I Google Glass per controllare la tua Hyundai

Il nuovo sistema multimediale Blue Link, che comunica con i Google Glass, debutta sulla Hyundai Genesis, ma sarà adottato anche da altri modelli.
A NOVE MESI DAL LANCIO - Appena il 16 aprile dello scorso anno Google ne aveva rivelato al mondo le specifiche tecniche; oggi, gli occhiali speciali che portano il nome del celebre motore di ricerca americano approdano su un'automobile. Il merito è della Hyundai che, insieme ad altre innovazioni in grado di far dialogare al meglio conducente, automobile e smartphone come un “unico processore”, ha presentato il proprio sistema di integrazione con i Google Glass al Consumer Electronics Show di Las Vegas, ormai per certi versi un “doppione” o un'anticipazione del Salone di Detroit, vista la fitta presenza di costruttori automobilistici e di novità a quattro ruote e non soltanto.
 
COME FIDELIZZARE I CLIENTI - I Google Glass, i primi al mondo dotati di realtà aumentata, cioè capaci di arricchire la percezione sensoriale umana mediante informazioni rielaborate e convogliate elettronicamente, approdano su un'automobile grazie alla filiale yankee del marchio coreano. “Questo strumento offre un'innovativa opportunità per la nostra azienda di definire meglio e di estendere l'esperienza del cliente al di fuori del veicolo di sua proprietà o in suo possesso", ha affermato Barry Ratzlaff della Hyundai. "Il nostro sistema Blue Link, combinato con i Google Glass, propone un'esperienza unica per i guidatori perché renderà alcune funzioni dei veicoli ancora più popolari e decisamente convenienti nell'approccio per il loro fruitore”. 
 

Il nuovo sistema multimediale Blue Link debutta sulla nuova Hyundai Genesis e sarà adottato anche da altri modelli. Guarda il video del suo funzionamento che trovi in fondo alla news.
 
CONTROLLO REMOTO DEL VEICOLO - La Hyundai Motor America prevede di espandere le funzionalità delle varie App integrate nei Google Glass, per permettere al conducente o al proprietario dell'auto di accedere in remoto a tutte le funzioni di servizio, di sicurezza e di infotainment. Eccone alcuni esempi: accensione del veicolo a distanza; apertura/chiusura delle portiere a distanza; ricerca a distanza del proprio veicolo, in maniera da ricevere indicazioni dallo stesso su come raggiungerlo; trasmissione dei luoghi di destinazione o di interesse al sistema di navigazione, tramite gli occhiali stessi; invio all'auto dell'ordine di cercare un distributore di carburante; chiamata del soccorso stradale; contatto con un agente del servizio Blue Link di assistenza Hyundai; individuazione delle concessionarie o delle officine autorizzate nelle vicinanze; possibilità per i Google Glass di scaricare la nuova piattaforma telematica Blue Link dal sito MyGlass, già predisposto dal motore di ricerca statunitense.
 
COME UNA TV DA 25 POLLICI - Naturalmente, per accedere ai servizi, effettuare il login e impiegare la App è necessario un abbonamento Blue Link in corso di validità, cioè attivo, e un veicolo compatibile. È bene ricordare che i Google Glass, oggi disponibili nella versione Explorer, prevedono naselli regolabili e telaio resistente, adatti a qualsiasi conformazione del viso; display ad alta risoluzione, equivalente ad uno schermo ad alta definizione da 25 pollici posto a due metri di distanza; fotocamera da 5 mega-pixel e registrazioni video a 720 p; audio a conduzione ossea; Wi-Fi; 12 giga-byte di memoria utilizzabile, sincronizzato con Google Cloud; compatibilità con qualsiasi cellulare dotato di Bluetooth.


Leggi l'articolo su alVolante.it