NEWS

Viaggio dentro la nuova Panda

23 giugno 2011

Ecco la prima foto non camuffata della plancia della nuova Fiat Panda. Spiccano gli elementi rettangolari con gli angoli smussati (ricordano un po' la forma dei moderni telefonini). Sulla destra, si intravede una sorta di tascone: era presente nell’antenata degli anni 80.

NON SI È MAI VISTA - Mentre proseguono i test dei prototipi della nuova Panda (qui sotto un’immagine scattata a Torino, in zona Mirafiori), alVolante continua a raccogliere indiscrezioni e informazioni sempre più dettagliate su questa citycar. Dopo le immagini della scocca scattate nella fabbrica di Pomigliano d’Arco (leggi qui la news), siamo entrati in possesso di una foto della plancia definitiva, e che non si era mai vista.

Panda spy foto 2
 

FORME E MATERIALI D’EFFETTO - Rispetto al modello attuale, nell’abitacolo della nuova Panda spiccano la linea ricercata e moderna, e i materiali lucidi. I tre elementi molto incassati del cruscotto (tachimetro a sinistra, schermo del computer di bordo al centro e contagiri a destra) hanno forme rettangolari con angoli smussati, come le icone dei telefonini touch screen di ultima generazione: un richiamo alla tecnologia, che si ritrova anche in altri dettagli, dai comandi del climatizzatore a quelli della radio. Accattivante la palpebra “a onda” sopra gli strumenti: è in materiale lucido, come tutta la cornice della plancia. Nel caso della immagine è bianca, ma potrà essere personalizzata in base all’allestimento, alla tinta della carrozzeria e ai gusti del cliente. 
 

Interni vecchia panda
 

E POI C’È IL TASCONE - Sono parecchi i richiami, ovviamente in chiave moderna, all’abitacolo della prima generazione della Panda (foto qui sopra), quella disegnata da Giugiaro. Anzitutto l’essenzialità delle forme, con il lungo marsupio portaoggetti, un elemento che nella nuova Panda si estenderà solo nella parte destra della plancia. Nella prima foto in alto si nota quanto sia profondo, osservando il foglio piegato al suo interno (l’alloggiamento dell’airbag frontale del passeggero, invece, è ricavato nella cornice lucida). Non mancano, comunque, altri vani in vari punti dell’abitacolo. Ispirata a quelle dell’antenata anche le due bocchette dell’aria nella parte centrale, appena sotto il parabrezza. Tutta un’altra cosa, invece, il volante, dall’impugnatura e dalle razze spesse, quasi da vettura sportiva. Tra l’altro nelle due laterali e nel “cuscino” centrale viene ripreso il tema dei rettangoli smussati.
 

Interni panda attuale
 

ANCORA PIÙ PRATICA DEL MODELLO ATTUALE - Nella nuova Panda, la leva del cambio manterrà la comoda impostazione alta del modello attuale (vedi foto qui sopra). Tutti i comandi sono raggruppati nella consolle centrale, bene a portata di mano, ma hanno un aspetto molto più moderno e curato. Non dovrebbero mancare neppure una presa Usb per collegare chiavette mp3 o quella del sistema Blue&Me, finora riservato a modelli più grandi. I sedili, invece, saranno più sottili per lasciare ampio spazio ai passeggeri seduti dietro, ma ben più comodi degli strapuntini in tessuto e tubi d’acciaio della prima generazione della Panda. Infine, tra i pregi del nuovo modello non mancherà il divano scorrevole, già apprezzato sull’attuale Panda. E in più, c’è lo schienale del sedile del passeggero anteriore reclinabile in avanti, per caricare oggetti molto lunghi.

> Tutto sulla nuova Panda: dai rendering alle foto spia



Aggiungi un commento
Ritratto di audi94
24 giugno 2011 - 14:35
1
lo stemma fiat è perfettamente rotondo... all'interno è rifinito in modo sagomato, ma la forma esterna è rotonda... e non so da cosa può sembrare della vw...
Ritratto di cv2
24 giugno 2011 - 22:42
1
questo conferma la tua testa di caz**
Ritratto di audi94
25 giugno 2011 - 11:22
1
ma tu sei tutto scèmo... adesso cominci a stancare... e una ci rido sopra e due ci rido ancora di più ma adesso esageri... anche perchè sta cosa la dicevo seriamente!!! lo stemma fiat è perfettamente rotondo... guarda scèmone... http://cdn.ultimogiro.com/wp-content/uploads/2009/09/fiat-logo.jpg
Ritratto di audi94
24 giugno 2011 - 14:35
1
lo stemma fiat è perfettamente rotondo... all'interno è rifinito in modo sagomato, ma la forma esterna è rotonda... e non so da cosa può sembrare della vw...
Ritratto di audi94
24 giugno 2011 - 14:35
1
lo stemma fiat è perfettamente rotondo... all'interno è rifinito in modo sagomato, ma la forma esterna è rotonda... e non so da cosa può sembrare della vw...
Ritratto di audi94
24 giugno 2011 - 16:34
1
te l'ho scritto ben tre volte!!! spero tu l'abbia capito... ahahahahah
Ritratto di Vayto34
24 giugno 2011 - 14:50
Commento rimosso perché l'utente è stato disattivato. La redazione.
Ritratto di audi94
24 giugno 2011 - 16:33
1
troppo sul serio??!! bhe, forse... ahahah ciao...
Ritratto di vaisecco
24 giugno 2011 - 15:15
Sembra proprio molto bella e curata. Ottima anche la soluzione dello schienale del sedile del passeggero anteriore reclinabile in avanti, per caricare oggetti molto lunghi. (es, sci, snowboad). Se la qualità sarà all'altezza, quest'auto potrebbe fare davvero bene sul mercato!
Ritratto di Gipo
25 giugno 2011 - 08:03
Abbiamo superato i francesi proprio nel 50° anniversario dell'utilitaria per antonomasia della Régie. Non è certo una novità visto che molti modelli di grande successo glieli abbiamo "suggeriti" noi: Flaminio Bertoni (Citroën Traction Avant, DS e 2CV, tra le altre), Pininfarina (Peugeot 205, 504 e 406 coupé, tra le altre)... Storicamente la Panda III potrebbe considerarsi la R4 del XXI secolo, con tanto di vaghi, ma del tutto originali, richiami estetici: aspetto e funzione "all-terrain" (l'acronimo SUV lasciamolo ai bauscia), terza luce, cambio rialzato, paracolpi perimetrali... Quest'auto farà impazzire i sindacati d'oltralpe che negli '80 s'inventarono la Neutral (anagramma di Renault) per protestare contro l'interrotta produzione della R4 e la relativa perdita di posti di lavoro. Ecco ora la nemesi storica che si realizza dalla parte opposta delle alpi e fa giustizia in terra della volontà di sostituire il nome Panda con Gingo (ossia Twingo con "gin" al posto di "twin", in un autentico delirio etilico che prima ha fatto sbellicare i transalpini e quindi li ha costretti ad una diffida). Ci si è garantiti una solenne figura di m.... e si è corso il rischio di annientare un modello destinato a diventare un'icona. Oggi spero che il responsabile (sicuramente a capo di un gruppo di "espertoni" di marketing ed animato dalla volontà di lasciare una traccia al mondo) faccia il front-man in qualche patetica rock-band di provincia, alcolizzata persa, soffocata dal fumo prodotto dai cannaioli loro seguaci e dissanguata da zanzare grosse come tacchini. Lunga vita alla Panda!
Pagine