Il gruppo VW investe un miliardo di euro in India

L’investimento deciso per promuovere la produzione in loco e per conquistare fette di mercato nel promettente quadro indiano.

DAL PROGETTO ALL’ASSEMBLAGGIO - Si chiama India 2.0 il programma di attività deciso dal gruppo Volkswagen per affrontare il gigantesco mercato del popoloso paese asiatico. Il dato saliente è la decisione di investire un miliardo di euro nel paese nel triennio 2019-2021. Ciò con la regia della Skoda e con l’obiettivo di arrivare a produrre nuovi modelli compatti, del cosiddetto “segmento B”. Primo traguardo sarà la presentazione nel 2020 di una suv basata sulla piattaforma del gruppo MQB A0.

PROSPETTIVE IMPORTANTI - Il programma è rivolto all’India e lì si svilupperà, sino a prevedere in loco la progettazione e lo sviluppo dei modelli. In pratica con India 2.0 il paese asiatico diventerà un nuovo polo creativo e produttivo del gruppo Volkswagen, con la marca Skoda come protagonista e guida delle attività. Alla base del piano c’è la previsione diffusa che nei prossimi anni l’India diventerà il terzo maggior mercato mondiale di automobili. L’obiettivo della casa è di arrivare a conquistare il 5% del mercato, con le marche Skoda e Volkswagen. Le attività del nuovo piano India 2.0 Skoda-Volkswagen sono rivolte a dar vita alla produzione destinata al mercato indiano, ma è anche previsto che in un secondo tempo venga esaminata la possibilità che le auto prodotte negli stabilimenti indiani vengano esportate in altri mercati.



Leggi l'articolo su alVolante.it