NEWS

La Infiniti dice addio all’Europa

12 marzo 2019

Il marchio di lusso della Nissan punta su Cina e Usa. La produzione nel Regno Unito delle Q30 e QX30 cesserà in estate.

La Infiniti dice addio all’Europa

ULTIMI MESI - Avrà conseguenze di un certo spessore il piano di riorganizzazione annunciato oggi dalla Infiniti, che intende ritirarsi dall’Europa a partire da inizio 2020 per investire maggiori risorse in Cina e negli Stati Uniti, aree del mondo in cui il marchio di lusso della Nissan ottiene risultati di vendita assai migliori rispetto al Vecchio Continente. La Infiniti abbandona l’Europa dopo esserci arrivata nel 2008, quando si aspettava di potersi inserire nel redditizio settore delle auto di prestigio, dominato in Europa da Audi, BMW e Mercedes.

VENDITE DIMEZZATE - A distanza di 11 anni dallo “sbarco” in Europa (la Infiniti è stata fondata nel 1989), si può dire però che non è stato centrato l’obiettivo di farsi strada fra costruttori più blasonati: stando alla società di statistica JATO Dynamics, le consegne in Europa sono passate dalle 12.408 del 2017 alle 6.246 del 2018. A metà 2019 verrà fermata la produzione delle compatte Infiniti Q30 e QX30 nell'impianto di Sunderland, nel Regno Unito, mentre dal prossimo anno non verranno più importate la berlina media Q50 e la coupé Q60, la berlina grande Q70 e la suv QX70.

PIÙ SUV PER GLI USA - Il ritiro dall’Europa fa parte di una strategia più ampia, perché la Infiniti ha stabilito di non vendere più auto diesel a partire dal 2021 e di concentrarsi sui mercati in cui è più forte: verranno lanciate nuove suv per gli Stati Uniti e la Cina riceverà cinque nuovi modelli nei prossimi cinque anni. Il costruttore giapponese vuole puntare inoltre sui motori elettrici e ha mostrato lo scorso gennaio il prototipo QX Inspiration, che dà un’idea concreta di cosa aspettarsi per il futuro.





Aggiungi un commento
Ritratto di Facip
13 marzo 2019 - 20:03
Del resto Infiniti non è tedesca e Europa è nelle loro mani. I messaggi commerciali più o meno diretti hanno portato le auto tedesche ad essere icone pagate molto. Infiniti ha sbagliato comunque. Però sono convinto che se la FX fosse stata BMW avrebbero avuto ben altro successo così come X6 Infiniti sempre poco avrebbe venduto. Infiniti si è snaturata ed ha montanto un diesel Renault che magari qualche problema ha dato. Il V6 3.7 è un orologio svizzero.
Ritratto di UnAltroFiattaro
13 marzo 2019 - 22:07
Un V6 3.7 cm3 è il motore ideale per l'auto che si usa tutti i giorni... :D
Ritratto di Matteo Bramucci
14 marzo 2019 - 13:04
Tutti scappano dall'Europa. Un motivo ci sarà....
Ritratto di Giuliopedrali
14 marzo 2019 - 19:13
Una piccola digressione politoco-economica è che neanche i tanto esaltati Paesi del nord Europa mi sembra siano più quelli di una volta, in effetti oggi l'Asia supera tutti. In ogni caso peccato per Infiniti perchè cominciava dai modelli venturi a fare belle auto...
Ritratto di dancale
21 marzo 2019 - 18:43
Ho comprato una bellissima Q30 full optional due anni fa, nuova e pagata molto meno rispetto il listino. Dopo aver ricevuto questo duro colpo ho subito cercato di venderla, nessuno mi ha contattato e il prezzo è anche conveniente. Nella permuta invece è un disastro, o mi viene rifiutata o mi viene offerto molto poco. Onestamente mi trovo bene e mi piace, la terrei ma ho troppa paura che fra qualche anno non valga un euro, oppure che Infiniti non assicuri una corretta assistenza e presenza di ricambi. Secondo voi, ha senso cercato di darla via adesso che ancora qualcosa di discreto mi viene offerto? Pagata 22900 non riesco a recuperare più di 15-16000 euro dopo 2 anni e 30mila km.
Ritratto di Ruan
10 giugno 2019 - 23:11
Buongiorno a tutti, ho una Infiniti QX30 del 2017 con 50.000 km. L’auto va bene, sono preoccupato per la chiusura della produzione in Europa, troverò ancora i pezzi di ricambio, con quali tempi, e soprattutto quale sarà la rivendibilitá futura della mia auto? Grazie a tutti quelli che mi risponderanno o che sapranno consigliarmi
Pagine