NEWS

Gruppo Volkswagen: un 2017 molto positivo

13 marzo 2018

Il Gruppo di Wolfsburg chiude il 2017 con vendite, fatturato e utili in crescita per tutti i marchi, Bentley esclusa.

Gruppo Volkswagen: un 2017 molto positivo

RECORD DI VENDITE E FATTURATO - Il gruppo Volkswagen chiude il 2017 con una liquidità netta di 22,4 miliardi di euro, un dato ottimo ottenuto malgrado i richiami e i rimborsi dovuti allo scandalo Dieselgate costati 3,2 miliardi di euro. L’andamento positivo registrato durante lo scorso anno riguarda quasi tutti i comparti ed è raggiunto grazie alle vendite record: 10,7 milioni di veicoli venduti in tutto il mondo, inclusi i 4,2 milioni di modelli (+5,1%) nati dalle joint venture cinesi. Da primato è pure il fatturato 2017, cresciuto del 6,2% e arrivato a 230,7 miliardi di euro, e l’utile operativo, con quello lordo salito fino a 17 miliardi e quello netto a 13,8 miliardi. Cifra al quale vanno aggiunti i 4,7 miliardi di euro derivati dalle attività cinesi, finanziariamente conteggiate a parte. Positivi sono pure l’utile finanziario prima delle imposte (13,9 miliardi di euro contro i 6,6 del 2016) e dopo la tassazione (11,6 miliardi contro i 5,4 del 2016). Unico dato negativo è il risultato finanziario attestatosi a 100 milioni di euro, la metà dell’anno precedente. 

BENE I BILANCI DEI MARCHI - Per quanto riguarda i singoli marchi, la capogruppo Volkswagen ha registrato un fatturato di 80 miliardi di euro, in calo del 24,3% a causa della riorganizzazione aziendale. In compenso sono positivi l’utile operativo lordo (3,3 miliardi contro 1,9 del 2016) nonostante i 2,8 miliardi di spese straordinarie dovute al Dieselgate. Positivo l’andamento della marca Audi (i valori comprendono anche Lamborghini e Ducati) che ha aumentato il fatturato di 800 milioni di euro, raggiungendo un totale di 60,1 miliardi, e l’utile operativo, passato da 4,8 a 5,1 miliardi. Aumenti consistenti si hanno anche per Skoda (fatturato  di 16,6 miliardi, +20,8%, e di utile di 1,6 miliardi, +34,6%) e per Seat (rispettivamente 9,9 miliardi, +11,2%, e 1,9 miliardi, +24,8%). In ascesa sono pure i dati finanziari di Porsche, con il fatturato in salita da 20,7 a 21,7 miliardi di euro (+4,7%) e il risultato operativo arrivato a 4 miliardi con una crescita del 7,2%. Viceversa, sono negativi i numeri Bentley: 1,8 miliardi di fatturato (-9,2%) e 55 milioni di utile operativo contro i 112 del 2016. Positivi i trend dei comparti dei veicoli da lavoro di Volkswagen, Scania e Man, nonché quelli delle finanziarie del Gruppo. 

UN 2018 IN CRESCITA - L’analisi rilasciata dai responsabili Volkswagen durante a conferenza stampa annuale del Gruppo a Berlino (nelle foto) include pure le previsioni per il 2018. I vertici tedeschi si aspettano una crescita moderata delle consegne, un aumento del fatturato intorno al 5% e un incremento dell’utile operativo compreso tra il 6,5 e il 7,5%. Tra le problematiche possibili gli uomini di Wolfsburg individuano l’instabilità economica, la maggiore concorrenza, la volatilità dei tassi di cambio e il permanere della questione diesel. Altra incognita è rappresentata dalle nuove procedure introdotte dall’Unione europea per i test dei gas di scarico di auto e veicoli commerciali che richiedono maggiore tempo per il rilevamento.  

Aggiungi un commento
Ritratto di Luzo
14 marzo 2018 - 14:32
impossibile, ce l'hai tutto tu il maalox.. btw tralasciando i commenti degli adoratori che si qualificano ad ogni mossa per quello che sono, ovvero gente che non sa motivare nemmeno perchè respirano, direi risultati in linea con le previsioni. La mia unica perplessità, sul lato economico, l'ho già espressa tempo addietro ed è la progressivo passaggio dei numeri verso le marche meno nobili del gruppo ( almeno in eu) e la eccessiva dipendenza dalla 'instabile' * cina ( il riferimento è toyota) * intesa in senso commerciale, avendo cmq il 51% delle JV, nonchè il coltello dalla parte del manico , su scala mondiale. Certo fin che dura è OK, ci mancherebbe.
Ritratto di FXB-88
13 marzo 2018 - 22:52
vag è brava! vag ha un bilancio in ordine e fa lavorare tanti tedeschi! fca è olandese e manda in cassa integrazione gli operai. il sergione nazionale vuole ridurre a solo 500 e panda la fiat e mette in listino le giulia barbon edischion così i fiattari se la comprano! ha fatto morire lancia! maserati è un fuoco di paglia! sta facendo diventare le jeep delle fiat. x questo vag vende tanto nel mondo e fca nessuno se la fila perché fa auto che si rompono subito e di scarsa qualità
Ritratto di lybram
14 marzo 2018 - 08:49
che scemenza... difetti, pure gravi al comparto elettrico, sono ultimamente appannaggio delle tedesche.. se gli italiani aprissero gli occhi potrebbero acquistare alternative estere decisamente più valide di vag... ma gli italiani, specie al nord, sono decisamente provinciali, quando non ignoranti.
Ritratto di Leonal1980
14 marzo 2018 - 09:25
5
Io ho posseduto 3 tedesce e 3 italiani, e posso dirti che i problemi elettrici che hai sulle fiat superano ogni record, facci caso tantissime del gruppo hanno sempre una lampadina fulminata, e si fulminano sui buchi delle strade, dicono in fiat, ma la mia passat o polo non si fulminano chissa come mai, per non andare sui problemi elettrici seri, che poi mi dilungo
Ritratto di MaurizioSbrana
14 marzo 2018 - 13:20
1
Guarda, il commento precedente forse è esagerato nei toni ma corretto nei contenuti. Per quel che dici tu beh, bisogna averne elettronica a bordo per avere problemi di elettronica... fca a mala pena regala gli airbag e la radio, figuriamoci... sia chiaro, non sto dalla parte di nessuno, ma non mi stupirei se dopo essersi riempito per bene le tasche Marchionne decidesse di vendere Fiat al primo offerente... che magari in un futuro forse fantascientifico ma nemmeno troppo remoto potrebbe essere vw... ad ogni modo, io direi di boicottare in massa fca soprattutto per i soldi rubati dagli agnelli in tutti questi anni a scapito degli operai e dei cassaintegrati che da nord a sud fanno la fame per colpa della fiat.
Ritratto di alex_rm
14 marzo 2018 - 00:35
Il gruppo Volkswagen ha fatto tanti investimenti negli ultimi anni e sta sfornando tanti nuovi modelli e sta ampliando la gamma di tutte le marche che possiede come successo con Skoda e Seat che stanno vendendo molto di più rispetto al passato con tanti nuovi modelli,Su Audi fanno sempre un buon marketing(ed io non comprerei mai un Audi,auto normali vendute in sovrapprezzo),Volkswagen con le ultime golf,passat,Tiguan deludente per lo stile da frigorifero.Nonostante lo scandalo emissioni taroccate e test sugli animali e persone vendono sempre tanto.
Ritratto di Giuliopedrali
14 marzo 2018 - 06:31
Senza la Cina non sarebbero messi tanto meglio che FCA...
Ritratto di Porsche_Panamera
14 marzo 2018 - 10:53
È la stessa favola che si racconta Fabry prima di andare a letto, così riesce a dormire senza sonnifero.
Ritratto di lybram
14 marzo 2018 - 08:45
passi per VAG (cmq da sempre sostenuta anche finanziariamente dallo stato), ci sono tanti, troppi gruppi che hanno a listino troppe versioni e modelli che il consuntivo sul venduto NON GIUSTIFICA. cioè in fca non riescono a tirare fuori una B che abbia mercato mentre la sola Francia ne ha 4: clio, 208, C3 + Sandero (e da poco Corsa).. mentre la Germania ha Polo, Ibiza, Fabia, Fiesta, A1, Mini... o marchionne è davvero lungimirante...o è pagato da qcno per smantellare definitivamente l'industria automobilistica italiana. ormai propendo per la seconda ipotesi. VAG dai marchi forti ha riversato risorse su quelli meno incisivi rafforzandoli. Marchionne svuota di contenuti Fiat per potenziare (forse) Jeep ed Alfa.. È assurdo.
Ritratto di Leonal1980
14 marzo 2018 - 09:27
5
Assurdo da ridere e non comprargli più nulla.
Pagine