NEWS

Incidente sull'A14 nei pressi di Bologna: un inferno di fuoco

6 agosto 2018

È esploso un tir e un ponte della tangenziale è crollato: chiusa l’A14. Almeno un morto e 55 feriti.

Incidente sull'A14 nei pressi di Bologna: un inferno di fuoco

TRE MEZZI PESANTI - L’inferno scoppia verso le due di oggi pomeriggio, sul raccordo di Casalecchio (Bologna), a causa di un incidente che ha visto il coinvolgimento di tre mezzi pesanti. Uno di questi, un'autocisterna che trasporta materiale infiammabile, ha preso fuoco esplodendo (guarda il video qui sotto). Per questo, è stato chiuso prima il tratto compreso tra Bologna Casalecchio e il bivio con l’A14 Bologna-Taranto in entrambe le direzioni; e poi la tangenziale di Bologna, nel tratto compreso tra Bologna Casalecchio e lo svincolo aeroporto, in entrambe le direzioni. Nel sinistro, almeno una la vittima e 55 i feriti (di cui 14 gravi), ma il bilancio è provvisorio. Due persone sono state trasportate ai centri grandi ustionati di Parma e Cesena. Al pronto soccorso anche undici carabinieri e due poliziotti della stradale, che stavano dirigendo il traffico dopo un precedente incidente.

UN’APOCALISSE - Lo scenario è apocalittico: l'esplosione, in corrispondenza di un tratto autostradale sopra la via Emilia, ha determinato il crollo della soletta, in corrispondenza della carreggiata in direzione dell’A14 Bologna-Taranto. Danni anche per la carreggiata dello stesso raccordo in direzione dell'A1 e per il tratto complanare della tangenziale. Tanti gli scoppi avvertiti a più riprese: i mezzi nel parcheggio delle concessionarie che sono esplosi. Si è alzata una colonna di fiamme e fumo nero enorme visibile da tutta la città. L'onda d'urto causata dalla scoppio del tir ha provocato danni nelle abitazioni della zona facendo esplodere i vetri delle finestre e dei negozi. Le case residenti sono state sgomberate. Detriti e schegge di vetro hanno causato feriti. Lo spegnimento delle fiamme è reso difficile dal calore fortissimo che ha reso difficoltoso avvicinarsi. Sono rimasti a lavoro soprattutto le unità cinofile e gli operatori Usar: i soccorritori che si occupano di ricerca e salvataggio in ambienti urbani. L'obiettivo è capire se ci sono altre vittime. Sulla vicenda è stata aperta un'inchiesta. Procede agli accertamenti e ai rilievi la polizia stradale di Bologna d'intesa con la procura competente.

PERCORSI ALTERNATIVI - Come spiega il gestore del tratto (Autostrade per l’Italia), gli automobilisti che, da Firenze, sono diretti verso l’A14, dopo l'uscita obbligatoria di Bologna Casalecchio, possono percorrere la viabilità ordinaria e rientrare in tangenziale all'altezza dell'uscita 5 Lame. Per chi dall'A14 è diretto verso Firenze si consiglia di uscire a Bologna Panigale, percorrere la SS9 via Emilia verso Casalecchio, e rientrare in A14 da dove è poi possibile raggiungere la A1.

Aggiungi un commento
Ritratto di Ercole1994
7 agosto 2018 - 10:31
Guardate che non cambia nulla tra il trasporto su gomma o, su rotaia. I veri problemi sono 2: le cisterne ormai vecchie e arrugginite, oppure, come in questo caso, una maledetta distrazione del conducente della cisterna.
Ritratto di tramsi
7 agosto 2018 - 12:20
Io direi che cambia, eccome!
Ritratto di emergency
7 agosto 2018 - 11:34
Il governo attuale non centra assolutamente nulla, sono solo le malefatte dei governi precedenti che si sono ingurgitati montagne di soldi ( vedi aerei costosissimi per il contribuente ) e non hanno pensato minimamente alle molteplici problematiche della viabilità in generale. E pantalone paga.
Ritratto di emergency
7 agosto 2018 - 11:43
Secondo un mio modesto parere di addetto alla prevenzione incendi bisognerebbe dotare questi mezzi di impianto di estinzione o comunque di inibire un qualsiasi principio di incendio e quindi di esplosione. anche se questi montano già una cisterna anticollisione ma se questa viene colpita dalle fiamme e quindi un repentino surriscaldamento la cisterna come una bombola comune di gpl dopo una certa temperatura va in pressione e quindi esplode con fuoriuscita del gas o liquido che sia con le conseguenze che tutti abbiamo visto.
Ritratto di MirtilloHSD
7 agosto 2018 - 12:39
4
Secondo me, nei periodi dove la gente parte per le vacanze, i mezzi pesanti non dovrebbero circolare. Resta un mistero come il camionista della autocisterna abbia fatto a tamponare il camion. Nel video si vede chiaramente che il mezzo che trasportava il liquido infiammabile non abbia accennato a frenare. Qui, secondo me, per una volta la distrazione non centra: se fosse stato con il cellulare, il driver avrebbe frenato un minimo e sarebbe sceso. Forse si è sentito male o si è addormentato. Oppure c'è stato un problema ai freni. Certo che dispiace per l'autista, piacentino di 41 anni. Secondo me, si è sentito male. Spero che almeno non si sia accorto che stava per morire. Mi dispiace anche per i feriti. Spero che il bilancio delle vittime (avevo sentito anche 3 o 4 morti) non si aggravi. Una immagine che mi ha colpito è stata quella di un concessionario Peugeot, con le vetrate distrutte (ma non colpito dal fuoco), oppure quella del parcheggio incendiato... Non mi immagino il danno ai concessionari e alle assicurazioni. Che disastro... Mirtillo
Ritratto di Prrrrr
7 agosto 2018 - 15:51
Certo... poi i vacanzieri nel rifornitore si fanno mettere l'acqua al posto del carburante. Mistero dici? Ma non lo vedi che non ha neanche frenato.... trattasi di colpo di sonno, malore, o peggio distrazione, non ci sono misteri su questo tipo di incidenti, la Colonna lui doveva vederla e sicuramente l'ultimo della colonna aveva azionato le 4 frecce. Se guardi il video il Camion dietro che seguiva la colonna probabilmente non la vista, ma seguiva a distanza di "sicurezza" ed è riuscito a fermarsi in tempo.... quello davanti ha sicuramente avuto un problema (anche ai freni... tutto può essere). Le altre immagini che dici tu non le ho viste, dispiacersi x cose e altro non mi sembra il caso, le Persone Morte e i Feriti... quello è grave, x il resto si ricostruisce tutto.
Ritratto di MirtilloHSD
7 agosto 2018 - 21:56
4
Ciao Prrrrr, hai letto il mio commento? Io ho scritto chiaramente che l'autocisterna è esplosa. Comunque non capisco cosa centri l'acqua nel serbatoio.... Boh.... Comunque mi dispiace molto per tutti i morti e i feriti. Mirtillo
Ritratto di tramsi
7 agosto 2018 - 22:50
Il morto è uno solo (per fortuna!) e il blogger intendeva chiaramente affermare che, nei periodi dove la gente parte per le vacanze, i mezzi pesanti non possono non circolare perché equivarrebbe a paralizzare la distribuzione dei prodotti e, quindi, l'economia nazionale, dal carburante al latte nei supermercati.
Ritratto di Prrrrr
7 agosto 2018 - 23:28
Se dici che i mezzi pesanti non devono circolare, il carburante nei rifornitori come lo portano, in bici? A quello mi riferivo, i mezzi pesanti girano e a seconda delle località aumentano proprio x i vacanzieri.
Ritratto di MirtilloHSD
11 agosto 2018 - 10:00
4
Ciao tramsi e Prrrrr: I camion andrebbero fatti circolare, secondo me, dalle 22 alle 6. Così non si creano problemi. E magari utilizzare il trasporto su rotaia. Mirtillo
Pagine