NEWS

Honda Jazz: sicurezza in primo piano

Pubblicato 30 aprile 2020

La piccola Honda Jazz, in arrivo a fine maggio 2020, ha dieci airbag (compreso quello centrale anteriore) e tanti aiuti alla guida.

Honda Jazz: sicurezza in primo piano

UNA RARITÀ - Dieci airbag su un'utilitaria? Non è una cosa comune, ma è proprio questo il numero dei cuscini di sicurezza che troviamo di serie sulla nuova utilitaria Honda Jazz (lunga 400 cm), che sarà nelle concessionarie italiane da fine maggio 2020 con prezzi da 22.500 euro (qui per saperne di più). Ancora più insolita è la presenza dell’airbag centrale per i posti anteriori che, in caso d’incidente laterale, si frappone fra i due passeggeri evitando che possano urtare l’uno contro l’altro.

TUTTI PROTETTI - Nel progettarlo, la casa Honda ha dovuto rivedere non soltanto la poltrona di guida, perché il cuscino è inserito nella sua imbottitura superiore, ma anche il bracciolo: è rialzato rispetto alla precedente generazione e aiuta a trattenere lateralmente il corpo dopo l’impatto. Secondo la Honda, l’airbag centrale riduce gli infortuni alla testa fino all’85% in caso di urto alla fiancata contigua al sedile di guida, e fino al 98% se l'urto avviene nella fiancata opposta. L’airbag centrale della Honda Jazz 2020 si aggiunge a quelli anteriori frontali, anteriori laterali, anteriori a tendina, anteriore per le ginocchia del guidatore e posteriori, studiati per coprire sia la zona delle portiere sia quella del montante centrale. Gli airbag posteriori, celati nell’imbottitura delle sedute, non hanno impedito alla Honda di riproporre gli utili Magic seats, che consentono di reclinare lo schienale e la seduta consentono di caricare oggetti ingombranti.

RICCA ANCHE DI AIUTI - Oltre agli airbag, l’edizione 2020 della Honda Jazz è molto ricca anche sul fronte degli aiuti alla guida, tanto da avere sistemi non comuni fra le auto di questa categoria: si possono avere il sistema per il mantenimento della corsia, il controllo dell’angolo cieco, il riconoscimento dei segnali stradali e la regolazione automatica dei fari abbaglianti che li spegne (oltre i 40 km/h) all’approssimarsi di un altro veicolo e li riaccende quando la strada è libera. Non manca nemmeno il regolatore di velocità adattativo, che imposta automaticamente la velocità “leggendola” dai cartelli stradali.

VIDEO
Honda Jazz
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
35
24
25
20
33
VOTO MEDIO
3,1
3.058395
137




Aggiungi un commento
Ritratto di SHAKEN NOT STIRRED
30 aprile 2020 - 14:13
Nel mercato attuale dell'auto, considerando dotazioni e motorizzazione full Hybrid, quale sarebbe secondo te il prezzo corretto di questo gioiellino giapponese?
Ritratto di Gen
30 aprile 2020 - 14:40
Notevole il numero di airbag ma 22.500 per un 'utilitaria è eccessivo anche avesse il volante d' oro. La Civic base a cosa la dovrebbero vendere allora a 28.000 €?
Ritratto di Livio1952
30 aprile 2020 - 14:50
Un' ibrida con consumi che arrivano a 22 km litro ed emissioni di 109 g per km ,ha, a mio avviso grossi limiti. A parte il fatto, importante, che la jazz ha dimensioni da vera B moderna, la nuova Yaris resta sempre il vero farò per le ibride.
Ritratto di Gen
30 aprile 2020 - 14:55
Esatto. Senza contare che la stracollaudata Yaris ha un prezzo di partenza inferiore. Il problema è che ora cavalcano tutti l'onda delle auto ibride ed i prezzi si impennano..
Ritratto di ZIO giap
1 maggio 2020 - 17:22
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di subayota
1 maggio 2020 - 17:26
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di Gen
1 maggio 2020 - 17:36
Mi sembra giusto. Toyota sono più di 20 anni che fa ibrido e non la calcolava nessuno. Ora il mondo dice che la strada è quella e tutti a comprare ibrido da marchi premium che hanno zero esperienza in materia ma come sempre finché non sono loro a percorrere quella strada allora la gente non si sveglia. Solite pecore, tedesco buono ed il resto m... Bisogna ragionare con la testa. Non è tutto oro quello che luccica
Ritratto di bluspazioprofondo
4 maggio 2020 - 09:47
Fino ad adesso hanno venduto ibride anche di altri marchi per i vantaggi economici legati ad esse (ZTL libere, parcheggi gratis, blocchi traffico aggirati, consumi bassi in città specialmente), non di certo per la (imho dubbia) maggiore ecologia rispetto a una tradizionale. In Italia è cosi, ma forse anche in altri posti. Tutta gente che se un domani leggessero dell'introduzione di un carburante ancor più vantaggioso economicamente, diverso da derivati dal petrolio ed elettricità, le ibride e quelle poche elettriche le manderebbero al diavolo subito. Dipende da quanto ci investono e da quanto spingono per recuperare e poi guadagnare da quei investimenti, nonché dalla volubilità della gente.
Ritratto di Xile96
30 aprile 2020 - 14:40
Potrebbe avere anche 25 airbags e la solidità di un carrarmato ma rimane brutta quasi come la morte. Brutte come la morte erano Fiat Duna ed Alfa Romeo Arna. Saluti
Ritratto di treassi
30 aprile 2020 - 14:49
Comunque gli ultimi 7 articoli non sono su suv e crossover... Il vento è cambiato...
Pagine