NEWS

La Honda HR-V si rinnova

14 agosto 2018

Tempo di restyling per la Honda HR-V, con vari piccoli aggiornamenti: nella primavera del 2019 arriva anche il nuovo motore 1.5 VTEC turbo.

La Honda HR-V si rinnova

FRONTALE RIVISTO - In vendita tre anni, la crossover compatta Honda HR-V arriverà nelle concessionarie da ottobre 2018 con una serie di migliorie allo stile e alla dotazione di bordo. Le novità sono racchiuse principalmente nel frontale: ma mascherina ha ora un “baffo” cromato che incornicia il logo Honda, ora più grande. Cambia anche il fascione con una diversa forma delle finte prese d’aria che circondano i fendinebbia. Anche i fari hanno un look più moderno e sono sormontati da una cromatura, che si ritrova anche in coda tra i fanali posteriori.

INTERNO PIÙ CURATO - La Honda HR-V 2019 porta all'esordio inoltre nuove ruote in lega di 17” (optional), scarichi dalla finitura cromata e il colore metallizzato blu Midnight. Con l'aggiornamento la crossover non perde una fra le sue caratteristiche principali, ovvero la soluzione del divano con seduta sollevabile, che permette di stivare a bordo anche oggetti ingombranti nonostante le dimensioni relativamente contenute: la crossover misura infatti 430 cm, una lunghezza a prova di città. Fra le novità della Honda HR-V ci sono anche materiali più curati per i rivestimenti, sedili anteriori in grado di offrire un sostengo maggiore e il sistema Active Noise Cancellation, che limita i rumori indesiderati all'interno sfruttando un principio simile a quello di alcune cuffie auricolari: due microfoni “captano” i suoni non graditi e fanno sì che dagli amplificatori escano onde sonore opposte a quelle da cancellare, in maniera tale da coprire i rumori indesiderati.

BENZINA ANCHE TURBO - Il primo motore disponibile per la rinnovata Honda HR-V sarà il benzina aspirato a quattro cilindri 1.5 i-VTEC, già presente sulla versione pre-restyling, ma rivisto all'interno per migliorare la scorrevolezza dei pistoni nelle camere di scoppio: ciò serve per aumentare l'efficienza del 1.5 e di conseguenza far scendere i consumi. La potenza massima di 130 CV non cambia, l'accelarazione da 0 a 100 km/h avviene in 10,7 secondi (11,2 con l'automatico CVT a variazione continua) e la percorrenza dichiarata è di 18,9 km/l. Di serie c'è il cambio manuale a 6 marce. Dalla primavera 2019 si potranno ordinare anche il diesel 1.6 i-DTEC e il nuovo benzina 1.5 VTEC turbo accreditato di una potenza superiore (il dato non è stato ancora rivelato).

Honda HR-V
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
90
68
40
22
20
VOTO MEDIO
3,8
3.775
240
Aggiungi un commento
Ritratto di MirtilloHSD
15 agosto 2018 - 17:06
4
@marco_tst-97 primo, quello fermo sei te. Chi sei per dire che le tue idee sono giuste!? E tranquillo, io non sono un troll, non vado in giro a piantare zizzania. Circa i dati che ti riporto, sono veri. Poi, facciamo un confronto tecnico: il tuo SUV diesel che cilindrata e quanti cavalli ha? Quale sarebbe il Cx aerodinamico? Che auto è? Io a 120 faccio i 16-17. Non sono dati inventati, ma sono quelli riportati dal CDB. Poi, cosa stai dicendo sul discorso delle 4WD ibride? Le BMW? Le Mercedes? Guarda che puoi abbinare una trazione integrale ad un ibrido tradizionale. Poi, ritornando ai consumi in autostrada, sai quanto fa un SUV benzina?? Parlo di SUV con cilindrate 2.0-2.5. Gli effetti sul clima e sulla salute (tumori, ma anche patologie meno gravi ma fastidiose come l'asma) delle diesel (anche i benzina hanno colpa, è dannoso quasi come il diesel) li riportano non solo radical-chic (Amedeo, io non sono un radical-chic, tranquillo, sono uno che guarda come è ridotto il mondo. Non è che se uno preferisce le auto ecologiche è un radical, è come la storia dei Fiattari o dei vaggari), ma anche giornali autorevoli. Se definisci i comuni pecore vai a fare te il sindaco, a parole sono tutti bravi. Caro Amedeo, godrò quando i diesel spariranno, e con il nuovo Governo (che tanti sono bravi a criticare) il divieto del 2040 forse si avvicinerà. Ma tranquilli, i motori eco li hanno inventati per divertimento, il diesel è pulitissimo... E vorrei aggiungere che moltissimi usano, in modo poco intelligente, il diesel in città. Vabbè, non si può discutere con voi. Io ho il piacere di confrontarmi con glia litri, ma quando trovo davanti persone così. Andate avanti a comprare diesel, dopo quando dovrete andare in Germania o a Roma avrete qualche problema che io non avrò con l'ibrido, la motorizzazione del prossimo futuro, in attesa di elettrico alimentato da fonti pulite, di idrogeno e fotovoltaico. Il diesel morirà. Punto.
Ritratto di Zot27
16 agosto 2018 - 21:31
Per Marco_.. , è dimostrato che, 'a tutto tondo', il diesel emette più co2 del benzina. Altro che disinformazione
Ritratto di Marco_Tst-97
16 agosto 2018 - 21:58
Dovresti informarti da testate e canali automobilistici più informati, dato che una delle ragioni di predilezione del diesel negli anni antecedenti il dieselgate era proprio la bassa produzione di anidride carbonica. In compenso il diesel produce più polveri sottili, che non provocano il surriscaldamento del pianeta ma potrebbero (e comunque non così spesso come si crede) essere causa di malanni e forse (ma attualmente rimane solo teoria) di tumori, cosa che ne sconsigli l'uso prevalente in città (più del 40% del tragitto medio).
Ritratto di Zot27
16 agosto 2018 - 22:55
Testate e canali automobilistici esistono per difendere l'automobile, come un avvocato difensore difende un criminale. Qua si parla di co2 emessa a livello di produzione di tutto ciò che serve all'esistenza di un'auto: e vince di qualche tonnellata l'auto a benzina; basta cercare in rete
Ritratto di Marco_Tst-97
16 agosto 2018 - 23:24
Sì, come per quanto riguarda la somministrazione dei vaccini. La rete non è un repertorio affidabile e assoluto, è pieno di fake news e articoli scritti da chi è "laureato all'università della strada", senza un briciolo di nozioni tecniche e spiegazioni. Ho invece seguito un canale aperto da studenti di ingegneria, da cui ho appreso pregi e difetti dei motori diesel, e anche dei FAP e degli EGR. Ovviamente sono solo nozioni di base, ma l'uso reale non contraddice la situazione teorica, in quanto qualsiasi tecnologia, non solo il diesel, in condizioni reali ha un rendimento minore e quindi emissioni maggiori.
Ritratto di MirtilloHSD
18 agosto 2018 - 06:11
4
X Zot27. Concordo!
Ritratto di Jumputer
16 agosto 2018 - 19:02
E' bello sentire gli elogiatori del diesel che parlano di co2.. Fatevi alcune domande: Ma le avete lette le emissioni a km di co2 delle vostre auto? Lo conoscete questo parametro della vostra auto? Fra una rav4 ibrida ed un tiguan 2.0 tdi 4wd: Quale è meglio per effetto serra e per i NOSTRI polmoni ?Fra una rav4 brida ed un tiguan 2.0 tdi 4wd quale è meglio da mostrare agli amici.... Quello che conta per molti di voi e' l'ultima risposta.... Ma questo vale fra auris ibrida e golf tdi dove il raffronto dei parametri "ecologici" è imbarazzante a favore della prima... guardate i parametri tecnici, come quando comprate il frigo o la asciugatrice che deve essere a++++++++. Aspettate pure anche il nuovo ciclo di omologazione wltp e la distanza aumenterà... Ma per molti di voi è irrilevante perche' quello che conta.. è il marchietto... quindi ben venga la versione ibrida con cvt o 7 marce che se ne frega,,, basta che sia una vera full hybrid...
Ritratto di Marco_Tst-97
16 agosto 2018 - 19:37
Io non sono contro l'ibrido, ma pensa che se non fosse stato abbandonato, l'ibrido diesel avrebbe emissioni di CO2 e consumi inferiori a quelli dell'ibrido benzina. Semplicemente, non sono d'accordo con la sistematica caccia alle streghe fatta contro il diesel, mentre prima veniva addirittura lodato come migliore in tutto rispetto ai benzina. Nessuna delle due posizioni è corretta: il diesel è un motore onesto, con i suoi pregi e i suoi difetti. Punto.
Ritratto di Jumputer
16 agosto 2018 - 21:44
Ho due prius in famiglia ed una è del 2005... le hai mai provate le ibride toyota? non si rompono mai perchè "sono" semplici. No frizioni no turbo no intercooler no FAP no catena distribuzione ecc ecc. se hai dubbi la batteria (che ha 10 anni di garanzia ...mai cambiata) , costa 2000 euro ma trovi su internet i singoli moduli a 30 euro.... l'ibrido diesel OGGI avrebbe richiesto FAP (immaginati il FAP con l'accendi spegni di un ibrido mi vien da ridere), serbatoio di urea per i NOX e tutte le complicazioni di turbo candelette ecc ecc. antieconomico... una yaris ibrida diesel non la avrebbero potuta fare.... poi.. ho il vizio di andare in bici.. in salita se ti supera un diesel è "vergognosa" la puzza che senti.... mi è capitato anche lo "spurgo" di un FAP in diretta.. Un inceneritore senza filtri.... ma cavolo.... e questo dello "spurgo" del FAP non c'è euro6-7-8 che tenga.. adesso diranno ma il FAP lo mettono anche sui benzina iniez.diretta Turbo.... e' vero... domandatevi perchè jap e coreani sugli ibridi non usano iniz. diretta e turbo.....ma ciclo aktinson... ma anche FCA sulla Chrysler Pacifica Ibrida.... penso di avervi dato la risposta... quindi anche non ibrido forse meglio una yaris 1.5 aspirata che una 1.0 3 cil turbo
Ritratto di Marco_Tst-97
16 agosto 2018 - 22:03
Tutto giusto, ma sinceramente anche io ho il "vizio" di andare in bici e il fumo nero lo vedo solo quando vengo sorpassato da un vecchio camioncino o da un vecchi auto diesel defappata. Per il resto, sinceramente spesso ho caricato il bagagliaio di auto diesel accese, ma sempre a norma, quindi con tutti i dispositivi antinquinamento previsti dalla norma vigente, e non ho mai avuto problemi.
Pagine