NEWS

Gruppo VW: problema a una delle cinture di sicurezza posteriori

09 maggio 2018

Provando una Seat Arona, una rivista finlandese ha riscontrato l’apertura accidentale di uno degli attacchi. I tecnici sono al lavoro per trovare una soluzione.

Gruppo VW: problema a una delle cinture di sicurezza posteriori

SUCCEDE SE SI STA IN TRE DIETRO - Problema alla cintura di sicurezza posteriore sinistra per i nuovi modelli compatti del gruppo Volkswagen. Lo hanno scoperto i giornalisti finlandesi di Tekniikan Maailma durante una prova-confronto fra crossover, che includeva la Seat Arona. Nel test di evitamento dell’ostacolo, che prevede uno zig-zag al limite dell’aderenza con la vettura a pieno carico, la cintura di sicurezza del passeggero alle spalle del guidatore si è sganciata da sola (guarda il video qui sotto). Il fatto si è ripetuto più volte, e pare dovuto alla forma degli attacchi. Quello centrale e quello sinistro sono affiancati, ma il primo è più in alto; così, se viene spinto dal corpo del passeggero (come succede nelle curve prese velocemente, o in caso d’urto laterale) va a premere l’altro pulsante. Che svincola l’attacco. Questa almeno la ricostruzione dei tecnici finlandesi.

DIPENDE DAL FORNITORE - In base a quanto verificato dai tester, lo sgancio involontario avviene solo quando il divano è occupato da tre persone, e lo stesso problema è stato riscontrato in un test (in questo caso statico) della Volkswagen Polo e della Seat Ibiza, realizzate sulla stessa base della Arona, e con gli stessi attacchi delle cinture di sicurezza. In seguito, provando una Volkswagen T-Roc (anch’essa basata sulla piattaforma A0) non è stato riscontrato nessun inconveniente; a differenza dei primi tre casi, però, il fornitore dei dispositivi di contenimento era TRW e non Takata. Informata dell’accaduto, la Seat ha risposto con un commento del direttore della comunicazione Christian Stein: “In base ad analisi effettuate in azienda, abbiamo identificato il problema riscontrato da Tekniikan Maailma durante i test. Stiamo lavorando a possibili soluzioni e vi informeremo sulla decisione definitiva il prima possibile”.  Ipotizziamo che ci sarà quindi un richiamo per tutte le vetture coinvolte.

Seat Arona
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
40
59
78
49
74
VOTO MEDIO
2,8
2.806665
300




Aggiungi un commento
Ritratto di dottorstrange
10 maggio 2018 - 09:30
Le vetture di vecchia progettazione escono tutte con le ossa rotte, non c'entra la marca. Smettetela di cogliere ogni occasione per spalare fango su Fiat, le normative nuove sono ovviamente penalizzanti se testi un'auto di una o due generazioni prima.
Ritratto di Thresher3253
10 maggio 2018 - 09:46
Con la differenza che gli altri produttori non tengono in listino una auto di tre generazioni fa.
Ritratto di MAXTONE
10 maggio 2018 - 10:00
Consideriamo il fatto che una compatta premium di 10 anni fa come la CT è stata in grado di superare oggi col massimo dei voti il durissimo Small Overlap Test, probabilmente grazie anche all'estrema solidità del telaio, da sempre uno degli atout di CT, ed'e' stata equipaggiata nel model year 2018 di tutti gli ADAS più avanzati disponibili oggi sul mercato per cui comprarla oggi è come comprare un auto appena presentata sul mercato (complice anche l'insuperato/ineguagliato HSD del gruppo).
Ritratto di Moreno1999
9 maggio 2018 - 21:43
4
Povera Arona, prima fallisce miseramente la maniobra d’esquiva, poi questa....
Ritratto di GeorgeN
12 maggio 2018 - 18:45
tutte le auto del gruppo vag falliscono nelle maniobre d'esquiva... e la seat leon ST che "distrugge" il battistrada ruota per una manovra??? E parlano di qualità tedesca... mah
Ritratto di NITRO75
10 maggio 2018 - 09:13
i commenti di Dicoluc sull'operato dell'EuroNcap secondo me sono corretti. l di là dell'operato o meno analiziamo le due situazioni: da un lato abbiamo la Grande Punto o Punto che dir si voglia, classe 2005, e dall'altro abbiamo la Seat Arona nata nel 2017/18. Ora che la GP abbia meno stelle della Arona è fisiologico, visti i 13 anni di differenza tra un progetto e l'altro, vero è anche che se una macchina deve essere sicura DEVE ESSERLO AL DI SOPRA DI OGNI ORPELLO. A tal proposito, è questa è una tirata di orecchie per i produttori di autoveicoli, tutti senza distinzione alcuna, una autovettura non deve diventare sicura solo perchè io posso permettermi di spendere cifre più elevate per rinpinzarla di apparati salvavita. Come a dire se sei più ricco puoi salvarti altrimenti pace ce ne faremo una ragione. Ora in ogni caso, e su questo dò ragione a Dicoluc, secondo me la tendenza è di assegnare valori più alti per ingolosire l'utente a spendere di più. In ogni caso in questo caso si parla di materiali difettosi di un fornitore, e ci può stare purtroppo.
Ritratto di MAXTONE
10 maggio 2018 - 10:10
Ma infatti se vedi il video dell'ultimo crash test effettuato sulla Punto la prima cosa che si nota è la corretta deformazione del frontale e la perfetta tenuta della cellula abitacolo rimasta praticamente inalterata e la seconda cosa i buoni valori di sollecitazione rilevati sui manichini. Assurdo che le siano state assegnate 0 stelle. E se leggete i.commenti sotto il video postato su you tube sono tutti contro questo verdetto. Trovo da questo punto di vista molto più attendibili i giudizi dell'IIHS americano il quale però, in virtù del fatto che la Punto non è mai stata venduta negli USA non ha mai avuto motivo di testarla.
Ritratto di lettore123
10 maggio 2018 - 10:11
basta ruotare di 180 gradi la scatoletta di plastica che contiene il pulsante rosso per la cintura
Ritratto di GeorgeN
12 maggio 2018 - 10:07
ahahahahah che ridere
Pagine