NEWS

Le Honda Clarity sbarcano in Europa

30 novembre 2016

Il modello a celle a combustibile arriva nel Vecchio Continente nell’ambito del progetto HyFIVE per la diffusione dei veicoli a idrogeno.

Le Honda Clarity sbarcano in Europa

BERLINA DA RECORD - La Honda Clarity arriva ora in Europa nell’ambito del progetto per la diffusione dei veicoli a celle a combustibile HyFIVE (Hydrogen For Innovative Vehicles). I modelli sbarcati nel Vecchio Continente sono l’ultima generazione della berlina, quella presentata al Salone di Tokyo del 2015. Già in vendita in Giappone a circa 60.000 euro, la vettura giapponese è una elettrica alimentata da celle a combustibile (fuel cell) alloggiate per la prima volta sotto il cofano consentendo la realizzazione di un abitacolo più spazioso capace di ospitare nel comfort cinque passeggeri. L’idrogeno, stivato nel serbatoio rifornibile in 3 minuti, alimenta le fuel cell per generare l’elettricità necessaria per muovere il motore elettrico da 177 CV ed è sufficiente per garantire un’autonomia di 589 km secondo i test americani dell'Epa (Environment Protection Agency). Un dato, quest’ultimo, che rappresenta il record registrato da una vettura ad idrogeno secondo i rilevamenti sui consumi statunitensi. 

L’EUROPA A IDROGENO - La Honda Clarity contribuirà a concretizzare il l’iniziativa HyFIVE, un piano già attivo in diverse città del Vecchio Continente, compresa l’Italia con il sito di Bolzano (qui per saperne di più) e con il progetto internazionale dell’autostrada a idrogeno che prevede la realizzazione di alcuni distributori sull’A22 del Brennero da Modena fino al confine austriaco. Le Honda, dunque, si aggiungono alle fuel cell di BMW. Mercedes, Hyundai e Toyota per formare la flotta di 185 vetture destinate ad avviare la mobilità H2 in Austria, Danimarca, Germania, Svezia e Regno Unito, oltre alla già citata Italia. 

VERSO L’ERA ELETTRICA - I primi sei esemplari della Honda Clarity sono destinati a clienti di Londra e Copenaghen, città dove esiste già una piccola rete di rifornimento di H2. Non è chiaro se e quando ne arriveranno altri e le modalità di acquisizione delle vetture, ossia se saranno vendute o fornite a noleggio a lungo termine come avviene per le Hyundai impegnate a Bolzano. Di certo è che l’arrivo delle Clarity nel Vecchio Continente rappresenta, secondo il responsabile Ricerca e Sviluppo di Honda e leader del progetto Clarity Thomas Brachmann, il primo passo “verso la piena commercializzazione di questa tecnologia”. Una visione che contribuirà, secondo la dirigenza Honda, a raggiungere l’obiettivo dichiarato dal presidente del marchio Takahiro Hachigo: arrivare entro il 2030 ad avere vendite globali costituite per due terzi da veicoli elettrificati, ossia elettrici, ibridi plug-in e fuel cell.

Honda Clarity
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
24
7
6
0
10
VOTO MEDIO
3,7
3.74468
47


Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
1 dicembre 2016 - 00:14
Ciao Hondista, io ho perso letteralmente la testa per la Civic X, opera omnia di Honda, non so come abbiano fatto a tirar fuori una linea cosi sexy e conturbante (soprattutto la sedan) ma tanto di cappello, avrei voluto fosse stata Toyota a fare una Corolla cosi sexy e ricca di pathos e premiumness come ha fatto Honda con Civic X. Chapeau.
Ritratto di AMG
30 novembre 2016 - 16:58
Un interessantissimo modello. L'avevo visto a Ginevra e osservato sul web prima, sono molto contento del suo arrivo in Europa. Spero che l'Italia non resti esclusa e indietro, l'idrogeno è l'alternativa all'ibrido e in parte all'elettrico puro odierno
Ritratto di cicciosalciccio
30 novembre 2016 - 17:39
3
Ma questi pensano davvero che in italia si potrà avere una rete di distributori di H2 quando ancora esistono regioni senza distributori di metano ??? La repubblica delle banane è questa.
Ritratto di axorazor
30 novembre 2016 - 20:29
siamo ultimi in europa per la fibra figuriamoci l'idrogeno...
Ritratto di AlexTurbo90
1 dicembre 2016 - 01:35
Beh, ok che avercene (esempio) 5 per ogni regione è sempre meglio che niente... ma ne sono sempre pochi. Per il GPL invece, c' è una distribuzione più capillare. Almeno questo è quello che noto dalle mie parti.
Ritratto di SR71s
30 novembre 2016 - 18:38
C'è il mondo che sta andando allo scatafascio (dal punto di vista ambientale) e quando finalmente c'è chi si ingegna per trovare e ottimizzare nuove tecnologie per cercare di salvare il salvabile, quello a cui pensa la gente è l'estetica. Ma che cervello limitato avete?
Ritratto di MAXTONE
30 novembre 2016 - 19:14
Ciò che dici è sacrosanto e sottoscrivo ogni parola tuttavia se l'auto è anche bella il pubblico la premierà. E in questo caso non è solo molto bella ma anche ricca di suggestioni del passato, come dicevamo sopra, riporta alla mente la linea a squalo della splendida CX, semmai sarebbe una gran cosa se Honda proponesse avvenirustici schemi, così affascinanti anche sui prodotti di larga diffusione.
Ritratto di v8sound
30 novembre 2016 - 20:14
Ma tra la produzione jappo mi sapresti indicare qualcosa che non ti piace?
Ritratto di MAXTONE
1 dicembre 2016 - 00:17
Non mi piacciono molto le Nissan oggi e da 15 anni a questa parte e la Suzuki S-Cross (trovo invece molto piacevole Baleno e assai accattivante Ignis).
Ritratto di SR71s
30 novembre 2016 - 22:10
Il pubblico premia le auto belle anzichè le macchine affidabili, ecologiche e quant'altro perchè è stato portato a farlo da una società che premia l'apparenza. Se guidi in centro a Milano con l'Audi 2.0 TDI da 40000€ che inquina come un mercantile sei un figo, se hai la Prius ultimo modello la gente si mette a ridere ridicolizzando la forma dei fari. La conoscenza dell'automobilista medio si ferma quì. Chi compra 60000€ di Honda Clarity lo fa perchè è consapevole di guidare un'auto a idrogeno, mica perchè è accattivante esteticamente.
Pagine