NEWS

Negli Usa crescita record ad aprile per il gruppo Fiat-Chrysler

01 maggio 2012

I dati sulle immatricolazioni di aprile registrano un forte miglioramento di tutte le marche americane del gruppo italo-americano. Ed è da record il miglioramento della Fiat: 336% in più rispetto all’anno passato.

APRILE ROSEO - Le prime notizie sull’andamento del mercato Usa nel mese di aprile sono a dir poco entusiasmanti per il gruppo Fiat-Chrysler. Le prime cifre diffuse riportano un incremento del 20,4% con 141.165 immatricolazioni registrate nell’aprile di quest’anno contro le 117.225 dello stesso mese dell’anno passato. Tutte le marche del gruppo fanno rilevare un andamento positivo: 56,4% di crescita per la Chrysler, 19,5% per la Jeep, 2,1% per la Dodge, 11,7% per la RAM. Per il marchio Fiat (cioè per la Fiat 500) addirittura si tratta di percentuali inusuali per il settore auto: il 336% in più rispetto al 2011. Nell’aprile del 2011 ci furono 882 Fiat immatricolate contro le 3.849 di aprile 2012. 

QUADRIMESTRE OK - Aprile 2012 è il miglior mese per il gruppo dal 2008, nonché il venticinquesimo mese consecutivo in cui il gruppo Fiat-Chrysler realizza una crescita delle proprie vendite; l’undicesimo con crescita oltre il 20%. Da gennaio a tutto aprile le immatricolazioni del complessive sono state 539.216, contro le 404.175 del primo quadrimestre 2011, pari a un incremento del 33,4%. La marca più venduta del gruppo è la Dodge (nella foto la fabbrica della Dart a Belvedere), con 171.470 unità (31,79% del totale gruppo), seguita dalla Jeep con 152.830 unità, quindi dalla Chrysler con 111.217 immatricolazioni, e dalla RAM, con 91.000 unità. Nei quattro mesi dell’anno addirittura l’818,9% in più. Nel primo quadrimestre del 2011 le Fiat immatricolate furono 1.382, quest’anno nello stesso periodo si è arrivati a 12.699, con un balzo in avanti dell’818,9%.

TANTI PICK-UP - Delle 539.216 immatricolazioni di veicoli con i marchi del gruppo Chrysler, 369.243 sono classificati truck (leggi pick-up e grosse suv), e 169.973 autovetture. Le vendite di pick-up con marchio RAM sono state 88.590, mentre il modello più venduto del gruppo è la Jeep Grand Cherokee, con 49.337 unità. La Chrysler più venduta nei quattro mesi è la 200, che ha totalizzato 44.981 immatricolazioni.





Aggiungi un commento
Ritratto di belzebù
2 maggio 2012 - 10:30
Qualcosina di nuovo per L'Europa e l'Italia, no?? Il restyling della MiTo è rinviato a data da destinarsi... c'è altro da aggiungere? Il motore più moderno è un bicilindrico derivato dal 1750. Il 1.2 e il 1.4derivano da progetti degli anni 80.
Ritratto di probus78
2 maggio 2012 - 10:41
pian pianino sta dando buoni frutti. Io non credo che il "successo" in U.S.A., Brasile, Canada e.... probabilmente anche in un prossimo futuro Cina ed India, possa causare la definitiva dipartita del gruppo Fiat-Chrysler dall'Italia. Anzi, penso proprio il contrario. Se il gruppo riesce a consolidarsi a livello globale riuscirà ad avere la forza sufficiente per investire ANCHE in Italia. Ed è proprio in Italia che verranno fatte le nuove Maserati ed Alfa Romeo in cantiere. Ed è sempre in Italia che stanno facendo la nuova Panda. E ciò, malgrado le condizioni generali pessime in cui versa il nostro Paese, Paese in cui NESSUN altro gruppo automobilistico ha MAI voluto produrre.
Ritratto di NITRO75
2 maggio 2012 - 12:40
della Panda è stato dato per nascondere la realtà. Una realtà fatta di un contesto in cui gli operai sono costretti a votare per scegliere se lavorare o meno (ma stiamo scherzando????), una realtà in cui si aprono stabilimenti in Serbia dove c'è una pressione fiscale più favorevole, quella stessa REALTA' in cui a FIAT NON VIENE CHIESTO NEMMENO UN SOLDO INDIETRO di quanto ricevuto dallo stato italiano. paghiamo, e pagheremo, lo scotto di esserci cullati nella favola di voler far crescere solo FIAT a scapito di altre risorse italiane.........E poi chissà come mai nessun altro gruppo vuole venire a costruire in Italia.....persino la DR sta avendo problemi......
Ritratto di probus78
2 maggio 2012 - 13:36
ecco perchè nessuno è mai venuto e mai verrà (se le cose non cambieranno). Toyota assembla in Francia; Nissan e Honda in GBR; Hyundai-kia in Rep. Ceca; GM-Ford e VW hanno stabilimenti ovunque tranne che in Italia; Come numero di auto prodotte ci sta superando anche la Slovacchia. La colpa secondo me non è dei lavoratori italiani (che con la nuova Panda a Pomigliano stanno dimostrando di lavorare benissimo). La colpa è del "sistema" Italia che fa acqua da tutte le parti (infrastrutture vetuste, politica corrotta, enti locali inutili e inefficienti, eccessive lungaggini delle cause civili e processi penali, eccessiva burocrazia, criminalità organizzata). Ti sembra poco per scoraggiare lo straniero a venire?
Ritratto di jfalze
2 maggio 2012 - 15:46
Vendite 500: USA 3.849; Canada 1.211 totale 5.060. Direi che non è poi tanto brutto come dato di vendita
Ritratto di Silvio Dante
4 maggio 2012 - 15:53
Ma spero per fiat-chrysler che si sveglino in asia, tanto ormai in america settentrionale e meridionale stanno messi bene, l'europa hanno fatto bene ad ignorarla tanto grazie alla crisi indotta da quella demente, rigorista col deretano altrui, della merkel i margini di guadagno per la fascia di mercato fiat fanno pena. però in asia a forza di aspettare rischiano di arrivarci quando la crisi arriverà pure da loro facendo scoppiare pure quest'ultima bolla speculativa, tanto ormai l'andazzo è questo, si campa speculando di bolla in bolla.
Ritratto di caronte
2 luglio 2012 - 13:41
forza fiat-crysler.
Pagine