NEWS

Gruppo Volkswagen: più elettriche di Tesla entro il 2025?

Pubblicato 16 febbraio 2021

Secondo gli analisti, il Gruppo Volkswagen è destinato a superare la casa americana nella vendita di auto elettriche. E non teme l’auto della Apple.

Gruppo Volkswagen: più elettriche di Tesla entro il 2025?

INIZIO PROMETTENTE - Il Gruppo Volkswagen ha profuso molte risorse nello sviluppo dell’auto elettrica. Investimenti a lungo termine che stanno già dando i loro frutti. E non è di certo un caso se la compatta Volkswagen ID.3, la prima auto a batteria costruita sulla specifica piattaforma MEB, sia risultata la terza elettrica più venduta in Europa (54.000  unità, qui per saperne di più) nonostante un lancio avvenuto nel mese di settembre 2020.

PREVISIONI DI CRESCITA - Performance che non hanno di certo stupido gli analisti, i quali prevedono che il Gruppo Volkswagen, entro i prossimi cinque anni, possa superare la Tesla e diventare così il più grande costruttore al mondo di auto a batteria. Secondo la società di analisi LMC, entro il 2025, la quota di mercato globale della Tesla dovrebbe scendere dall’attuale 20 al 10%. Congiuntamente viene prevista una crescita della quota del Gruppo Volkswagen dal 10 al 15%. La Tesla, dovendo far fronte a una sempre maggiore concorrenza, non solo del Gruppo tedesco, che oltre alla ID.3 potrà contare anche sulla suv ID.4, ma anche di BMW, Ford, Toyota e Mercedes, non sarà così dominante come adesso.
  
26 MILIONI IN 10 ANNI - Entro il 2030, il Gruppo Volkswagen prevede di aver costruito un totale di 26 milioni di auto elettriche in tutto il mondo, di cui 19 milioni basati sulla piattaforma MEB, e i restanti sette milioni sulla piattaforma PPE (Premium Platform Electric) ad alte prestazioni.

NON TEME LA APPLE - In questo mercato di auto elettriche in costante crescita non è escluso il debutto di alcune grandi aziende provenienti dal mondo dell’elettronica. Come ad esempio ad Apple, il cui progetto di progettazione di un’auto sembra proseguire, che ora sta cercando a chi affidare la produzione (tra i papabili Hyundai-Kia, Magna e Foxconn). Secondo il ceo del Gruppo Volkswagen, Herbert Diess, l’approdo della Apple è piuttosto logico, poiché la compagnia di Cupertino, oltre che su un’ingente somma di capitali, può contare su specifiche competenze in ambito software e batterie. Nonostante ciò, in un’intervista rilasciata a Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung, il ceo tedesco sostiene di non temere l’ingresso di Apple. Diess prevede una crescita delle competenze del Gruppo Volkswagen in ambito software, così da poter competere al meglio anche con le agguerrite aziende tech, che si stanno concentrando anche sulla guida autonoma.





Aggiungi un commento
Ritratto di Meandro78
16 febbraio 2021 - 23:43
26 milioni? In 10 anni? Numeroni per fare parlare giornalai.
Ritratto di littlesea
17 febbraio 2021 - 00:15
1
... non teme la Apple...per forza! Ancora non è stata prodotta...ancora non è stata forse pensata...o forse sì? O no?
Ritratto di RubenC
17 febbraio 2021 - 16:16
1
Stavo per scrivere lo stesso commento. E' facile non temere qualcosa che non esiste.
Ritratto di Walkyria1234
17 febbraio 2021 - 00:45
Ho letto qui in passato dei commenti propinati da un utente provvisto di una visione piuttosto volubile, che il gruppo Volkswagen fosse già spacciato in termini generali ma, soprattutto in merito alla tecnologia elettrica. Non aggiungo altro. Saluti
Ritratto di littlesea
17 febbraio 2021 - 07:01
1
Infatti è ancora alle basi. Perché se è vero che sta investendo una montagna di soldi (la maggior parte non suoi ma tanto la UE fa finta di non vedere/sentire), dall'altra è anche vero che i suoi modelli sono di una pochezza disarmante. Per ciò che riguarda l'autonomia poi...lasciamo perdere. Test eseguiti e discussioni su blog riportano, ad esempio, per la ID3 autonomia reale in inverno di scarsi 200/230 km. Eccezionale...
Ritratto di Giuliopedrali
17 febbraio 2021 - 09:24
Secondo me il vero successo sta in VW ma Audi va bene con le E-tron solo perchè non sono ancora arrivate vere concorrenti americane - cinesi, tra Tesla, Audi, Nio, Xpeng, BYD e Lucid penso che nonstante l'immensa offensiva VAG non abbia niente di più prestigioso Audi rispetto a questi americani o cinesi, li si giocherà tutto sul campo, cioè è vero che in Norvegia nel settore alto elettrico Audi ha venduto molto ma ancora devono arrivare queste concorrenti.
Ritratto di littlesea
17 febbraio 2021 - 10:15
1
Le Lucid! Ho i brividi, guarda...Non vedo l'ora di incrociarne una... Ho l'intestino che già gorgoglia...
Ritratto di Giuliopedrali
17 febbraio 2021 - 18:57
Cioè nel lusso ora che manco più Jaguar vende a parte la triade (forse) di sicuro se la giocheranno solo gli "elettrici", che ora fanno solo elettriche ma alla fine tutte le auto di alta gamma saranno elettriche, quindi Lucid come Mercedes.
Ritratto di littlesea
17 febbraio 2021 - 22:37
1
Bevuto forte Pedrali? Ultimamente stai abusando parecchio...
Ritratto di Oxygenerator
17 febbraio 2021 - 07:41
Abbastanza ovvio. Tesla costruisce auto da pochi anni, ed ha avuto ragione con l’elettrico. Ma è un’azienda nuova ed è partita con fabbriche pronte per costruire tali auto. Volks è partita anni dopo e deve anche riconvertire le fabbriche per costruire l’elettrico. Quindi ci mette più tempo. Poi ovviamente, la forza d’urto di volks alla lunga, le permetterá di divenire, con probabilitá, il primo costruttore di auto elettriche. Più che altro, personalmente, mi sembra ( colpevolmente ) molto indietro il gruppo Toyota. Cosa molto strana essendo volks il gruppo più “ tradizionale “ tra i due. Complimenti a Musk, per il coraggio e l’ innovazione. Successo, a mio avviso, strameritato.
Pagine