Hyundai i30: un bel salto di qualità

30 settembre 2016

La Hyundai i30 si rinnova completamente e compie un grande progresso in termini di design, qualità e dotazioni tecnologiche.

Hyundai i30: un bel salto di qualità

CRESCE ANCHE DIETRO - La principale novità della Hyundai per il Salone di Parigi è la terza generazione della berlina Hyundai i30, completamente riprogettata. È stata disegnata e sviluppata in Europa, pur essendo un modello destinato a vari mercati nel mondo; questo la dice lunga sulle intenzioni della casa di conquistare quei clienti che normalmente avrebbero scelto una Renault Megane, una Volkswagen Golf o una Peugeot 308, modelli che rientrano fra le berline a cinque porte di lunghezza pari a 430/440 cm. La Hyundai i30 ne misura 434 ed è più lunga di 4 cm rispetto all’edizione uscente, mentre la larghezza aumenta di 2 cm (a 180 cm) e l’altezza cala di 1 cm (a 146 cm). Rispetto al modello oggi in vendita, lanciato nel 2011, il baule della nuova i30 guadagna 17 litri in configurazione base e raggiunge i 395.

NUOVA FACCIA - L’impressione di maggior larghezza della nuova Hyundai i30 è accentuata dalla mascherina anteriore, che ha una forma trapezoidale e verrà presto introdotta su tutte le nuove automobili della Hyundai (fra le prime c’è la rinnovata i10). La i30 del 2017 adotta in opzione i fari anteriori a led, ha un’aerodinamica molto curata (il coefficiente Cx è di 0,30) e può essere ordinata con ruote da 15 a 18 pollici. La plancia segue un andamento orizzontale e include l’ampio monitor del sistema multimediale, proposto nelle varianti da 5 pollici e 8 pollici, insieme ai protocolli di comunicazione Apple CarPlay e Android Auto e ai servizi a pagamento della TomTom: la sottoscrizione fornisce aggiornamenti in tempo reale su traffico, meteo e punti di interesse. Nella plancia è collocata una basetta per la ricarica senza fili degli smartphone predisposti.

IL 1.0 È A TRE CILINDRI - La Hyundai i30 del 2017 verrà costruita in Repubblica Ceca e si potrà ordinare con i motori benzina 1.4 aspirato (100 CV) e con i turbo da 1.0 (120 CV) e 1.4 litri (140 CV), in alternativa al 1.6 diesel da 95 CV, 110 CV e 136 CV. Il 1.4 T-GDi si può abbinare al cambio doppia frizione a 7 marce. Nei prossimi mesi verrà lanciata anche la variante N, con motore a benzina da circa 250 CV, che ha l’ambizione di sfidare ad armi pari la Volkswagen Golf GTI. Fra i sistemi di sicurezza ci sono la frenata automatica d'emergenza, l'allarme anti-collisione, il regolatore di velocità adattativo, il sensore per l'angolo cieco dei retrovisori e il mantenimento della corsia di marcia. La nuova i30 sarà in commercio da febbraio 2017.

VIDEO
Hyundai i30
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
58
89
54
18
28
VOTO MEDIO
3,5
3.530365
247


Aggiungi un commento
Ritratto di luperk
1 ottobre 2016 - 12:53
hongqi L7*
Ritratto di Davide-S
1 ottobre 2016 - 17:11
1
Paragoni classi di auto e fasce di mercato completamente diverse tra loro. È cmq, rileggendo meglio il tuo messaggio, hai ragione tu. La Hyundai è inferiore ad ALCUNI marchi cinesi... Se facciamo paragoni del tutto fuori luogo, in particolare per la limousine Hongqi, possiamo dire la qualcunque e paragonare brand come Renault, Peugeot, Alfa Romeo a Maybach, Bentley, Rolls e Mercedes...
Ritratto di Davide-S
1 ottobre 2016 - 17:12
1
scusa gli errori di digitazione.
Ritratto di luperk
3 ottobre 2016 - 23:39
Guarda che il paragone tra le ammiraglie coreane e cinesi può starci, in quanto anche hiunday e ssangyong (questa con componenti mercedes) hanno le loro "ammiraglie" sui 5,20 metri di lunghezza e motori V8. Solo che qui non sono importate. Il gruppo hiunday ha costruito il suo successo su auto a basso prezzo e qualità accettabile e, cosa fondamentale, con design a loro tempo apprezzabili. A me sta a cuore far conoscere i prodotti cinesi perchè reputo che ci siano alcune diciamo eccellenze che però vengono sommerse dal luogo comune dell'auto cinese scarsa e poco sicura.
Ritratto di MAXTONE
2 ottobre 2016 - 11:34
Concordo con Luperk. E se già fanno fatica a rivaleggiare con alcuni marchi cinesi davanti all'industria nipponica si fanno proprio piccoli piccoli.
Ritratto di luperk
3 ottobre 2016 - 23:40
A quanto pare da quelle parti la competizione è proprio spietata. Per esempio, leggevo di recente, che da qualche anno in giappone le hiunday non vengono più importante (solo gli autobus). Vai a capire
Ritratto di studio75
1 ottobre 2016 - 15:45
5
è scialba.
Ritratto di Hondista99
1 ottobre 2016 - 19:06
Delusissimo da Hyundai. Gli ultimi modelli avevano tutti un bel design di carattere, specie la vecchia i30, questa è di un'anonimità disarmante. Sembrano tornati i tempi delle Accent
Ritratto di JTD16
1 ottobre 2016 - 21:50
troppo Golf nella linea. non male comunque
Ritratto di Brema123
1 ottobre 2016 - 22:23
4
Buonasera a tutti. Non posso che dirmi sorpreso dagli ultimi anni del gruppo Hyundai/Kia e non posso che apprezzarli sempre più per il lavoro che stanno facendo. Sia chiaro: non producono auto in grado di farmi emozionare, ma puntano al sodo, alla concretezza. Un esempio ne siano le garanzie di 5 e 7 anni che solitamente forniscono. Se avessero in gamma anche modelli a metano potrei dirmi seriamente tentato dalla loro offerta. Per ora sono curioso di vedere come sarà la i30 wagon, convinto che la cugina maggiore Kia Optima rappresenti già un'auto concreta e completa ad un prezzo umano. Saluti
Pagine