NEWS

Gruppo Volkswagen: più elettriche di Tesla entro il 2025?

Pubblicato 16 febbraio 2021

Secondo gli analisti, il Gruppo Volkswagen è destinato a superare la casa americana nella vendita di auto elettriche. E non teme l’auto della Apple.

Gruppo Volkswagen: più elettriche di Tesla entro il 2025?

INIZIO PROMETTENTE - Il Gruppo Volkswagen ha profuso molte risorse nello sviluppo dell’auto elettrica. Investimenti a lungo termine che stanno già dando i loro frutti. E non è di certo un caso se la compatta Volkswagen ID.3, la prima auto a batteria costruita sulla specifica piattaforma MEB, sia risultata la terza elettrica più venduta in Europa (54.000  unità, qui per saperne di più) nonostante un lancio avvenuto nel mese di settembre 2020.

PREVISIONI DI CRESCITA - Performance che non hanno di certo stupido gli analisti, i quali prevedono che il Gruppo Volkswagen, entro i prossimi cinque anni, possa superare la Tesla e diventare così il più grande costruttore al mondo di auto a batteria. Secondo la società di analisi LMC, entro il 2025, la quota di mercato globale della Tesla dovrebbe scendere dall’attuale 20 al 10%. Congiuntamente viene prevista una crescita della quota del Gruppo Volkswagen dal 10 al 15%. La Tesla, dovendo far fronte a una sempre maggiore concorrenza, non solo del Gruppo tedesco, che oltre alla ID.3 potrà contare anche sulla suv ID.4, ma anche di BMW, Ford, Toyota e Mercedes, non sarà così dominante come adesso.
  
26 MILIONI IN 10 ANNI - Entro il 2030, il Gruppo Volkswagen prevede di aver costruito un totale di 26 milioni di auto elettriche in tutto il mondo, di cui 19 milioni basati sulla piattaforma MEB, e i restanti sette milioni sulla piattaforma PPE (Premium Platform Electric) ad alte prestazioni.

NON TEME LA APPLE - In questo mercato di auto elettriche in costante crescita non è escluso il debutto di alcune grandi aziende provenienti dal mondo dell’elettronica. Come ad esempio ad Apple, il cui progetto di progettazione di un’auto sembra proseguire, che ora sta cercando a chi affidare la produzione (tra i papabili Hyundai-Kia, Magna e Foxconn). Secondo il ceo del Gruppo Volkswagen, Herbert Diess, l’approdo della Apple è piuttosto logico, poiché la compagnia di Cupertino, oltre che su un’ingente somma di capitali, può contare su specifiche competenze in ambito software e batterie. Nonostante ciò, in un’intervista rilasciata a Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung, il ceo tedesco sostiene di non temere l’ingresso di Apple. Diess prevede una crescita delle competenze del Gruppo Volkswagen in ambito software, così da poter competere al meglio anche con le agguerrite aziende tech, che si stanno concentrando anche sulla guida autonoma.





Aggiungi un commento
Ritratto di Clementina Milingo
17 febbraio 2021 - 14:52
oddio, la model 3 è l'unico best seller perché è l'unica che riescono a produrre in grossi quantitativi (l'unica con due fabbriche), per quel che mi è dato di sapere la Model Y è ben più desiderata e si prospetta di venderne un milione all'anno sulla base del riscontro della clientela. La Model S (e X) è attualmente in fase di sostituzione con la nuova generazione, la cosa si sapeva da aprile dell'anno scorso e le vendite di conseguenza sono calate. Appena inizieranno a consegnare il nuovo modello per la Taycan saranno problemi
Ritratto di Check_mate
16 febbraio 2021 - 20:55
1
Bisogna però anche ammettere altre due cose: che Tesla fa solo quello e lo fa bene. Diciamo che ha avuto il merito di porsi come riferimento in un settore inesplorato e sono stati grandiosi in questo aspetto. D'altro canto, però, la potenza finanziaria dei marchi tedeschi principalmente colmerà il gap sicuro in pochi anni, forte soprattutto della presenza sul territorio che è fondamentale per un marchio. Cioè, per dirne una, se oggi uno al Sud vuole una Tesla dove va? E per l'assistenza? E un'azienda giovanissima che per i risultati che ha raggiunto è solo da farle un plauso.
Ritratto di Giuliopedrali
16 febbraio 2021 - 19:40
Infatti non si riesce a capire quale sarebbe il risultato più straordinario sull' elettrico: se la più grande Casa del mondo o una quasi start-up, certo i tedeschi hanno messo sul piatto 74 miliarducci per arrivare a tanto a battere uno che costruisce auto in serie da 10 anni... Difficile dire anche se come prestigio oggi prevalga Audi o Tesla o Nio o Lucid appana nata, sono i paradossi di cui parlo da mesi.
Ritratto di Check_mate
16 febbraio 2021 - 19:48
1
Ma ti rendi conto di quanti siano 74 miliardi? Impressionate, la VW ha praticamente fatto una manovra finanziaria da nazione medio-grande!
Ritratto di Voltaren
16 febbraio 2021 - 20:07
74 miliardi sono una cifra inventata, lo sai che quello là inventa numeri che nemmeno capisce. I miliardi investiti nella e-mobility saranno 60 entro il 2024, 33 per veicoli elettrici e 27 per ibridi e digitale.
Ritratto di Check_mate
16 febbraio 2021 - 20:10
1
@Voltaren, nel complesso sono 73 fra auto elettriche, ibride e software. Quindi complesso SW e HW. Ricordavo anche io questo articolo https://www.alvolante.it/news/gruppo-volkswagen-73-miliardi-auto-elettriche-e-software-371147
Ritratto di FlavioD
16 febbraio 2021 - 20:27
Si per le elettriche pure sono 35 alla fine fino al 2025, il triplo comunque dei 12 Tesla dei prossimi due anni. Facendo un rapido calcolo investimenti/anni diciamo che abbiamo cifre paragonabili. E c'è anche da dire che lato elettrico Tesla è già parecchio avanti, quindi io ci vedo equilibrio alla fine...
Ritratto di Check_mate
16 febbraio 2021 - 20:30
1
Assolutamente si. E a tal proposito ricordo anche quella notizia di qualche annetto fa che vedeva Audi e Porsche ammettere di essere parecchio indietro dopo aver preso contatto da vicino della tecnologia di una Model 3.
Ritratto di Voltaren
16 febbraio 2021 - 20:34
Azz, me so' sbagliato io, stavolta, perchè era il piano industriale 2019 e credevo non ve ne fosse un altro. Mea culpa e... figuraccia! Capito Pedrali, quando si sbaglia basta ammetterlo!
Ritratto di Check_mate
16 febbraio 2021 - 20:37
1
Ritorniamo quindi agevolmente a ripetere "che cifre sbalorditive"! Ahahah... voglio dire, non dico che con quelle cifre fai ripartire uno stato intero, ma più di qualche semplice settore industriale sicuramente si.
Pagine