte di chi non dovendo riscontrare nessun consenso legislativo se c'è da dare mazzate lo fa a testa bassa, e i partiti il massimo del perderci la faccia è farglielo fare dando l'appoggio pratico ma fingendo un po' di dissenso a random
Ritratto di Volpe bianca
23 settembre 2021 - 08:38
@nafto sì, è un'escalation preoccupante perché vuol dire che con la scusa più o meno giustificabile di un presunto stato d'emergenza, potranno decidere qualsiasi cosa. Come ho scritto anche a @marcoveneto, si sta passando da essere cittadini di un paese democratico a diventare i "nuovi servi della gleba" del terzo millennio. Ad ogni decisione chinare il capo e obbedire altrimenti resti senza lavoro, senza stipendio o senza qualcos'altro....
Ritratto di Asburgico
21 settembre 2021 - 19:14
Finita la storia del covid, inizieranno col clima, anni e anni in emergenza
Ritratto di AutoFun
22 settembre 2021 - 00:51
ancora co sta storia dei viaggi in sicurezza? il vaccino non protegge come dovrebbe...., è tutta una propaganda tper costringere la gente a vaccinarsi...
Pagine