NEWS

Incidente sull'A14 nei pressi di Bologna: un inferno di fuoco

6 agosto 2018

È esploso un tir e un ponte della tangenziale è crollato: chiusa l’A14. Almeno un morto e 55 feriti.

Incidente sull'A14 nei pressi di Bologna: un inferno di fuoco

TRE MEZZI PESANTI - L’inferno scoppia verso le due di oggi pomeriggio, sul raccordo di Casalecchio (Bologna), a causa di un incidente che ha visto il coinvolgimento di tre mezzi pesanti. Uno di questi, un'autocisterna che trasporta materiale infiammabile, ha preso fuoco esplodendo (guarda il video qui sotto). Per questo, è stato chiuso prima il tratto compreso tra Bologna Casalecchio e il bivio con l’A14 Bologna-Taranto in entrambe le direzioni; e poi la tangenziale di Bologna, nel tratto compreso tra Bologna Casalecchio e lo svincolo aeroporto, in entrambe le direzioni. Nel sinistro, almeno una la vittima e 55 i feriti (di cui 14 gravi), ma il bilancio è provvisorio. Due persone sono state trasportate ai centri grandi ustionati di Parma e Cesena. Al pronto soccorso anche undici carabinieri e due poliziotti della stradale, che stavano dirigendo il traffico dopo un precedente incidente.

UN’APOCALISSE - Lo scenario è apocalittico: l'esplosione, in corrispondenza di un tratto autostradale sopra la via Emilia, ha determinato il crollo della soletta, in corrispondenza della carreggiata in direzione dell’A14 Bologna-Taranto. Danni anche per la carreggiata dello stesso raccordo in direzione dell'A1 e per il tratto complanare della tangenziale. Tanti gli scoppi avvertiti a più riprese: i mezzi nel parcheggio delle concessionarie che sono esplosi. Si è alzata una colonna di fiamme e fumo nero enorme visibile da tutta la città. L'onda d'urto causata dalla scoppio del tir ha provocato danni nelle abitazioni della zona facendo esplodere i vetri delle finestre e dei negozi. Le case residenti sono state sgomberate. Detriti e schegge di vetro hanno causato feriti. Lo spegnimento delle fiamme è reso difficile dal calore fortissimo che ha reso difficoltoso avvicinarsi. Sono rimasti a lavoro soprattutto le unità cinofile e gli operatori Usar: i soccorritori che si occupano di ricerca e salvataggio in ambienti urbani. L'obiettivo è capire se ci sono altre vittime. Sulla vicenda è stata aperta un'inchiesta. Procede agli accertamenti e ai rilievi la polizia stradale di Bologna d'intesa con la procura competente.

PERCORSI ALTERNATIVI - Come spiega il gestore del tratto (Autostrade per l’Italia), gli automobilisti che, da Firenze, sono diretti verso l’A14, dopo l'uscita obbligatoria di Bologna Casalecchio, possono percorrere la viabilità ordinaria e rientrare in tangenziale all'altezza dell'uscita 5 Lame. Per chi dall'A14 è diretto verso Firenze si consiglia di uscire a Bologna Panigale, percorrere la SS9 via Emilia verso Casalecchio, e rientrare in A14 da dove è poi possibile raggiungere la A1.

Aggiungi un commento
Ritratto di otttoz
6 agosto 2018 - 17:48
è una vergogna! viaggiano camion bomba in periodo di esodo! i trasporti di merci pericolose devono avvenire in quantità contenute in più viaggi ed anche con treni merci. Tra i motivi che giustificavano la costosa realizzazione dell'ala velocità c'era quello che si sarebbero liberati binari da destinare al trasporto merci...
Ritratto di Agl75
6 agosto 2018 - 21:21
Mettiamo sui treni e poi aspettiamo un altro disastro come accadde a Viareggio nel 2009?
Ritratto di Vincenzo1973
7 agosto 2018 - 09:57
Vogliamo paragonare il numero di incidenti su auto con quelli si treno? Non esiste il paragone
Ritratto di Boys
7 agosto 2018 - 12:39
1
Concordo Vincenzo...forse prima di parlare...
Ritratto di Agl75
7 agosto 2018 - 22:34
Il numero di incidenti stradali e relative vittime sono di gran numero superiore a quello ferroviari. Ció non toglie che Viareggio sia stata una strage con purtroppo oltre 30 vittime. Il punto chiave è la sicurezza dei trasporti in senso più ampio, come dispositivi di sicurezza alla guida ora disponibili. In più, dalla ferrovia al punto di distribuzione, non vedo altro modo che l’utilizzo di autocisterne. Boys, ti suggerisco un ripasso anche della grammatica e dell’utilizzo dei puntini di sospensione: con 6 parole e altrettanti puntini hai dimostrato tutto il tuo valore.
Ritratto di Vincenzo1973
7 agosto 2018 - 23:35
Agl potevi evitare la lezioncina perché fuori luogo. Forse ti sei sentito colpito e non sapevi cosa rispondere. Viareggio grave incidente e ci mancherebbe, ma le ferrovie vincono 100 0 ad 1 come morti e stesso punteggio con i feriti.
Ritratto di tramsi
7 agosto 2018 - 12:16
Le variabili e la statistica degli incidenti del trasporto su gomma sono immensamente maggiori.
Ritratto di Prrrrr
7 agosto 2018 - 15:30
Evidentemente non tutto può essere trasportato via treno, quindi x forza di cose devi farlo su Gomma. Guardando il video mi sembra evidente che l'Autista ha avuto un malore, o un colpo di sonno... insomma la colonna era evidente, un Autista con un mezzo simile rallenta... quello andava spedito e manco ha frenato.
Ritratto di oretaxa
9 agosto 2018 - 07:20
L'alta velocità non copre tutto il territorio, basterebbe non farli viaggiare in certi orari e impedirgli di guidare dalle 4 di mattina alle 2 di pomeriggio. Magari se fosse arrivato la sera, avesse dormito a Livorno, caricato il giorno dopo e poi a casa, non sarebbe successo niente. Poi il gpl su treno mi basta Viareggio... io ci abito vicino e quel treno poteva deragliare benissimo anche nella mia zona che è 20 Km prima. A Viareggio abbiamo rischiato una catastrofe di dimensioni bibliche...
Ritratto di IloveDR
6 agosto 2018 - 18:01
4
una scena apocalittica che credevo si potesse solo vedere nella esagerata serie televisiva Squadra Speciale Cobra 11, ma purtroppo qui è cruda realtà...mi ha particolarmente colpito questo fatto di cronaca perché in una di quelle concessionaria che ha sede sotto il cavalcavia sulla Via Emilia 10 anni fa acquistai un Fiat Ducato
Pagine