Hyundai i10, qualcosa di più di una citycar

10 settembre 2013

La nuova Hyundai i10 cresce molto nella dotazione, nelle finiture e nello spazio. Che non sono quelli che ci si aspetta da un'auto da città.

Hyundai i10, qualcosa di più di una citycar
SI È FATTA BELLA - A sei anni dal debutto, la Hyundai i10 è ancora apprezzata per la praticità e per il valido rapporto tra qualità, dotazione e prezzo. Su queste doti punta anche il nuovo modello, che si mostra per la prima volta qui a Francoforte e che arriverà in Italia entro la fine dell'anno. Ma, quanto al resto, la nuova Hyundai i10 è proprio tutta un'altra cosa. A partire dall'estetica. Senza essere particolarmente innovativo, lo stile è moderno, e questa citycar ha ora quello slancio e quell'armonia che prima le facevano un po' difetto. Parte del merito va alle nuove misure: l'auto è otto centimetri più lunga (sono 367 in tutto), cinque più larga (siamo a 166) e quattro più bassa (150). Ma anche la cura riservata ai particolari fa molto. Il frontale, dal cofano corto, ha un'ampia presa d'aria inferiore e una sottile mascherina che collega i fari spigolosi; le luci diurne a led sono una “elle” rovesciata che contorna gli inserti neri dove sono inseriti i fendinebbia; la fiancata, semplice e netta, ha i finestrini che si stringono andando verso la coda ed eleganti fasce paracolpi laterali (nere o nel colore della carrozzeria a seconda delle versioni); ben inseriti i cerchi in lega di 15 pollici (ma le versioni meno ricche li monteranno di 13 o di 14”), gli specchietti che incorporano le sottili frecce a led e le maniglie cromate. I fanali e parte del lunotto “sbordano” sulla fiancata dalla coda, che è ben proporzionata e si caratterizza per la targa posta in basso, nel paraurti.
 
 
SPAZIO E FINEZZE - Dicevamo della praticità. Ebbene, le grandi porte della Hyundai i10 consentono un facile accesso davanti come dietro, e quattro adulti, anche piuttosto alti, si trovano a loro agio. Stringendosi, poi, si può viaggiare in cinque. Per la categoria, è ampio anche il baule (252/1046 litri, mentre sul modello attuale sono 225/910) oltre che ben rifinito: è interamente rivestito, con feltro di buona qualità e plastiche realizzate con precisione. L'abitacolo è molto curato per essere quello di una citycar. Come l'esterno, non brilla per personalità, ma il disegno è piacevole e vivace (ci sono ampi inserti in quattro colori contrastanti a scelta), i materiali di buon livello e i portaoggetti ampi e numerosi. La dotazione della Hyundai i10, poi, è degna di auto più grandi. Le vetture esposte, le più ricche, avevano la radio con ampio display, sei altoparlanti, prese Aux e Usb e comandi anche sul volante; le cinture di sicurezza regolabili in altezza (come pure il sedile sinistro e il volante), le maniglie sul tetto “ammortizzate”, quattro alzavetro elettrici e persino i sedili riscaldabili. Il coperchio che richiude l'ampio vano nella consolle, poi, è una vera sciccheria; basta una lieve pressione per farlo aprire con dolcezza (lo scorrimento è frenato). Insomma, tenendo anche conto dei gradevoli inserti in colore contrastante (quattro a scelta) su plancia e pannelli, non sembra di stare su una citycar ma su un'auto di livello superiore.
 
 
DUE MOTORI, E PURE A GPL - La Hyundai i10, che anche nella meccanica presenta sostanziose novità, potrà montare un tre cilindri 1.0 da 66 cavalli (67 per la versione a Gpl Econext, realizzata direttamente in fabbrica) o un quattro cilindri 1.2 con  87 CV; le velocità massime dichiarate sono, rispettivamente, di 155, 149 e 171 km/h, mentre per i consumi si va dai 23,2 km/litro della 1.0 nell'allestimento “economico” Blue Drive ai 16,1 km con un litro di Gpl per la versione a gas. Oltre al cambio manuale a cinque marce, le versioni a benzina potranno montare un automatico. Chiudiamo ricordando che tutte le i10 disporranno di Abs, Esp, quattro freni a disco e sei airbag, e si potranno avere anche il “clima” automatico e i sensori della pressione delle gomme. E i prezzi? I responsabili della filiale italiana garantiscono che una 1.0 “base” si porterà a casa con meno di 10.000 euro. Inclusi cinque anni di garanzia.
VIDEO
Hyundai i10
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
71
94
55
25
40
VOTO MEDIO
3,5
3.45965
285




Aggiungi un commento
Ritratto di gio.G
13 settembre 2013 - 09:13
20
Ok mandami la mail allora :)
Ritratto di MatteFonta92
13 settembre 2013 - 11:50
3
Te l'ho scritta in un messaggio privato, l'hai ricevuto? È del 12 settembre, dai un'occhiata nel tuo profilo :-)
Ritratto di gio.G
13 settembre 2013 - 14:39
20
Sisi. Ricevuta :) Appena posso ti mando una mail cosi hai anche tu il mio indirizzo.
Ritratto di MatteFonta92
13 settembre 2013 - 16:53
3
Va bene :-)
Ritratto di siculo73
10 settembre 2013 - 17:17
personalmente trovo questa nuova i10 cresciuta un pò su tutti i fronti al punto che per me è la vera alternativa alla nuova panda. sono le uniche auto che con qualche sacrificio possono assolvere alla funzione di unica auto di famiglia, le altre auto moderne e valide hanno tutte qualcosa che mi sa di incompiuto vedi un solo tasto x alzacristallo, vetri post a compasso o bocchette di areazione centrali inesistenti e via dicendo. questa e la panda sono auto adulte, e la nuova i10 adesso è decisamente più gradevole, bravi!
Ritratto di MaCiao5
10 settembre 2013 - 17:51
3
possiamo ammettere che è molto migliorata ed è anche parecchio carina, ma in diversi punti mi sembra la Clio/Captur (anche se cio è un bene, dato che sono due auto che mi piacciono molto). Gli interni sono davvero al top
Ritratto di bubu
10 settembre 2013 - 18:38
beh non male! credo che possa confermare il successo del modello che sostituisce! in particolare molto riuscito il posteriore!
Ritratto di M93
10 settembre 2013 - 19:02
Carina questa nuova I10, sembra proprio ben fatta ed equipaggiata, specialmente se confrontata con il modello attuale. Anche se le protezioni laterali e la forma della fiancata, soprattutto in 3/4 posteriore, ricordano la Renault Clio...;)
Ritratto di Bounty Killer
10 settembre 2013 - 20:23
Il Gruppo Hyundai/Kia inanella vetture una più azzeccata dell'altra da parecchio, oramai. Segno d'impegno e serietà. Questa nuova i10 è l'ultimo esempio di auto di qualità in rapporto il segmento di mercato. Apprezzo un po' tutto: estetica (interni/esterno), aumentata praticità, materiali e finiture che paiono migliorati, dotazione più ricca e al passo coi tempi e le esigenze d'un pubblico sempre più attento. Manca solo un bel 1300/1400 turbodiesel da almeno 95/100 CV e la scelta motoristica è ghiotta e completa.
Ritratto di alberto c
10 settembre 2013 - 20:47
Sinceramente non mi convince molto, il posteriore poi è la copia quasi identica della vecchia toyota yaris
Pagine