NEWS

Le Honda Clarity sbarcano in Europa

30 novembre 2016

Il modello a celle a combustibile arriva nel Vecchio Continente nell’ambito del progetto HyFIVE per la diffusione dei veicoli a idrogeno.

Le Honda Clarity sbarcano in Europa

BERLINA DA RECORD - La Honda Clarity arriva ora in Europa nell’ambito del progetto per la diffusione dei veicoli a celle a combustibile HyFIVE (Hydrogen For Innovative Vehicles). I modelli sbarcati nel Vecchio Continente sono l’ultima generazione della berlina, quella presentata al Salone di Tokyo del 2015. Già in vendita in Giappone a circa 60.000 euro, la vettura giapponese è una elettrica alimentata da celle a combustibile (fuel cell) alloggiate per la prima volta sotto il cofano consentendo la realizzazione di un abitacolo più spazioso capace di ospitare nel comfort cinque passeggeri. L’idrogeno, stivato nel serbatoio rifornibile in 3 minuti, alimenta le fuel cell per generare l’elettricità necessaria per muovere il motore elettrico da 177 CV ed è sufficiente per garantire un’autonomia di 589 km secondo i test americani dell'Epa (Environment Protection Agency). Un dato, quest’ultimo, che rappresenta il record registrato da una vettura ad idrogeno secondo i rilevamenti sui consumi statunitensi. 

L’EUROPA A IDROGENO - La Honda Clarity contribuirà a concretizzare il l’iniziativa HyFIVE, un piano già attivo in diverse città del Vecchio Continente, compresa l’Italia con il sito di Bolzano (qui per saperne di più) e con il progetto internazionale dell’autostrada a idrogeno che prevede la realizzazione di alcuni distributori sull’A22 del Brennero da Modena fino al confine austriaco. Le Honda, dunque, si aggiungono alle fuel cell di BMW. Mercedes, Hyundai e Toyota per formare la flotta di 185 vetture destinate ad avviare la mobilità H2 in Austria, Danimarca, Germania, Svezia e Regno Unito, oltre alla già citata Italia. 

VERSO L’ERA ELETTRICA - I primi sei esemplari della Honda Clarity sono destinati a clienti di Londra e Copenaghen, città dove esiste già una piccola rete di rifornimento di H2. Non è chiaro se e quando ne arriveranno altri e le modalità di acquisizione delle vetture, ossia se saranno vendute o fornite a noleggio a lungo termine come avviene per le Hyundai impegnate a Bolzano. Di certo è che l’arrivo delle Clarity nel Vecchio Continente rappresenta, secondo il responsabile Ricerca e Sviluppo di Honda e leader del progetto Clarity Thomas Brachmann, il primo passo “verso la piena commercializzazione di questa tecnologia”. Una visione che contribuirà, secondo la dirigenza Honda, a raggiungere l’obiettivo dichiarato dal presidente del marchio Takahiro Hachigo: arrivare entro il 2030 ad avere vendite globali costituite per due terzi da veicoli elettrificati, ossia elettrici, ibridi plug-in e fuel cell.

Honda Clarity
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
24
7
6
0
10
VOTO MEDIO
3,7
3.74468
47


Aggiungi un commento
Ritratto di v8sound
30 novembre 2016 - 20:12
X SR71s. A proposito di cervelli limitati, e questa da noi potrebbe risolvere il problema dell' inquinamento? Complimenti.
Ritratto di SR71s
30 novembre 2016 - 22:01
Grande capacità di analisi e comprensione del testo devo dire. Dove avresti letto che questa risolverebbe il problema dell'inquinamento in Italia? Com'è che si dice adesso? Analfabetismo funzionale?
Ritratto di v8sound
1 dicembre 2016 - 00:21
Infatti ti si addice proprio l'analfabetismo funzionale, rileggiti il mio commento, la mia era una domanda in considerazione di quanto tu hai scritto precedentemente.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
30 novembre 2016 - 22:12
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di SR71s
30 novembre 2016 - 22:27
Dipende dalle priorità. C'è chi aprendo il garage è contento di vedere una bella macchina per essere ben visto agli occhi della società e chi aprendo il garage è contento di vedere un mezzo che (in alcuni paesi) viaggia a emissioni zero.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
30 novembre 2016 - 22:36
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
30 novembre 2016 - 22:51
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di SR71s
30 novembre 2016 - 23:04
Si, l'abbiamo capito che non ti piace. E te lo ripeto: chi spende 60000€ per un'auto a idrogeno, secondo te, lo fa perchè E' BELLA? O perchè non inquina? Per quanto riguarda lo stoccaggio, vai tranquillo, che so di cosa sto parlando, infatti ho messo tra parentesi (IN ALCUNI PAESI). Produrre idrogeno per elettrolisi sfruttando l'energia nucleare come nei paesi evoluti (di certo non l'Italia in cui si vota no al nucleare), secondo te quanto emetti? Ovvio che ora è troppo presto per questa tecnologia, ma prima o poi il momento arriverà, e grazie a questi ferri da stiro non ci arriveremo impreparati. Ricordi quando tutti ridevano in faccia a Toyota per l'ibrido su larga scala? Ora come la mettiamo?
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
1 dicembre 2016 - 19:11
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di MAXTONE
1 dicembre 2016 - 00:20
Ma poi fossero belle le auto che piacciono a FXX, ha un gusto per le "vanilla's car" come dicono gli americani per definire le auto mosce, mica da ridere :)
Pagine