Honda Jazz: per noi è solo ibrida

Pubblicato 23 ottobre 2019

La quarta generazione della Honda Jazz verrà venduta in Europa solo con il sistema ibrido. In arrivo a giugno 2020.

Honda Jazz: per noi è solo ibrida

STILE PIÙ ESSENZIALE - La nuova Honda Jazz mantiene l’impostazione di una piccola monovolume lunga poco più di 4 metri, ma cambia completamente, grazie al design rivisto, alla nuova piattaforma e all’inedito sistema ibrido. Lo stile è ora più pulito ed essenziale: si nota la presenza di un montante anteriore più sottile rispetto alle auto tradizionali pensato per aumentare la visibilità. Il design “minimal” della carrozzeria è ripreso anche all'interno dove si troviamo una plancia essenziale con pochi comandi a pulsante. Il cruscotto è digitale e, naturalmente, non può mancare un ampio schermo per il sistema multimediale, che può contare su un hotspot wi-fi integrato e la compatibilità con Android Auto e Apple CarPlay.

TRE MOTORI - Il sistema ibrido della nuova Honda Jazz ricalca quello della suv CR-V, con un quattro cilindri 1.5 al posto del 2.0. L'auto si muove sempre in elettrico; il motore termico è collegato a un generatore e, quando la batteria si sta scaricando, entra in funzione e produce corrente. Sopra una certa velocità (attorno agli 80 km/h), poi, si chiude una frizione e il 1.5 viene collegato direttamente alle ruote: da qui in poi sarà solo lui a muoverle.

GRANDE VERSATILITÀ - Molta cura è stata posta nel miglioramento del comfort della Honda Jazz, grazie a nuovi sedili anteriori più larghi e dotati di un supporto a tappetino e non a molla, pensato per diminuire l'affaticamento nei lunghi viaggi. Anche le sedute posteriori sono state migliorate, grazie alla presenza di un'imbottitura più spessa. Come sulla precedente generazione il serbatoio è collocato al centro del pianale, al di sotto dei sedili anteriori, e questo permette di mantenere la versatilità dei sedili posteriori completamente ribaltabili per consentire un grande spazio di carico.

TANTA TECNOLOGIA - La tecnologia di assistenza alla guida della Honda Jazz prevede una telecamera ad alta definizione, che consente di migliorare sensibilmente la visione del contesto ambientale attorno all’auto, compreso il riconoscimento di banchine senza cordoli o della segnaletica orizzontale, il sistema di frenata a riduzione di impatto (CMBS) con funzionamento notturno, che rileva pedoni e ciclisti (anche in assenza di illuminazione stradale) e il cruise control adattivo, per seguire il traffico anche a bassa velocità e in condizioni di congestione applicando il sistema di mantenimento della corsia sulle strade urbane e di campagna o sulle autostrade a più corsie.

C'È ANCHE LA CROSSTAR - La nuova Honda Jazz arriverà nelle concessionarie a giugno 2020 e sarà offerta anche in versione "suvizzata" Crosstar, caratterizzata da un assetto leggermente rialzato, barre portatutto sul tetto e profili di protezione in plastica nella parte bassa della carrozzeria.

Honda Jazz
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
50
26
31
27
39
VOTO MEDIO
3,1
3.121385
173




Aggiungi un commento
Ritratto di andrea999
30 ottobre 2019 - 17:49
Il pannello fotovoltaico sul tetto genera max 0,1Kw ogni ora se ben irraggiato, in pratica non serve a una beata...
Ritratto di Jumputer
1 novembre 2019 - 17:56
Serve serve. In estate al sole il ventilatore gira.... L'abitacolo lo trovi con qualche grado di meno. Posso accendere il climatizzatore (sulle ibride toyota è elettrico dal 1997) con il telecomando ... Qui non serve il motore termico acceso per far girare ventole e compressore.... Non è normale sulle altre ma qui è così... Certo che i doppi scarichi finti sono sicuramente più utili... e gli "accessori" FAP e ADblue ancora di più....
Ritratto di v8sound
2 novembre 2019 - 18:41
Per l'accendisigari e le luci di cortesia...
Ritratto di nik66
23 ottobre 2019 - 13:44
a prima vista, per me, non è niente male
Ritratto di oretaxa
23 ottobre 2019 - 13:51
A me piace,poi il sistema ibrido è veramente innovativo: https://www.honda.it/cars/world-of-honda/present/hybrid/performance.html Devo solo verificare che non abbia la seduta bassa come il modello attuale, che mi ha fortemente deluso.
Ritratto di francesco.87
23 ottobre 2019 - 13:57
troppo pulita la linea posteriore della versione normale
Ritratto di Melancholia
23 ottobre 2019 - 15:39
La pulizia delle linee le ha fortemente giovato imho. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di Marco_Tst-97
24 ottobre 2019 - 09:51
Nah, io preferivo la Jazz/Fit in via di pensionamento, perché era comunque pratica senza sacrificare la linea, che finalmente era più sportiva e meno da monovolume solo pratica e null'altro. Insomma, rappresentava appieno il livello dell'auto, che aveva un motore discretamente potente rispetto alla concorrenza e anche una buona tenuta di strada. Comunque, delle giapponesi presentate finora a questo Salone, preferisco la Levorg, che per fortuna tornerà ad avere un motore turbo anziché l'asfittico aspirato.
Ritratto di bridge
23 ottobre 2019 - 14:03
1
Dietro mi ricorda la Opel Crossland X. La mia preferita rimane la seconda serie.
Ritratto di Elix69
23 ottobre 2019 - 14:09
Ho sempre apprezzato i concetti ispiratori della jazz. In 4 metri hai tutto e ci puoi fare tutto! Esteticamente questa versione attecchirà anche in Europa, credo. Gli interni sono molto belli e sembrano di qualità. La versione rialzata è orribile. Figlia probabilmente della mania suvvizzante del momento. Saluti
Pagine