NEWS

Il gruppo Renault Nissan ora è il primo al mondo

28 luglio 2017

I risultati del primo semestre del 2017 confermano che l'Alliance Renault-Nissan ha scavalcato Volkswagen e Toyota.

Il gruppo Renault Nissan ora è il primo al mondo

PREVISIONE AZZECCATA - Carlos Ghosn (qui sopra), capo dell’Alliance Renault-Nissan, l’aveva detto: “a metà 2017 saremo nº 1 al mondo”, e le statistiche relative al primo semestre dell’anno testimoniano l’esattezza della previsione. L’insieme delle marche di Renault e Nissan (comprendenti Dacia da una parte e Infiniti dall’altra), oltre alla russa AvtoVAZ e alla recente acquisizione Mitsubishi, totalizza appunto 5.269.069 veicoli venduti nel periodo. 

NON SOLO ACQUISIZIONI - A questo risultato ha certamente contribuito l’arrivo della Mitsubishi, ma non soltanto: Renault e Nissan assieme nei sei mesi da gennaio a giugno hanno registrato un incremento delle vendite pari al 7% (circa 345 mila veicoli) rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Ciò si evidenzia chiaramente se si considera che accorpando i risultati dell’Alliance Renault-Nissan con quelli della Mitsubishi del 2016, il risultato è di 9.661.347 unità vendute, contro i 10,3 milioni del gruppo Volkswagen e i 10,175 milioni della Toyota. Dunque, acquisizioni sì, ma soprattutto più vendite. Ciò mentre la Toyota (che non ha ancora diffuso i dati precisi delle sue vendite nel primo semestre 2017) ha affermato di avere avuto un andamento stabile, mentre la Volkswagen ha dichiarato una crescita dello 0,8% (39 mila auto in più).

GRANDE CRESCITA RENAULT - In seno all’Alliance Renault-Nissan, ad aver marcato la crescita maggiore nel primo semestre 2017 è stata la Renault (AvtoVAZ e Dacia comprese) con un incremento delle vendite pari al 10,4%, con 1.879.288 unità consegnate. Alla Nissan spetta la quota maggiore delle vendite, con 2.894.488 unità, con un aumento del 5,6%, maturato soprattutto sul mercato giapponese, in cui la casa è cresciuta del 22,9%. Quanto alla Mitsubishi ha apportato 494.303 unità consegnate, in aumento del 2,4% rispetto al primo semestre 2016. Secondo le previsioni, a fine anno, l’Alliance Renault-Nissan dovrebbe totalizzare 10,8 milioni di consegne.



Aggiungi un commento
Ritratto di DaveK1982
28 luglio 2017 - 12:32
7
Da un certo punto di vista era solo questione di tempo, è l'unico gruppo che va forte in tutti i continenti.
Ritratto di MAXTONE
28 luglio 2017 - 22:26
1
Più che altro il merito va all'acquisizione della Mitsubishi da parte di Nissan. Senza di essa non sarebbero arrivati a questo risultato. Poi hanno pure Dacia e LadaAvtoVAZ cioè marchi low cost dai grandi numeri, Lada ovviamente solo in patria ma almeno li vende di brutto. Idem per VW perché Skoda e Seat vendono un botto soprattutto la prima, semmai è da ammirare Toyota che con soli tre marchi (Hino produce veicoli commerciali solo per il mercato interno) e con Daihatsu ormai presente solo su alcuni mercati riesce a mantenersi saldamente in top 3.
Ritratto di twinturbo
28 luglio 2017 - 13:23
Era logico. In un'era automobilistica in cui la differenza la fanno i led, la retrocamera o aggeggi così, cosa avrebbe una Renault Talisman meno di una A4, entrambe sono trazione anteriore anche se poi della trazione posteriore non importa più a nessuno visto che per esempio la stessa Audi vende non certo meno di BMW e Mercedes, il diesel della Renault lo monta anche la Mercedes, e anzi la Francese ha anche quattro ruote sterzanti e forse più spazio pure se costando quasi certamente un certo meno. Le nobiltà di una volta che contraddistinguevano una Premium da una NonPremium ormai sono troppo ridotte e concentrare su aspetti facili da reperire e proporre non solo sulle generaliste ma anche sulle lowcost come per fare un esempio i led diurni la retrocamera per la retromarcia probabilmente ce li avrà anche la Stepway. E quindi i marchi generalisti che hanno capito come ottimizzare il rapporto fra il prezzo finale e questo tipo di contenuti poco legati all'universo della auto ma più alle new technology prenderanno sempre più piede, basta vedere quante Captur e Kadjar girano e invece quante poche Q2 e GLA
Ritratto di Fr4ncesco
28 luglio 2017 - 13:59
La differenza la da l'immagine del marchio associato all'esclusiva (esclusivo di ché poi, alcuni modelli premium sono plurideflazionati) anche se sono prodotti medio-bassi. Se non si bada alla "raffinatezza" del progetto chi è più furbo sceglie un modello generalista anziché uno over pezzato.
Ritratto di marian123
28 luglio 2017 - 14:34
Il problema sta nella qualità dei componenti perchè offrire il macchinone a prezzo vantaggioso (ma neanche tanto per la talisman) possono farlo tutti poi bisogna vedere come si comporta con il passare del tempo. Una laguna con più di 10 anni la butti allo sfascio per problemi di elettronica e usura generale maggiore nonchè valore nullo, l'a4 la vendi per export con 200 mila km e nei paesi dell'est ne fa altrettanti.
Ritratto di twinturbo
28 luglio 2017 - 15:15
Spero capirai dove ti vuole portare il mio seguente discorso che ora vado a fare. Se invece che la Renault Laguna o Talisman c'era la VW Passat o la Skoda Superb che al pari della Renault sono generaliste avresti detto lo stesso che dopo 10 anni e 200 mila km sono da buttare mentre con la Audi ci fai tranquillo altri 10 anni e 200 mila km? Cioè ovviamente ognuno sa delle sue personali esperienze e di quelle dei suoi conoscenti ma personalmente di berline medie Renault, Ford, Opel e Peugeot, giusto per dire alcune generaliste, con 400 km mila e del tutto ancora circolanti penso che se ne trovano a bizzeffe
Ritratto di marian123
28 luglio 2017 - 16:27
Il discorso era concentrato sulla renault e so di certo che almeno le precedenti generazioni avevano tante noie di natura elettronica che lasciavano a piedi spesso e volentieri. Che se ne trovano a bizzeffe (le berline francesi) ho qualche dubbio, 2 anni fa un mio parente ha dovuto rottamare una c5 del 2004 con 180mila km perchè non la voleva nessuno, neanche per mandarla nell'est. A me degli optional interessa poco, preferisco avere meno accessori ma più qualità e tenuta di valore senza ritrovarmi dopo 10 anni come un pollo con un'auto da buttare.
Ritratto di twinturbo
28 luglio 2017 - 17:11
Premesso che il discorso di anche eventualmente non riuscire a rivenderla che ora è sorto, non è sinonimo del discorso di partenza ossia che una generalista arrivata alla soglia dei 200 mila km sarebbe necessariamente al capolinea. Ribadisco che di conoscenti che hanno 'vecchie' Mondeo o Insigna e soprattutto visto che siamo in Italia di Croma, Lybra o 159 con ben oltre 200 mila km ne conosco. Comunque sia, appena fatta ricerca su autosc. e i prezzi per una C5 dal 2004 al 2005 vanno da 700 a 6.500 euro. Analoga ricerca per una Audi A4 berlina-sw, con potenze massime di 150kw per non andare fuori traccia, e prezzi da 1.000 a 11.500 euro. Mi sembra un quadro abbastanza diverso da 'una va non la vogliono nemmeno regalata' e 'l'altra la vendi a un prezzo esagerato'. Ciò a parte non ci vedo in generale un grande futuro di rientro d'investimento economico, da motivare la scelta di preferirla quando è nuova, quello relativo al valore a lungo termine per una qualsiasi auto, soprattutto fra le berline di tali categorie. Cioè è abbastanza risaputo che compri una panda a 10 mila euro e dopo 10 anni la rivendi mediamente e tranquillamente a 3 mila euro ossia per usarla 10 anni ci hai rimesso solo 7 mila euro, compri invece una berlina a 40 mila e dopo 10 anni ci riprendi se ti va bene solo 10 mila euro ossia ben 30 mila euro di spesa per un uso di 10 anni. Ripeto quindi che non mi sembra il migliore dei criteri di scelta, però è una mia idea
Ritratto di marian123
28 luglio 2017 - 17:43
Anche se vengono quotate quelle cifre bisogna vedere poi se riescono a venderle. Qualitativamente quella c5 era effettivamente inferiore rispetto alle opel o vw dello stesso segmento perchè si era degradata abbastanza (il sedile si è praticamente bruciato causa motorino regolazione andato in corto) oltre a tanti altri problemi che sono stati sistemati. Poi c'è anche il fattore della fortuna ma guardando le statistiche e rimanendo sul generico preferisco opel, ford, vw alle renault o citroen per quanto riguarda le grandi berline con tanta elettronica.
Ritratto di Arese78
28 luglio 2017 - 19:14
1
Twinturbo trovo i tuoi ragionamenti molto sensati e veritieri ... E anche io la penso come te .... Purtroppo invece è pieno di gente che non ragiona in merito e ti prende ancora in giro se non hai una Premium!
Pagine