NEWS

Look e motori nuovi per la Hyundai i30

5 settembre 2018

La Hyundai i30 viene riceve i diesel Euro 6d-Temp e, con l’occasione, leggeri interventi al frontale e una dotazione più ricca.

Look e motori nuovi per la Hyundai i30

NON SOLO MOTORI - L’entrata in vigore delle nuove normative in tema di emissioni ha dato la stura a una pioggia di aggiornamenti dei modelli già sul mercato. Ultima notizia in tal senso è l’annuncio della Hyundai i30 aggiornata, con un lieve restyling e con un più corposo intervento alla gamma motori. A essere interessate all’intervento sono sia la versione berlina a 5 porte che la station wagon e la Fastback.

ARRIVA L’ADBLUE - La novità  più rilevante è senz’altro quella relativa ai motori della Hyundai i30. La casa ha infatti introdotto i nuovi motori 4 cilindri 1.6  turbodiesel nell’ultima più moderna generazione Smartstream, proposti in tre livelli di potenza: 96, 116 e 136 CV. Come logico, con i tre nuovi motori la Hyundai i30 rispetta i nuovi standard di emissioni Euro 6d-Temp. Tra le soluzioni adottate per i propulsori Smartstream 1.6 c’è il sistema di riduzione catalitica selettiva (SCR) per avere scarichi con bassi contenuti di ossidi di azoto. Sulla nuova Hyundai i30 è perciò previsto il serbatoio della soluzione AdBlue (a base si urea) che dà luogo alla reazione catalitica voluta. Sempre in materia di motori, tra le novità introdotte dalla Hyundai sulla i30 c’è anche il filtro antiparticolato adottato sui propulsori a benzina.

CAMBI A DOPPIA FRIZIONE - La nuova offerta dei motori Smartstream si accompagna a una combinazione articolata per quel che concerne i cambi della Hyundai i30. Il motore 1.6 Diesel da 96 CV viene proposto in abbinamento al cambio manuale a 6 marce; i due più potenti, da 116 e 136 CV offrono la scelta tra lo stesso “manuale” a 6 marce e il “doppia frizione” a 7 rapporti.

“VOLTO” DI FAMIGLIA - Per quel che riguarda lo stile, la novità riguarda la Hyundai i30 berlina e la wagon, su cui davanti è stato adottato lo stesso paraurti impiegato sulla versione Fastback. La Hyundai ha voluto rendere un po’ più omogenea è simile l’immagine delle diverse versioni del modello. L’aggiornamento della gamma i30 è completato infine con la novità del nuovo display audio da 8”, con il quale viene anche introdotta la disponibilità dei sistemi Apple CarPlay e Android per la migliore e amplia connettività.

Hyundai i30
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
57
86
49
19
29
VOTO MEDIO
3,5
3.5125
240
Aggiungi un commento
Ritratto di Rav
5 settembre 2018 - 22:45
2
Questa edizione non mi ha mai entusiasmato e continua a non convincermi. La wagon poi ha una coda tozza e fin troppo sporgente. Peccato perchè la precedente era originale e meritava più successo. Il restyling a mio parere non migliora le cose.
Ritratto di manuel1975
6 settembre 2018 - 00:02
QUESTA AUTO NON E' GRAN CHE E POI E' L'UNICA CON L'ADDITIVO IN QUESTA CATEGORIA. NE VENDERANNO POCHE IN ITALIA
Ritratto di Alfiere
6 settembre 2018 - 08:06
1
Primo, non usare il caps. Secondo, ogni diesel euro 6d avrà il scr. Per non parlare di alcuni benzina.
Ritratto di emergency
6 settembre 2018 - 14:02
Non è l'unica con l'aditivo ci sono le Seat che con la Alhambra è dal 2015 che ha l'aditivo e il mio quindi in piena regola con le normative antinquinamento. La seconda casa è quindi la Hyundai che può piacere o no, ma visto che la I30 a dire di chi ci viaggia praticamente 8|10 ore al giorno è l'unica auto con una comodità ineguagliabile insieme alla I40 che in fatto di comodità estetica e motoristica non è seconda a nessuno.
Ritratto di gjgg
6 settembre 2018 - 05:44
1
Saranno anche ben fatte però in hyundai già da un po' i prezzi non sono più "da coreana", anzi nelle varie comparative a 3-4 spesso è lei la più cara di listino (e anche come scontistica, che io sappia, poi non si sbracano più di tanto). Potenzialmente meglio Kia, anche se in verità ad esempio nelle seg.B varie europee sono altrettanto abbordabili come prezzo (se ne parlava nell' altro articolo per la Clio, che infatti stravende). In questo forse il fatto che i coreani non macinano più gli incrementi, mese per mese - anno per anno, di una volta. Chissà che magari non sia davvero la volta buona per il subentro dei cinesi a proporre auto a prezzi (relativamente) stracciati ma qualità comunque non disprezzabile
Ritratto di mcast74
6 settembre 2018 - 08:25
Un restyling dopo poco più di un anno indica solo una cosa....il flop delle vendite....a mio parere era molto più bella la vecchia versione. Stessa considerazione per la cugina Kia.
Ritratto di Mattia Bertero
6 settembre 2018 - 08:32
3
I30. Preferivo la versione precedente. La considero una buona compatta a livello generale con alcune cose da migliorare come l'assetto un po' troppo rigido per fare un esempio.
Ritratto di Probabilmente
6 settembre 2018 - 09:36
Signori, andiamo. Hanno aumentato la qualità, danno una garanzia che nessun altro offre, le tecnologie ci sono, la dotazione è sempre molto ricca... perché non dovrebbero aumentare il prezzo? Sono auto progettate in Europa e costruite dove costruiscono le altre generaliste. Se le avete provate o avute non potete dire che siano prodotti che valgono meno di quello che costano. Su alcuni aspetti devono ancora lavorare rispetto al resto del mercato, ma sono prodotti credibili. E poi in concessionaria si strappano sconti consistenti.
Ritratto di Mattia Bertero
6 settembre 2018 - 11:52
3
Concordo. In Italia purtroppo la fa da padrone il pregiudizio su ogni cosa, sulle coreane molti credono che siano ancora quelle di 15 anni fa. Totalmente falso, sono cresciute tantissimo. Con la mia Kia Stonic mi sto trovando davvero bene e non la cambierei con nessuna del segmento attualmente in commercio. Ed i margini di miglioramento sono ancora alti, la strada intrapresa é quella giusta.
Ritratto di Carlo959
6 settembre 2018 - 12:02
Sottoscrivo alla lettera - ritenere che debbano continuare a costare "meno", quando hanno raggiunto (nei modelli più recenti) lo stesso standard di altri marchi generalisti, mi sembra errato. Su finiture degli interni devono ancora lavorare e la gamma motoristica resta limitata, ma se si scegli un modello ben equipaggiato e a patto di tenere l'auto per diversi anni ci sono concrete probabilità di non restare affatto delusi.
Pagine