NEWS

L'automatico GM a 10 marce è più veloce del PDK

12 maggio 2016

Il cambio si chiama Hydra-Matic e verrà introdotto sulla sportiva Chevrolet Camaro ZL1 e su altri modelli della GM.

L'automatico GM a 10 marce è più veloce del PDK

SEMPRE CON LA MARCIA GIUSTA - La Chevrolet Camaro ZL1 (qui sotto) porterà all’esordio un nuovo cambio automatico a ben dieci rapporti. Il cambio appartiene alla storica linea Hydra-Matic ed è riservato a vetture con trazione posteriore ed entro il 2018 verrà montato su altre otto automobili del gruppo General Motors. La sua caratteristica principale sta proprio nella disponibilità di una rapportatura così generosa: il motore si troverà sempre nell’arco di funzionamento ideale e sarà più repentino nel rispondere ai comandi dell’acceleratore, visto che non ci sarà più il rischio di trovarsi con una marcia troppo lunga in rapporto alla velocità. Allo stesso modo diminuiranno i consumi alle andature costanti, grazie agli ultimi rapporti molto "distesi".

MIGLIORA L’ACCELERAZIONE - La presenza di marce ravvicinate influisce anche sulle prestazioni in fase di accelerazione. L’azienda ha condotto per questo motivo una serie di test comparativi, scegliendo come riferimento il cambio PDK a sette marce e doppia frizione della Porsche. La Chevrolet afferma che l’Hydra-Matic a 10 marce impiega il 36% in meno per salire dalla prima alla seconda marcia, mentre il passaggio fra seconda e terza e fra terza e quarta viene completato più velocemente del 27% e del 26%. I primi rapporti sono molto vicini e il motore non perde giri fra un passaggio di marcia e l’altro. La PDK della Porsche è considerata una delle trasmissioni sportive più efficaci e appaganti, ma gli appassionati statunitensi continuano a preferire la "morbidezza" di risposta  dei tradizionali automatici a convertitore di coppia. Ed è per questo che nel nuovo  Hydra-Matic a 10 marce la GM ha cercato di coniugare entrambi gli aspetti.

PENSA DA SOLO - Il nuovo Hydra-Matic occupa le stesse dimensioni degli odierni automatici a 6 ed 8 marce. Si avvale della tecnologia Performance Algorithm Shifting, studiata per aumentare il piacere di guida: il PAS capisce se il conducente sta guidando in maniera sportiva e tiene più a lungo i rapporti inferiori, opzione gradita da chi intende portare in circuito la Camaro ZL1 da 640 CV. Sarà possibile effettuare cambi di marcia anche tramite i bilancieri al volante. I tecnici della GM hanno minimizzato inoltre le frizioni interne, scegliendo per questo motivo un olio a bassa viscosità, in maniera da limitare al minimo le inevitabili perdite di potenza. Il 10 rapporti utilizza una centralina di gestione dedicata, i cui parametri di funzionamento sono specifici per il modello e non condivisi con altre vetture.

Chevrolet Camaro Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
114
38
25
17
15
VOTO MEDIO
4,0
4.047845
209




Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
12 maggio 2016 - 19:30
2
Io per quella produzione anni 60-70 ispirata alle americane, tuttavia anche quelle odierne somigliano alle Chevrolet e sono condivise con Buick e ciò mi fa piacere. A quelle che hai citato aggiungo anche la Calibra
Ritratto di MAXTONE
13 maggio 2016 - 12:38
Bravo Francesco Manta 400 e Calibra Turbo 4x4, affascinanti e molto competitive rispettivamente nei rally e nel DTM. Dell'attuale produzione amo la Cascada, bellissima.
Ritratto di nicktwo
13 maggio 2016 - 13:16
a entrambi dico che quel TUTTI era ovviamente sui generis quindi nel senso di -molti commenti-... mi fa piacere comunque che alcuni hanno conoscenza e memoria storica dei marchi e di quello che hanno fatto nel tempo...
Ritratto di Fr4ncesco
13 maggio 2016 - 18:28
2
Dopotutto ognuna ha i suoi pregi e difetti, come successi e flop. L'auto perfetta non esiste, come non esiste l'auto peggiore (oddio forse sì, ma devono essere davvero pessime). Poi in base ai nostri gusti abbiamo le nostre preferenze, ma saremmo presuntuosi nel dire che un prodotto è oggettivamente brutto.
Ritratto di Luzzo
12 maggio 2016 - 16:50
"il motore si troverà sempre nell’arco di funzionamento ideale e sarà più repentino nel rispondere ai comandi dell’acceleratore" E pensare che una volta per un V8 ne bastavano due :la 'Veloce' e la 'Più veloce' avendo il motore tanto di quel tiro :D cmq dai ne hanno di strada da fare ancora, Sram è sempre avanti , ce ne ha 12 di velocità :)
Ritratto di Claus90
12 maggio 2016 - 17:04
Lo montassero anche sulla Chevrolet Aveo o Matiz
Ritratto di nicktwo
12 maggio 2016 - 17:08
mitica matiz... la vera 500 per la motorizzazzione di massa del terzo millennio... peccato da noi non la portino piu' neanche come spark, alla fine da utenti italiani penso ci abbiamo perso a mantenere la opel e cacciare la chevrolet
Ritratto di Gianlupo
13 maggio 2016 - 10:00
Gli americani non fanno testo: punto. Continuano ad usare, anche su supersportive come la Camaro ZL1 in oggetto oppure sulla Challenger SRT Hellcat (auto con più di 600 cv) la distribuzione OHV, da noi abbandonata col "903" del furgoncino Fiat 900 T. Non mi sorprende, quindi, che difendano a spada tratta il "padellone ad olio", del resto lo usano dagli anni '50 ed il loro immobilismo sul versante dell'efficienza motoristica è proverbiale (mica si fanno le guerre per niente). Con l'elettronica si può giocare in accelerazione col lock-up e in tanti altri modi, ma fermo restano i cambi marcia più frequenti, che per quanto rapidi tolgono tempo: sono i tempi d'accelerazione che contano. I moderni motori turbo europei, sempre grazie alla gestione elettronica, ma anche alle soluzioni tecniche come le geometrie variabili delle turbine ed i variatori di fase degli alberi a camme, fra le altre, hanno una coppia praticamente costante in un range molto ampio di giri, tale da non rendere necessario un elevato numero di rapporti, i quali incidono semmai negativamente su ingombi e pesi, su accelerazione ed efficienza. Le questioni tecniche non andrebbero gestite, o anche solo considerate, da oltreoceano: da là la visione è diversa e distorta per ragioni culturali e storiche. Volenti o nolenti devono mettersi l'imperialismo in quel p0st0 ed accettare la nostra superiorità in campo tecnico-motoristico. Poi, se a uno piacciono le muscle car all'americana, liberissimo, pure a me piacciono molto (rigorosamente V8, aspirate, roboanti e ignoranti), ma non vengano a farci la lezioncina per favore.
Ritratto di nicktwo
13 maggio 2016 - 13:31
d'accordo che in campo di hypercar estreme forse non penso possono mettere voce in capitolo... ma se passiamo a parlare di sprotive e supersportive allora dobbiamo fermarci un attimo perchè se una z06 gira al nurb meglio di aventador zonda e ferrari varie ma costa da la metà a un sesto delle su dette e inoltre mentre le nostre chi sa se ci arrivano a 100 mila km mentre le loro di km ne fanno 300-400 mila in suppless allora rivedrei un po la opinione su chi sono alla avanguardia e chi no... o se vuoi rigirarla su quale cliente auto si fa' frègare fra noi europei e gli americani...
Ritratto di Gianlupo
13 maggio 2016 - 18:59
Allora: cos’è motoristicamente una Z06? Sono due bancate da 3 litri circa frazionati in 4 cilindri, 1 albero a camme nel basamento per bancata, 2 valvole per cilindro, un barilotto di circa 2 litri con dentro una turbina trascinata da cinghia: tutto qui. Efficienza? Di m3rda. Costo? Basso, anzi bassissimo. Potenza? Una macchina così con meno di 600 hp non la muovi, ma con quella specie di generatore a ciclo otto nel vano motore li hai praticamente in automatico. Di cosa stiamo parlando? D’un aste e bilancieri, due valvole per cilindro, con un banalissimo supercharger da tuning fai da te: se questa è meccanica… Carpenteria leggera magari. Giusto per non citare le solite note, la McLaren 650S con un V8 3.8 litri DOCH 32V biturbo doppia frizione (non un supercharger a cinghia, non un inefficiente ed obsoleto motore V8 16V OHV a convertitore di coppia) eroga praticamente la stessa potenza ed accelera dandole 3 decimi sullo 0-60 mph. Con la Vette ci vai in riviera adriatica fuori dai locali, con la McLaren ci vai in pista veramente (senza bisogno di riempirsi la bocca col Ringo). Stiamo paragonando Lady Gaga a Paul McCartney (o a Lucio Battisti, prendessimo a confronto una Ferrari). Sono macchine completamente diverse. Per noi europei le sportive americane sono solo freak of nature a buon mercato, certo con un loro fascino, ma resteranno sempre tali: sorry.
Pagine