Honda Jazz: per noi è solo ibrida

Pubblicato 23 ottobre 2019

La quarta generazione della Honda Jazz verrà venduta in Europa solo con il sistema ibrido. In arrivo a giugno 2020.

Honda Jazz: per noi è solo ibrida

STILE PIÙ ESSENZIALE - La nuova Honda Jazz mantiene l’impostazione di una piccola monovolume lunga poco più di 4 metri, ma cambia completamente, grazie al design rivisto, alla nuova piattaforma e all’inedito sistema ibrido. Lo stile è ora più pulito ed essenziale: si nota la presenza di un montante anteriore più sottile rispetto alle auto tradizionali pensato per aumentare la visibilità. Il design “minimal” della carrozzeria è ripreso anche all'interno dove si troviamo una plancia essenziale con pochi comandi a pulsante. Il cruscotto è digitale e, naturalmente, non può mancare un ampio schermo per il sistema multimediale, che può contare su un hotspot wi-fi integrato e la compatibilità con Android Auto e Apple CarPlay.

TRE MOTORI - Il sistema ibrido della nuova Honda Jazz ricalca quello della suv CR-V, con un quattro cilindri 1.5 al posto del 2.0. L'auto si muove sempre in elettrico; il motore termico è collegato a un generatore e, quando la batteria si sta scaricando, entra in funzione e produce corrente. Sopra una certa velocità (attorno agli 80 km/h), poi, si chiude una frizione e il 1.5 viene collegato direttamente alle ruote: da qui in poi sarà solo lui a muoverle.

GRANDE VERSATILITÀ - Molta cura è stata posta nel miglioramento del comfort della Honda Jazz, grazie a nuovi sedili anteriori più larghi e dotati di un supporto a tappetino e non a molla, pensato per diminuire l'affaticamento nei lunghi viaggi. Anche le sedute posteriori sono state migliorate, grazie alla presenza di un'imbottitura più spessa. Come sulla precedente generazione il serbatoio è collocato al centro del pianale, al di sotto dei sedili anteriori, e questo permette di mantenere la versatilità dei sedili posteriori completamente ribaltabili per consentire un grande spazio di carico.

TANTA TECNOLOGIA - La tecnologia di assistenza alla guida della Honda Jazz prevede una telecamera ad alta definizione, che consente di migliorare sensibilmente la visione del contesto ambientale attorno all’auto, compreso il riconoscimento di banchine senza cordoli o della segnaletica orizzontale, il sistema di frenata a riduzione di impatto (CMBS) con funzionamento notturno, che rileva pedoni e ciclisti (anche in assenza di illuminazione stradale) e il cruise control adattivo, per seguire il traffico anche a bassa velocità e in condizioni di congestione applicando il sistema di mantenimento della corsia sulle strade urbane e di campagna o sulle autostrade a più corsie.

C'È ANCHE LA CROSSTAR - La nuova Honda Jazz arriverà nelle concessionarie a giugno 2020 e sarà offerta anche in versione "suvizzata" Crosstar, caratterizzata da un assetto leggermente rialzato, barre portatutto sul tetto e profili di protezione in plastica nella parte bassa della carrozzeria.

Honda Jazz
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
50
26
31
27
39
VOTO MEDIO
3,1
3.121385
173




Aggiungi un commento
Ritratto di ziobell0
23 ottobre 2019 - 23:17
linea orribile.
Ritratto di Agl75
23 ottobre 2019 - 23:31
Ho appena finito di leggere l’articolo sulla Aston Martin Vantage e mi imbatto in questo water di auto. Il mondo è bello perché vario. E spietato perché mi riporta alla triste realtà...
Ritratto di Jumputer
24 ottobre 2019 - 00:05
Esatto il mondo è vario. Tu hai letto l'articolo di entrambe io solo di questa. Interessi e probabilmente budget differenti e se proprio devo leggere un articolo su un'auto da oltre 100 k leggo quello su di una Tesla. Tutto il resto è vecchio. Ripeto io la penso così come molti altri le vendite Aston Martin .. https://www.investireoggi.it/motori/aston-martin-crollano-le-vendite-nel-primo-trimestre/ ma il mondo è bello perchè è vario.... e sta cambiando rapidamente anzi molto rapidamente http://bit.ly/35u2Qo1 e http://bit.ly/2IRnZil
Ritratto di Marco_Tst-97
24 ottobre 2019 - 09:58
Forse è proprio per colpa di quelli come te che bannano qualsiasi auto che non sia elettrica come "vecchia"'... il problema è che il numero di ignoranti in fatto di auto aumenta sempre di più...
Ritratto di Giuliopedrali
24 ottobre 2019 - 14:36
Esiste pure il XXI secolo, e solo poche auto sono già nel XXI secolo in realtà, le elettriche, quasi tutte, di sicuro.
Ritratto di Marco_Tst-97
24 ottobre 2019 - 14:47
Il XXI secolo è solo quello dopo il XX e prima del XX. Punto. Non c'è nessuna altra cosa che sia oggettiva riguardante il nostro secolo, né da nessuna parte c'è scritto che una cosa sia da 2019, una da 2020 eccetera. Siete solo voi a settorializzare le annate...
Ritratto di ELAN
24 ottobre 2019 - 15:17
1
Almeno il secolo precedente fu definito "Secolo breve", quello attuale non dà neppure soddisfazione. (e meno male!)
Ritratto di ELAN
24 ottobre 2019 - 15:22
1
P.S. per noi fortunati europei... che nel Secolo breve abbiamo visto qualche piccolo sconvolgimento nel nostro continente. Ma appena appena.
Ritratto di Giuliopedrali
24 ottobre 2019 - 16:23
Diciamo che il "secolo breve" dopo capolavori irripetibili, dalla 2CV alla GTO, terminò con oscene Jaguar X Type su base Mondeo al posto delle flessuose XJ6 e Alfa 146 su base Tipo al posto delle 33boxer o la Nuova Delta modello pensionati al posto della Delta Integrale... Mentre questi nuovi anni 20 si preannunciano spettacolari come il 1904, puoi scegliere tra benzina, diesel, ibrido, GPL, metano, elettrico, elettrico solare, idrogeno, ci sono decine di start-up che appunto manco fossimo nel 1904, auto italiane davvero italiane, americne lo stesso, cinesi uguale ecc ecc vale per tutti anche i vietnamiti, berline tra le più belle degli ultimi 30 anni e crossover che fanno intravedere il futuro.
Ritratto di ELAN
24 ottobre 2019 - 17:06
1
A me piaceva la Stratos Zero
Pagine