NEWS

Infiniti in crisi in Europa. Prepara un futuro elettrico

01 febbraio 2019

Il marchio della Nissan cercherà di riposizionarsi in Europa presentando una gamma totalmente elettrificata.

Infiniti in crisi in Europa. Prepara un futuro elettrico

UN 2018 DA DIMENTICARE - La Infiniti, il marchio premium della Nissan, non se la passa bene in Europa. Secondo i dati della JATO Dynamics, le consegne si sono dimezzate, passando dalle 12.408 del 2017 a 6.246 del 2018. Le vendite della Infiniti Q30 sono scese del 59% perché è stata tolta dal listino la versione diesel 1.5 prima dell’entrata in vigore delle nuove normative WLTP sulle emissioni. Per lo stesso motivo, la casa giapponese nel 2018 ha tolto dalla propria gamma le berline Q50 e Q70, la Q60 coupé e la suv QX70. La Q50 sarà nuovamente in vendita a marzo 2019 nella versione ibrida Q50h. Solo a dicembre arriverà la suv di medie dimensioni Infiniti QX50 con l’innovativo motore turbo a benzina da 2.0 litri con un rapporto di compressione variabile.

FUTURO ELETTRICO - Nonostante il drastico calo delle vendite e una gamma ridotta a sole due vetture (Q30 e QX30), costruite nello stabilimento inglese Nissan di Sunderland, la Infiniti non abbandonerà l’Europa, cercando di riposizionarsi come marchio che offre auto elettriche ed ibride. Queste vetture elettrificate, che dovrebbero arrivare nel 2021, utilizzeranno una versione del sistema e-Power della Nissan. La Infiniti al salone dell'auto di Detroit di gennaio ha presentato il prototipo di una elettrica chiamata QX Inspiration (foto qui sopra), che dà un’idea concreta di cosa aspettarsi dal futuro del marchio. La casa giapponese stima che entro il 2025 venderà il 50% di auto elettriche.





Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
2 febbraio 2019 - 12:38
Ma il rilancio guardando l'articolo sarebbe proprio costruire, magari in UK, per il mercato europeo cross-over compatte adatte a noi, e in più con il plus dell'elettrico. Non quelle inutili berline (per il nostro metcato) o la bella QX70 però troppo "americana".
Ritratto di Facip
2 febbraio 2019 - 15:11
Purtroppo i modelli si sono ridotti all'osso e la rete commerciale è rimasta limitata. Non capisco perchè non usare la rete Nissan pur mantenendo il marchio Infiniti. Io ho una FX37S dal 2009 che aspetto a cambiare in quanto in 10 anni non mi ha dato mai nessun problema. Solo il tagliando annuale. In precedenza con BMW e Mercedes ho sempre avuto dei guasti (anche se sempre risolti immediatamente ma ho spese ed avuto il disagio di avere la macchina ferma). Quindi, il giudizio che ho di Infiniti è estremamente positivo e spero nei nuovi modelli. Che venda poco o molto mi interessa relativamente.
Ritratto di schizzo650
3 febbraio 2019 - 11:11
Infiniti paga le scelte sbagliate di non mettere auto ibride a listino come ha fatto Lexus, ora cerca di recuperare ma si parte da dietro è difficile la rincorsa, Tesla poi ha vantaggio, anche se vedo ci sono ancora gli illusi figli dell'urea.....
Ritratto di Luke_66
4 febbraio 2019 - 16:26
4
Se togli dal listino la proposta diesel che copre ancora quasi il 50% del mercato cosa ti aspetti? che la gente ti prenda la versione benzina o che se ne vada altrove e tu perdi il 50% delle vendite? beh, ora hanno la risposta!
Pagine