NEWS

Honda Civic: la 1.6 i-DTEC ora ha l’automatico a 9 rapporti

26 luglio 2018

Il sempre più richiesto l’abbinamento motore diesel e cambio automatico è ora disponibile anche per la Honda Civic.

Honda Civic: la 1.6 i-DTEC ora ha l’automatico a 9 rapporti

GAMMA COMPLETA - A qualche mese dal lancio della versione diesel, la Honda ne ha arricchito l’offerta inserendo in gamma anche l’abbinamento con cambio automatico a 9 rapporti. Si tratta di una prima assoluta perché non c’era mai stata una Honda Civic diesel con cambio automatico. Il motore è il 4 cilindri 1.6 i-DTEC da 120 CV a 4.000 giri con coppia massima di 300 Nm a 2.000 giri, e abbinato alla trasmissione a 9 rapporti consente una marcia molto fluida facendo segnare consumi contenuti. Il valore medio dichiarato dalla casa è di 24,4 km/l. Valori che si accompagnano alle basse emissioni di CO2: 108 g/km per la versione a 4 porte e 109 g/km per quella a 5 porte.

GRANDE FLUIDITÀ DI MARCIA - Il principio è semplice: con l’ampia disponibilità di rapporti è possibile viaggiare sempre con il motore al corretto numero di giri, senza sprechi e avendo così a disposizione il massimo della fluidità, dalla partenza sino a quando si può e si vuole viaggiare veloci. Per la Honda Civic 1.6 i-DTEC automatica sono dichiarati un’accelerazione 0-100 km/h in 11 secondi e una velocità massima di 200 km/h. 

“SALTA” LE MARCE - Caratteristica tecnica particolare della trasmissione automatica della Honda Civic 1.6 i-DTEC è quella di avere la capacità di “saltare” le marce a seconda della guida. Esemplificando, si può dire che il cambio della Civic 1.6 i-DTEC può passare dalla 9ª marcia alla 5ª o dalla 7ª alla 4ª, se si richiede alla vettura una robusta ripresa. Di rilievo sono comunque anche le caratteristiche del propulsore, con pistoni d’acciaio fucinato in grado di ridurre il raffreddamento e lavorazione delle superfici che abbattono la frizione tra pistoni e cilindri. Quanto al turbocompressore è governato elettronicamente con una logica che elimina quasi completamente il ritardo alla risposta.

A 4 E 5 PORTE - La Honda Civic 1.6 i-DTEC è prodotta in due stabilimenti. La versione a cinque porte esce da quelli di Swindon, in Gran Bretagna; la Civic a quattro porte è assemblata in Turchia. L’abbinamento del diesel con il automatico è disponibile per entrambe le versioni della Honda Civic, a quattro e cinque porte, in tutti gli allestimenti in listino.

Honda Civic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
134
83
69
47
68
VOTO MEDIO
3,4
3.418955
401
Aggiungi un commento
Ritratto di MirtilloHSD
27 luglio 2018 - 11:32
4
Honda dovrebbe importare nel nostro continente i modelli che vende in Nord America, se vuole incrementare le vendite (in Italia non si registrano grandi numeri, a differenza dell'UK e degli USA). Inoltre, Honda dovrebbe lanciare una segmento A, magari ibrido (che andrebbe a sfidare la Ignis), che probabilmente riscuoterebbe un certo successo. Le Honda sono delle ottime auto, anche se il pubblico, purtroppo, non le premia. Anche perché non si capisce come mai Honda abbia smesso di vendere, ormai da qualche anno, i modelli ibridi sul nostro mercato (ricordo che Honda è stata la seconda Casa al mondo a lanciare l'ibrido, infatti il suo primo modello fu la Insight del '98, prodotta per sfidare la Prius). Comunque, non apprezzo la scelta di lanciare un diesel in tempi dove Toyota non li vende più e Subaru e Suzuki (i primi sono sempre i saggi giapponesi) li stanno per abbandonare. Mirtillo
Ritratto di ELAN
27 luglio 2018 - 11:53
1
Per Honda siamo un mercato/fetecchia... ovvero mantengono il minimo per non scomparire ed investono in ben altri mercati con altri prodotti. Penso che delle gustosità italiane ai resp. mktg Honda interessi nulla.
Ritratto di ziobell0
27 luglio 2018 - 11:40
come linea la trovo orrenda. Come fa a piacere questo ammasso di plastiche / finte prese d'aria???
Ritratto di ELAN
27 luglio 2018 - 11:51
1
Come si fa a parlare di linea citando elementi che non la determinano affatto?
Ritratto di ziobell0
27 luglio 2018 - 16:41
e secondo te le patacche nere incastonate nei paraurti non determinano un design meno "pulito" rispetto, che ne so, ad un posteriore audi o seat? Io trovo il design vw di una tristezza unica - infatti non compro vw - ma ammetto che in certi modelli c'è una eleganza / armonia nelle linee che qui MANCA del tutto. Se poi secondo i tuoi gusti la Civic ha una linea sobria ed elegante è un tuo personale punto di vista, ci mancherebbe.
Ritratto di ELAN
27 luglio 2018 - 17:45
1
Sì, il design sì... ma non determinano "la linea" dell'auto. Nemmeno a me piacciono, le versioni berlina e coupè non le hanno così estese e per quelle "linee" la fanaleria posteriore funziona moto meglio. Premesso questo imho resta una vettura con una gran personalità e un certo fascino, anche se con elementi discutibili ed una linea appesantita dalla mancanza della coda. Di hatchback con linea sobria ed elegante oggi non ne vedo, vedo mezze cozze abbellite con pack estetici sportivi che le rendono gradevoli... eccezion fatta per Mazda 3 e Infiniti e, qualche anno fa, avrei detto anche Giulietta.
Ritratto di MirtilloHSD
27 luglio 2018 - 18:48
4
Ciao ELAN. Anche il posteriore della Toyota Auris, per quanto ad alcuni non piaccia, è molto sobrio e non è stato "tamarrato" da vari elementi. Mirtillo
Ritratto di ELAN
30 luglio 2018 - 09:18
1
Quindi?
Ritratto di Rikolas
31 luglio 2018 - 09:58
Certo che i giapponesi proprio non sanno cos'è il design. Mamma mia che orrore, terribile. Plastiche ovunque, struttre a nido d'ape FINTE, una roba che non si può guardare. Poi per forza non vendono nulla qui in Europa, ma chi se li compra sti affari?
Ritratto di ELAN
31 luglio 2018 - 10:16
1
Chi si intende di meccanica, chi vuole auto affidabili, spaziose, belle da guidare, dall'ottimo rapporto qualità prezzo ...e vuole distinguersi da certe scatolette tedesche e dalle loro imitazioni. Ti rammento che "i giapponesi" attualmente sono ai vertici dello stile col Kodo design di Mazda. Auguro ad Alfa di fare una nuova Giulietta con la linea della 3.
Pagine