NEWS

Incidente sull'A14 nei pressi di Bologna: un inferno di fuoco

6 agosto 2018

È esploso un tir e un ponte della tangenziale è crollato: chiusa l’A14. Almeno un morto e 55 feriti.

Incidente sull'A14 nei pressi di Bologna: un inferno di fuoco

TRE MEZZI PESANTI - L’inferno scoppia verso le due di oggi pomeriggio, sul raccordo di Casalecchio (Bologna), a causa di un incidente che ha visto il coinvolgimento di tre mezzi pesanti. Uno di questi, un'autocisterna che trasporta materiale infiammabile, ha preso fuoco esplodendo (guarda il video qui sotto). Per questo, è stato chiuso prima il tratto compreso tra Bologna Casalecchio e il bivio con l’A14 Bologna-Taranto in entrambe le direzioni; e poi la tangenziale di Bologna, nel tratto compreso tra Bologna Casalecchio e lo svincolo aeroporto, in entrambe le direzioni. Nel sinistro, almeno una la vittima e 55 i feriti (di cui 14 gravi), ma il bilancio è provvisorio. Due persone sono state trasportate ai centri grandi ustionati di Parma e Cesena. Al pronto soccorso anche undici carabinieri e due poliziotti della stradale, che stavano dirigendo il traffico dopo un precedente incidente.

UN’APOCALISSE - Lo scenario è apocalittico: l'esplosione, in corrispondenza di un tratto autostradale sopra la via Emilia, ha determinato il crollo della soletta, in corrispondenza della carreggiata in direzione dell’A14 Bologna-Taranto. Danni anche per la carreggiata dello stesso raccordo in direzione dell'A1 e per il tratto complanare della tangenziale. Tanti gli scoppi avvertiti a più riprese: i mezzi nel parcheggio delle concessionarie che sono esplosi. Si è alzata una colonna di fiamme e fumo nero enorme visibile da tutta la città. L'onda d'urto causata dalla scoppio del tir ha provocato danni nelle abitazioni della zona facendo esplodere i vetri delle finestre e dei negozi. Le case residenti sono state sgomberate. Detriti e schegge di vetro hanno causato feriti. Lo spegnimento delle fiamme è reso difficile dal calore fortissimo che ha reso difficoltoso avvicinarsi. Sono rimasti a lavoro soprattutto le unità cinofile e gli operatori Usar: i soccorritori che si occupano di ricerca e salvataggio in ambienti urbani. L'obiettivo è capire se ci sono altre vittime. Sulla vicenda è stata aperta un'inchiesta. Procede agli accertamenti e ai rilievi la polizia stradale di Bologna d'intesa con la procura competente.

PERCORSI ALTERNATIVI - Come spiega il gestore del tratto (Autostrade per l’Italia), gli automobilisti che, da Firenze, sono diretti verso l’A14, dopo l'uscita obbligatoria di Bologna Casalecchio, possono percorrere la viabilità ordinaria e rientrare in tangenziale all'altezza dell'uscita 5 Lame. Per chi dall'A14 è diretto verso Firenze si consiglia di uscire a Bologna Panigale, percorrere la SS9 via Emilia verso Casalecchio, e rientrare in A14 da dove è poi possibile raggiungere la A1.

Aggiungi un commento
Ritratto di Probos
8 ottobre 2018 - 23:01
Vivo a Melendugno dove passerà la TAP e sono favorevole.
Ritratto di IloveDR
7 agosto 2018 - 08:59
4
pochi mesi fa vi è stata una esplosione simile in Austria lungo un gasdotto...il problema della TAP è che ha un approdo su territorio italiano all'altezza di una località turistica con spiagge, stabilimenti balneari, villette estive, qualche casa di residenza, attività commerciali...Il Presidente della Regione e il Sindaco del Comune coinvolto hanno più volte chiesto lo spostamento dell'approdo, riconoscendone l'importanza economica dell'approvvigionamento di Gas dall'Azerbaijan...adesso è un po tutto degenerato e un tutti contro tutti...la Ministro Lezzi la vedo molto in difficoltà
Ritratto di Claus90
6 agosto 2018 - 20:47
Pauroso
Ritratto di Delfino1
6 agosto 2018 - 23:09
Ma siamo sicuri che l'autista era distratto dallo smartphone? Magari al 99% sarà così, ma aspettiamo a dare sentenze prima che i fatti siano appurati..
Ritratto di Gianni.ark
6 agosto 2018 - 23:28
Sono pronto a scommettere che l'autista della cisterna guidava col telefono in mano...
Ritratto di otttoz
7 agosto 2018 - 08:10
la frenata automatica avrebbe evitato la tragedia
Ritratto di ConteBerengario
7 agosto 2018 - 17:02
Esatto. Deve essere ormai obbligatoria su tutti i mezzi. troppi sono vecchi e mal messi soprattutto in Italia.
Ritratto di Giuliopedrali
7 agosto 2018 - 09:02
Possibile che la frenata automatica c'è anche nelle utilitarie, un mezzo pesante che trasporta liquidi infiammabili pericolosissimi no non ce l'ha...
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
7 agosto 2018 - 12:27
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di MirtilloHSD
7 agosto 2018 - 22:38
4
Ciao Giulio, effettivamente sono anche io alquanto sorpreso per il fatto che su certi mezzi manca la frenata di emergenza. C'è pure sulla mia AYGO. Mirtillo
Pagine