Hyundai i30: un bel salto di qualità

30 settembre 2016

La Hyundai i30 si rinnova completamente e compie un grande progresso in termini di design, qualità e dotazioni tecnologiche.

Hyundai i30: un bel salto di qualità

CRESCE ANCHE DIETRO - La principale novità della Hyundai per il Salone di Parigi è la terza generazione della berlina Hyundai i30, completamente riprogettata. È stata disegnata e sviluppata in Europa, pur essendo un modello destinato a vari mercati nel mondo; questo la dice lunga sulle intenzioni della casa di conquistare quei clienti che normalmente avrebbero scelto una Renault Megane, una Volkswagen Golf o una Peugeot 308, modelli che rientrano fra le berline a cinque porte di lunghezza pari a 430/440 cm. La Hyundai i30 ne misura 434 ed è più lunga di 4 cm rispetto all’edizione uscente, mentre la larghezza aumenta di 2 cm (a 180 cm) e l’altezza cala di 1 cm (a 146 cm). Rispetto al modello oggi in vendita, lanciato nel 2011, il baule della nuova i30 guadagna 17 litri in configurazione base e raggiunge i 395.

NUOVA FACCIA - L’impressione di maggior larghezza della nuova Hyundai i30 è accentuata dalla mascherina anteriore, che ha una forma trapezoidale e verrà presto introdotta su tutte le nuove automobili della Hyundai (fra le prime c’è la rinnovata i10). La i30 del 2017 adotta in opzione i fari anteriori a led, ha un’aerodinamica molto curata (il coefficiente Cx è di 0,30) e può essere ordinata con ruote da 15 a 18 pollici. La plancia segue un andamento orizzontale e include l’ampio monitor del sistema multimediale, proposto nelle varianti da 5 pollici e 8 pollici, insieme ai protocolli di comunicazione Apple CarPlay e Android Auto e ai servizi a pagamento della TomTom: la sottoscrizione fornisce aggiornamenti in tempo reale su traffico, meteo e punti di interesse. Nella plancia è collocata una basetta per la ricarica senza fili degli smartphone predisposti.

IL 1.0 È A TRE CILINDRI - La Hyundai i30 del 2017 verrà costruita in Repubblica Ceca e si potrà ordinare con i motori benzina 1.4 aspirato (100 CV) e con i turbo da 1.0 (120 CV) e 1.4 litri (140 CV), in alternativa al 1.6 diesel da 95 CV, 110 CV e 136 CV. Il 1.4 T-GDi si può abbinare al cambio doppia frizione a 7 marce. Nei prossimi mesi verrà lanciata anche la variante N, con motore a benzina da circa 250 CV, che ha l’ambizione di sfidare ad armi pari la Volkswagen Golf GTI. Fra i sistemi di sicurezza ci sono la frenata automatica d'emergenza, l'allarme anti-collisione, il regolatore di velocità adattativo, il sensore per l'angolo cieco dei retrovisori e il mantenimento della corsia di marcia. La nuova i30 sarà in commercio da febbraio 2017.

VIDEO
Hyundai i30
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
58
89
54
18
28
VOTO MEDIO
3,5
3.530365
247


Aggiungi un commento
Ritratto di alex_rm
30 settembre 2016 - 18:41
Petiamo esternamente è migliorata negli interni.niente di nuovo può avere un perché se avrà un buon rapporto qualità prezzo,ma ora i coreani hanno alzato i listini con i nuovi modelli.
Ritratto di marcoveneto
30 settembre 2016 - 18:47
Mmm davanti ha la calandra dell rs5...dietro i fanali della kia rio..bocciata.. piuttosto mi prendo una giulietta o una leon se non devo considerare la solita golf... Ps..i coreani mettono led ovunque tranne nelle luci targa che rimangono alogene..i misteri della kia/hyundai
Ritratto di manuel1975
30 settembre 2016 - 18:54
manca un 1.4 turbo gpl da 120 cv e 230 Nm.
Ritratto di Edoardo98
30 settembre 2016 - 20:45
5
Somiglia alla bmw x2 concept
Ritratto di M635_Csi
30 settembre 2016 - 21:03
Dalle foto di qualche settimana non mi diceva granchè, ma in queste nuove sembra decisamente una bella macchina. Non più bella esteticamente della precedente, ma piacevolmente nuova, con linee, proporzioni e sensazioni (bisogna vederla e toccarla dal vivo, prima) che ne fanno una ottima rappresentante del segmento. Comunque, la Hyundai, dopo i20, Tucson e Ioniq, continua ad azzeccare......e se qualcuno dice che è scopiazzata in più parti, basta riflettere sul fatto che le combinazioni di linee (automobilisticamente parlando) non sono infinite, e, come per le note, prima o poi si vede un.....già visto. Vale per tutti. Sempre meglio di chi si......ripete e non cambia (ogni riferimento ad Audi è puramente voluto).
Ritratto di MAXTONE
2 ottobre 2016 - 11:31
In questo caso, tra scopiazzare qua e la e tenere fede al valore della tradizione e dell'immagine di marca, scelgo decisamente la seconda opzione.
Ritratto di M635_Csi
4 ottobre 2016 - 02:36
Alcuni marchi blasonati su loro modelli come Aston, Lexus, Maserati, Acura e, ultima, l'Alfa Giulia, hanno fari posteriori dal taglio molto simile, ma lungi dall'accusare i loro designer di aver scopiazzato, mentre altri lo "fanno a prescindere".... Meglio innovarla l'estetica, quindi, che annoiare con infiniti restyling che stancano dopo la 2' o 3' serie...., nel primo caso qualche sorpresa può essere attesa, nel secondo già si conosce tutto (ultime 3 serie Golf, Audi Q5 e A4... fecit)!
Ritratto di luperk
30 settembre 2016 - 21:16
coreani sempre inferiori ad alcuni marchi cinesi
Ritratto di Davide-S
1 ottobre 2016 - 12:47
1
In cosa?
Ritratto di luperk
1 ottobre 2016 - 12:52
Beh se penso alla byd tang, ti dico in tecnologia e ibrido; se penso alla hongqi HQE ti dico invece in presenza e blasone; sperando che tu conosca le suddette auto, può bastare? Cosa ha da contrastare e "rivaleggiare" il gruppo coreano, più quella mediocre ssangyong, ai capolavori cinesi che ti ho citato?
Pagine