Honda CR-V Hybrid: una ibrida raffinata

22 settembre 2018

La suv di medie dimensioni Honda CR-V è un'evoluta ibrida che eroga complessivamente 184 CV e si basa su un motore termico e due elettrici.

Honda CR-V Hybrid: una ibrida raffinata

NON C'È IL DIESEL - Completamente rinnovata rispetto alla precedente, la quinta generazione della suv media Honda CR-V ha un importante novità anche sotto il cofano: al posto del motore diesel (non previsto) ci sarà infatti una versione ibrida da 184 CV e 315 Nm di coppia, che arriverà in Europa all'inizio del 2019, vale a dire pochi mesi dopo il benzina turbo 1.5 da 173 o 193 CV (qui il primo contatto). L'ibrido si chiama i-MMD (abbreviazione di Intelligent Multi Mode Drive) ed è basato su un benzina 2.0 Atkinson, un ciclo di funzionamento alternativo a quello Otto dove la fase di espansione del pistone è maggiore di quella di compressione. Ciò penalizza il brio, ma è studiato per migliorare l'efficienza e di conseguenza i consumi.

TRE MODALITÀ - Oltre al motore termico sono previsti due motori elettrici (foto qui sotto), integrati dalla casa giapponese diversamente rispetto alla maggior parte degli ibridi convenzionali. Le modalità di guida sono tre. Nella modalità EV Drive, a batterie cariche (sono del tipo agli ioni di litio), il motore elettrico spinge la Honda CR-V senza chiamare in causa il 2.0. In modalità Hybrid Drive, il motore a benzina eroga potenza al generatore, che a sua volta alimenta il motore elettrico di propulsione che quindi spinge le ruote; la potenza in eccesso del motore a benzina viene utilizzata dal motore generatore per ricaricare le batterie. Nella maggior parte delle situazioni di guida in città, la Honda CR-V Hybrid passerà automaticamente dalla modalità Hybrid Drive a quella EV Drive, e viceversa, per ottimizzare l’efficienza. In autostrada e alle alte velocità si attiva invece la modalità Engine Drive, dove le ruote sono azionate dal motore a benzina, con potenza extra fornita su richiesta dal motore elettrico, ad esempio per eseguire una manovra di sorpasso. Alle andature medie la CR-V Hybrid resta circa la metà del tempo in Hybrid Drive e l’altra in Engine Drive.


Come si vede nel disegno qui sopra, la Honda CR-V ibrida è dotata anche di trazione integrale, realizzata con il classico albero di trasmissione per le ruote posteriori.

CAMBIO MONOMARCIA - I tecnici della casa giapponese hanno dovuto lavorare di "fino" per integrare i tre motori, con l'obiettivo di ridurre le vibrazioni su volante e pedaliera e mettere in funzione sempre la modalità di guida adatta. Secondo quanto dichiara la Honda il passaggio tra le varie modalità di guida è impercettibile per gli occupanti. Un sistema di questo genere funziona grazie a un cambio particolarmente evoluto, non a variazione continua di rapporto come sulle ibride tradizionali ma a singolo rapporto fisso, tecnologia scelta per rendere più fluido il trasferimento della coppia fra i motori e verso le ruote.

Honda CR-V
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
74
61
59
42
40
VOTO MEDIO
3,3
3.315215
276




Aggiungi un commento
Ritratto di Mbutu
24 settembre 2018 - 11:14
Marco, il tuo primo commento era un po' diverso dai successivi. Sei passato da "lavora solo il termico" a "il contributo dell'elettrico è minimo"; c'è una bella differenza. E da "Non esiste una configurazione in cui il motore termico faccia da generatore" a "viene chiamato a ricaricare le batterie". Anche in questo una bella giravolta. Alla spiegazione tecnica fatta da Jumputer io aggiungo solo che, proprio perché subentra il termico a ricaricare, le batterie non si scaricano mai. Quindi quello di rimanere con i soli 99 cv è un non problema. Questa fissa del "velocità/giri motore" non la capirò mai: l'auto ha accelerazioni assolutamente in linea con le caratteristiche e le potenze del mezzo, cambia solo il rumore. Sul fatto di preferire il doppia frizione o qualche cavallo in più, niente da dire; de gustibus ... (anche se, permettimi, mettere la guida dinamica fra le "esigenze" è discutibile).
Ritratto di Marco_Tst-97
24 settembre 2018 - 11:46
Le auto odierne dovrebbero essere capaci di garantire una grande facilità di adattamento ad ogni percorso o stile di guida, grazie ai sistemi di taratura elettronica delle componenti attive quali motore e sospensioni: praticamente tutte le auto tranne le citycar e alcune utilitarie permettono di variare tali tarature premendo un tasto o girando una manopola, mentre le "modalità di guida" delle Toyota Hybrid cambiano solo il modo in cui i motori interagiscono tra loro. Le mie prime affermazioni non erano in aperta collisione con le ultime fatte, in quanto se leggerai attentamente vedrai che ho premesso un "praticamente" a tali affermazioni, per non perdermi in discorsi tecnici che servono per lo più ad "indorare la pillola" del fatto che in autostrada la Prius abbia fatto segnare un consumo di 13 km/l, al pari o inferiore a quello di motori a benzina di cilindrata equivalente ma più potenti. E per te quali sarebbero "esigenze", nella guida su strada? Oltretutto non ho detto che la guida dinamica sia un'esigenza, ma solo che il sistema ibrido Toyota non è compatibile con le mie esigenze. Inoltre, secondo te quando il motore termico si accende per ricaricare le batterie, avrebbe senso che il motore elettrico rimanga acceso?! Evidentemente in tali frangenti esso rimane spento fino al raggiungimento di un certo livello di carica, e nell'intervallo di tempo fra la scarica iniziale e la riaccensione la potenza disponibile è di soli 99 CV; per di più, tale intervallo dipende da molti fattori, come la richiesta di potenza alle ruote o le condizioni di traffico (se rimani fermo, "campa cavallo" prima della ricarica).
Ritratto di Mbutu
24 settembre 2018 - 16:47
Marco, se rileggi il tuo primo commento non ci sono "praticamente". Ci sono affermazioni categoriche che sono errate. Poi hai corretto il tiro (che ti devo dire, ti sarai spiegato male all'inizio) e sono rimaste alcune precisazioni da fare a quanto sostieni. Precisazioni che derivano dal fatto che io ho una Toyota ibrida e tutto quanto quello che paventi non si realizza mai: la batteria non va mai a zero quindi non c'è mai un momento in cui il motore elettrico non è in grado di intervenire se chiamato in causa (perchè stiamo parlando di guida normale, non di gare). Allo stesso modo per fare i 13 con un litro in autostrada ci si deve impegnare a farlo apposta, perchè guidando normalmente (non sto parlando di hypermiling) non ci si riesce. Questo ovviamente non significa che l'ibrido Toyota faccia al caso tuo, significa che però se le tue preoccupazioni sono quelle puoi stare sereno. Riguardo alla guida dinamica, avendo messo i due punti pensavo che quanto seguiva fosse l'esemplificazione delle tue esigenze; ho capito male io. Se chiedi a me quali siano le esigenze di guida, la risposta è proprio nel termine "esigenze": se hai bisogno di entrare nella zona ecopass di milano 5 volte a settimana l'ibrido risponde ad un esigenza. Se hai una famiglia numerosa sw o monovolume rispondono ad un'esigenza. Se vivi in montagna la trazione integrala risponde ad un'esigenza. La "guida dinamica", no. E' come il colore della carrozzeria o il disegno dei cerchi: è giusto che tu abbia ciò che ti piace ma non è un'esigenza.
Ritratto di Marco_Tst-97
24 settembre 2018 - 17:03
Però i mezzi pubblici in zona ecopass ci sono, o anche Milano è servita da schifo come Roma? Nel caso, sarebbe proprio il caso di emigrare. Poi dipende da cosa bisogna portarsi appresso, ma anche una bicicletta potrebbe essere una soluzione, tra l'altro quella veramente ad emissioni zero. Io la penso così, personalmente per gli spostamenti in grandi città preferisco i mezzi, soprattutto trame metropolitane, che ti portano un po' dappertutto; inoltre così non si crea il problema del parcheggio, grande croce di tutti gli automobilisti urbani.
Ritratto di Mbutu
24 settembre 2018 - 18:00
E cosa c'entrano i mezzi nel discorso? Non divaghiamo. Fra l'altro, di nuovo, mi pare tu abbia tanta confusione. Questa Honda ad andature autostradali viaggia solo con il termico. Che era la stessa cosa che sostenevi per Toyota (ti cito "Mi spiace ma l'ibrido Toyota prevede che ad alte velocità costanti lavori il solo motore termico") ...però in un caso era un limite nell'altro la soluzione del problema.
Ritratto di Marco_Tst-97
24 settembre 2018 - 19:28
Se leggi bene c'è scritto che dovrebbe essere disponibile una modalità in cui il motore rimane acceso ma viene disconnesso dalla trasmissione, rimanendo un semplice generatore di corrente: nello specifico è la Hybrid drive. Il motore viene collegato alle ruote e contribuisce alla trazione solo nella modalità Engine drive. Comunque le velocità in cui l'ibrido risulta conveniente vengono in questo modo alzate, raggiungendo e forse superando il valore dei 100 km/h. Però è vero che a 130 km/h secondo lo stesso articolo la modalità di guida attiva è la Engine, però questa volta sono stato un po' confuso dalle differenti affermazioni in proposito nello stesso articolo (ultimo paragrafo).
Ritratto di Mbutu
24 settembre 2018 - 23:09
Qui siamo al mirror climbing spinto. L'articolo non parla di 110 o 130. Parla di autostrada ed alte velocità. E si comporterebbe esattamente come secondo te avrebbe dovuto fare Toyota. Salvo essere un difetto da una parte ed un pregio dall'altra. A questo punto era meglio scrivere "le Toyota non mi piacciono" senza scomodare video, test o spiegazioni tecniche ed avremmo risparmiato tutti un sacco di tempo.
Ritratto di AlviseT
27 settembre 2018 - 18:04
Consumi in autostrada di una Toyota. Io ce l'ho da 4 anni e mezzo, 105000km. Se ti poni a 110 km/h di tachimetro con il cruise control in autostrada in piano percorri circa 22 km/l, ai 120 km/h 20.5 km/l.. e a 130 km/h 19 km/l. Trovami un altra automobile non ibrida che con cruise inserito e cambio automatico arrivi a questi consumi.
Ritratto di Jumputer
27 settembre 2018 - 23:01
Alvise T: chi ha ibrido Toyota porta queste esperienza sempre positive.... possibile che ci sono ancora quelli "ho letto la rivista specializzata" nonhanno un HSD ma un TDI magari anche con il FAP "eliminato" e devono sapere tutto loro....
Ritratto di Zot27
24 settembre 2018 - 16:04
'Mi spiace ma l'ibrido Toyota prevede che ad alte velocità costanti lavori il solo motore termico' già con questa frase siamo partiti sbagliati. Ma vede, lei, che mi sembra un giovincello di buona cultura generale, sbaglia a cercar di spiegare argomenti che deve ancora ben approfondire
Pagine