Honda Civic Type R: la parola al progettista

07 marzo 2017

Hideki Kakinuma ci racconta come è fatta la nuova generazione della Honda Civic Type R da 320 cavalli

Honda Civic Type R: la parola al progettista

In occasione del debutto della nuova Honda Civic Type R, che sarà in vendita dall’estate del 2017, il capo del progetto della vettura Hideki Kakinuma (nella foto) ha risposto alle nostre domande.

In cosa cambia questa nuova generazione della Honda Civic Type R rispetto alla precedente?
Basandoci sulla Honda Civic appena commercializzata, per la Type R abbiamo potuto usufruire di una scocca più rigida del 35% rispetto al vecchio modello, di un baricentro più basso e di una sospensione posteriore a bracci multipli, anziché a ponte torcente, decisamente più efficace. Il 2.0 turbo a benzina deriva da quello della precedente Type R, ma ha 10 cavalli in più. Tutti interventi che hanno reso ancora più appagante il comportamento dinamico dell’auto, ma con una maggiore attenzione per il comfort.

Ci può spiegare cosa è stato fatto per il comfort?
Oltre alle modalità di guida Sport e R, quest’ultima per la pista, con il manettino fra i sedili se ne può selezionare una terza, che si chiama Confort. Fra l’altro, ammorbidisce la taratura delle sospensioni a controllo elettronico.

La nuova Honda Civic Type R è dotata di numerosi spoiler e alettoni, hanno una valenza estetica o anche tecnica?
Le ali assolvono a precise funzioni volte ad accrescere la deportanza (la forza aerodinamica che “schiaccia” verso il suolo la vettura a vantaggio della tenuta di strada n.d.r.). Per esempio, i flap che sporgono ai lati del paraurti forniscono un notevole carico aerodinamico, che dà maggiore direzionalità all’avantreno, Inoltre, i deviatori di flusso sul bordo del tetto indirizzano opportunatamente l’aria sull’alettone posteriore che, fra l’altro, è più leggero di quello della precedente Honda Civic Type R.

Per un’auto a trazione anteriore 320 cavalli sono parecchi, avete pensato a una versione a 4x4?
Riteniamo di aver realizzato una vettura equilibrata nelle risposte, lavorando sull’assetto e sul differenziale autobloccante. Una versione a trazione integrale non è prevista perché l’aggravio di costi e di peso non compensa i vantaggi. 

Non sarà disponibile nemmeno un cambio automatico?
No e non solo per gli stessi motivi della trazione integrale. Il cambio manuale della Civic Type R è dotato della funzione di sincronizzazione dei giri in scalata in modo che, passando a un rapporto inferiore, il motore salga automaticamente di regime per evitare contraccolpi nel successivo reinnesto delle marce. Una soluzione che, fra l’altro, facilita la guida ai meno esperti e migliora il comfort. 

Anche la nuova Honda Civic Type R sarà impegnata nel campionato mondiale turismo, il World Touring Car Championship (WTCC)?
Non abbiamo ancora preso una decisione in merito.

Honda Civic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
202
101
79
58
80
VOTO MEDIO
3,6
3.551925
520




Aggiungi un commento
Ritratto di niko tsi
28 marzo 2017 - 14:00
Nel retro mi ricorda quasi una veneno (ricorda vagamente )! Esagerata ,a chi piace il genere penso dia enormi soddisfazioni ,a milano centro te ne fai ben poco purtoppo !bellissima
Ritratto di JapanCulture
26 aprile 2017 - 21:56
Diavolo di un giapponese. Che Dio ti benedica!!!!!!
Pagine