NEWS

Incidente per la Koenigsegg nel tentativo di record al Nürburgring

20 luglio 2016

Un esemplare della One:1 è andato fuori pista, in quello che sembrava essere un tentativo di record. Il collaudatore è rimasto incolume.

Incidente per la Koenigsegg nel tentativo di record al Nürburgring

RISCHI DEL MESTIERE - Da tempo la Koenigsegg è al lavoro per strappare alla Porsche il record del Nürburgring nella categoria riservata alle automobili di serie, stabilito nel 2014 dalla 918 Spyder e conteso più per motivi di richiamo in termini d'immagine che per ragioni strettamente sportive. Un’impresa di questo genere richiede una lunga preparazione ed espone i collaudatori a rischi ben precisi. L’ultima sessione lascerà certamente un brutto ricordo nella persona al volante della Koenigsegg One:1, finita contro le barriere lunedì 18 luglio mentre guidava a forte velocità: come si vede dalle foto di AutoMotorUndSport e dal video qui sotto di EMS Nordschleife TV, l’automobile ha riportato gravi danni strutturali ed è volata al di là delle recinzioni, ma il collaudatore è uscito quasi del tutto incolume e senza gravi conseguenze fisiche. L’azienda svedese non ha commentato il fattaccio, ma l’intensità dello scontro lascia intendere che il pilota stesse guidando al limite.

LUNGA ATTESA - Di conseguenza è possibile immaginare che la Koenigsegg avesse organizzato in quell’occasione un tentativo per battere il record, o per lo meno stesse facendo una prova generale approfittando così del meteo favorevole e della piena usabilità del circuito: i gestori della pista hanno rimosso nel marzo scorso i limiti di velocità presenti in alcuni frangenti della pista, introdotti nell’estate 2015 dopo un incidente mortale. La Koenigsegg confidava di strappare il record alla Porsche già lo scorso anno e da allora si è messa in posizione di attesa, continuando il lavoro di sviluppo in attesa del momento favorevole: a luglio, sul proprio blog ufficiale, la casa svedese ha annunciato di volersi concentrare per definire il miglior settaggio possibile in vista del tentativo di record e di aspettare il momento di sintesi ideale fra il guidatore e il mezzo.

LA PORSCHE NEL MIRINO - Il momento favorevole, però, sembra davvero essere arrivato visto che sono ormai diverse le sessioni di prova nelle quali una Koenigsegg One:1 ufficiale è stata vista affrontare le curve del Nürburgring a velocità “da qualifica”. La One:1 deve battere il tempo di 6 minuti e 57 secondi. Per farlo si affiderà ad una meccanica di livello assoluto, fra le più estreme oggi disponibili: il motore V8 produce 1.340 CV e muove una coupé pesante 1.340 chili (da qui il nome: 1:1 è il rapporto peso/potenza), dotata di un’aerodinamica molto evoluta e capace di sfiorare i 450 km/h. 

Aggiornamento del 22 luglio - Dopo aver analizzato l'auto dell'incidente la Koenigsegg ha confermato che è stato causato da un mancato azionamento dell'ABS causato a sua volta da un sensore non funzionante. Il pilota, non accortosi della spia sul cruscotto che segnalava l'anomalia, ha frenato bruscamente innescando un prolugato  bloccaggio delle ruote anteriori a 170 km/h. L'auto non è quindi riuscita ad affrontare la curva, ha sbattuto contro il guard rail e si è ribaltata innescando un principio di incendio nella coda. Incendio spento dallo stesso pilota, rimasto illeso, con l'estintore di bordo. La casa svedese ha precisato che l'auto non ha subito danni strutturali e verrà riparata per tornare in pista.

Koenigsegg Agera
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
20
0
3
0
5
VOTO MEDIO
4,1
4.07143
28
Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
20 luglio 2016 - 15:05
Si, ne sa così tanto che ha preso consulenze da Volvo e Saab, altro che Ferrari. Per carità, ottima casa la Koenigsegg, rispetto a tante improvvisate che lasciano il tempo che trovano si è saputa affermare, ma se Ferrari e Porsche impiegano 10 anni tra un'hypercar e l'altra e con tutto il budget che hanno un motivo ci sarà, ovvero studi su studi, certezze su certezze e collaudi su collaudi. Preferirei correre su una La Ferrari che su un modello certamente avanzatissimo ma quasi sperimentale.
Ritratto di Mark R
20 luglio 2016 - 20:10
la ferrari tira avanti perchè è in f1 e al giorno d'oggi quasi tutte le sue auto e relative tecnologie sono derivate dalla f1. La koenigsegg non ha quel privilegio.... per me ferrari ha solo il nome, è blasonata e basta; l'F40 è l'unica Ferrari. Il fatto dei 10 anni è relativo e anche tanto, porsche e ferrari partecipano a gare in diverse categorie senza contare i vari modelli stradali, quindi il loro budget fa presto a svanire... koenigsegg conta solo 3 modelli e non fa gare quindi anche se è una piccola azienda (senza automazione) circa ogni 1-2 anni può permettersi di fare un modello
Ritratto di Fr4ncesco
20 luglio 2016 - 21:47
Rispetto le opinioni altrui, ma ritengo abbastanza blasfemo dire che la Ferrari sia solo un blasone e basta, che comunque si è fatta con innumerevoli successi sportivi e commerciali e il reparto di sviluppo nonchè quello produttivo è uno tra i più avanzati. La Koenigsegg è stata capace di fare fin'ora solo avanzatissimi dragster. Prototipi di quello che ci si può aspettare in futuro, ma non sufficientemente affidabili. Una bella vetrina tecnologica senza dubbio, ma non certamente pronte su strada.
Ritratto di luigi sanna
20 luglio 2016 - 14:17
5
Be l'alettone serve a quello.... togli l'ala a una Formula e vedi dove va. Questo tipo di macchine ad alte prestazioni, portate al limite, se non hanno determinate appendici, non stanno in strada.
Ritratto di Fr4ncesco
20 luglio 2016 - 12:53
Non so, rispetto la Koenigsegg, ma questo succede quando si fanno auto ad elevate prestazioni sì, e ne sono capaci tutti, ma senza la giusta esperienza. Hypercar così sono da esporre in garage, ma se l'intenzione è quella di correrci sempre meglio una Ferrari, una Porsche o una McLaren. Salvo solo la Pagani, che non strapompa l'auto col mero obiettivo di avere un'infinità di cavalli, ma lavora invece sugli equilibri e infatti edizioni della Zonda si sono rivelate animali da pista.
Ritratto di hulk74
20 luglio 2016 - 14:00
Amen
Ritratto di AMG
20 luglio 2016 - 17:01
E' almeno in parte quello che credo anch'io. Fare una macchina eccezionalmente costosa e con un numero eccezionale di cavalli è una cosa, che tra l'altro oggi, riescono a fare in molti, creando hypercar senza la minima anima, esagerate in numeri tanto quanto poco tarate e poco emozionanti, e difatti Koenigsegg per me resta quello, non è andato oltre, ad uno stadio dell'arte come per esempio Pagani, o a una taratura tra le parti in gioco come Porsche o Ferrari, è un'auto senz'anima, che puoi apprezzare se vuoi per la carrozzeria in alcuni casi.
Ritratto di AlexTurbo90
20 luglio 2016 - 20:16
Concordo pienamente sia con Francesco che con Amg! Meglio una Pagani a 'sto giro. Oppure una Noble M600...
Ritratto di AMG
20 luglio 2016 - 17:02
Ah ah ah. Alla faccia del simpatico pelatone svedese.
Ritratto di ahille
20 luglio 2016 - 17:53
Questo succede quando si pensa di essere costruttori di supercar! quando invece si é dei garagisti semi artigianali .auto che nelle varie edizioni non teneva mai la stada ! ricordo una puntata di top gear dove usciva di strada sul dritto! imbarazzante ! Koenigsegg é un buon ingegnere ma da qui a creare un auto che sa andare veloce facendo anche le curve ce ne passa.son capaci in molti a fare record di veloci sul dritto ! auto soppravalutata ,nessuno che ha esperienza di guida la prende in considerazione solo qualche arricchito con un gusto orrido per le brutte auto puo comprarsi un auto del genere .nessuna storia nessuna tecnica ,viviamo in questi tempi moderni dove l 'apparenza nasconde spesso poco o niente.
Pagine