NEWS

Jaguar Land Rover: pronti a cambiare radicalmente

Pubblicato 15 febbraio 2021

Il gruppo inglese Jaguar Land Rover ha presentato l’ambizioso piano che prevede, tra l'altro, la completa riconversione elettrica del brand Jaguar dal 2025.

Jaguar Land Rover: pronti a cambiare radicalmente

DAL 2025 SOLO JAGUAR ELETTRICHE - I prossimi anni saranno di grande cambiamento per la casa inglese di proprietà del Gruppo Tata. Il  ceo della Jaguar Land Rover, Thierry Bolloré (foto qui sotto), ha presentato il piano Reimage, dove viene delineata la strategia globale che cambierà radicalmente la società. Verterà sull’elettrificazione della gamma e su una reinterpretazione moderna del concetto di lusso, che sarà sempre più focalizzato verso il cliente. L’obiettivo è quello di diventare, entro il 2039, un’azienda a zero emissioni di carbonio. Per perseguirlo la Jaguar, a partire dal 2025, sarà convertita all’esclusiva produzione di modelli elettrici. 

NEL 2024 LA PRIMA LAND ELETTRICA - Elettrificazione che interesserà anche la Land Rover, la quale, entro il 2024, presenterà il primo modello a batteria. A questo si aggiungeranno, entro i prossimi cinque anni, sei varianti esclusivamente elettriche che andranno a posizionarsi all’interno delle tre famiglie che comprendono Range Rover, Discovery e Defender. La previsione è che, entro il 2030, il 60% delle Land Rover vendute possa essere elettrica.

 

TRE NUOVE PIATTAFORME - I nuovi modelli della Land Rover saranno costruiti sulla piattaforma e modulare Modular Longitudinal Architecture (MLA), che consentirà di avere motori a combustione interna elettrificati, oltre a varianti interamente elettriche. La Land Rover utilizzerà poi anche l’Electric Modular Architecture (EMA), ossia la piattaforma specifica per i modelli a batteria, che sarà comunque compatibile anche con le varianti ibride plug-in. In tutto arriveranno nei listini sei Land Rover elettriche pure entro i prossimi cinque anni. Ci sarà poi una terza piattaforma specifica per le Jaguar, i cui futuri modelli esclusivamente elettrici saranno costruiti a Solihull, nella contea delle West Midlands.

NIENTE PIÙ XJ - In questo nuovo piano industriale non ci sarà posto per la nuova Jaguar XJ, la berlina di lusso elettrica che era nella fasi finali dello sviluppo e doveva essere presentata quest’anno (qui per saperne di più). Senza dare troppe spiegazioni, e dopo 50 anni di presenza nei listini in varie generazioni, la casa inglese ha annunciato che la nuova XJ non fa più parte del piano prodotti. Non è detto, però, che il marchio XJ non torni in futuro, dopo il 2025. Fino a quella data la Jaguar continuerà con la gamma attuale, senza grosse novità di prodotto.

IDROGENO E SERVIZI - Nel piano industriale c’è anche spazio per l’idrogeno attraverso lo sviluppo della tecnologia a celle a combustibile già in corso, con i primi prototipi che arriveranno sulle strade del Regno Unito entro i prossimi 12 mesi. La casa inglese inoltre punterà molto anche sulla digitalizzazione e sullo sviluppo dei servizi connessi, che includeranno anche il nuovo servizio di abbonamento flessibile Pivotal.

RIORGANIZZAZIONE INTERNA - Oltre agli investimenti, questo ambizioso piano sarà sostenuto da una completa razionalizzazione delle risorse, che comprenderà la chiusura delle infrastrutture non produttive. Gaydon diventerà il nuovo centro decisionale della Jaguar Land Rover. Non sono previste chiudere degli stabilimenti inglesi. Riduzione dei costi che sarà possibile anche grazie all’intensificazione delle sinergie con il Gruppo Tata e con tutte le compagnie associate.





Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
16 febbraio 2021 - 19:13
Si commercialmente si era più concorrente della Serie 7 o Klasse S teutoniche, però ho voluto affiancarle berline forse più iconiche dell'epoca che comunque esistevano anche in versione V8 o Lancia-Ferrari. trovo queste berline anni 80 una più iconica e bella dell'altra altro che oggi, e la Jaguar la più spettacolare, se guardiamo le berline del gattone di oggi: mammamia come siamo caduti in basso!
Ritratto di Giuliopedrali
16 febbraio 2021 - 16:28
Ma la Double six era ancora il modello 1968 cioè 1980 terzo restyling e non la nuova XJ6 XJ40 del 1987 mi sembra ? Avevo un numero proprio del 1991 di Classic and Sportscar dove facevano vedere la catena di montaggio della Double Six, a vederla costruire era da perdere il sonno davvero: semi artigianalmente: pazzesca !
Ritratto di Voltaren
16 febbraio 2021 - 16:58
Sì, l'ho scritto: era la Serie III del 1991. Il V12 è stato montato nella XJ40 solo nel 1993 (assumendo il codice XJ81, che non è la mia) perché hanno dovuto modificare la struttura anteriore della scocca, inizialmente non predisposta per alloggiare propulsori con architettura a V. Ciò, FORTUNATAMENTE, impedì la collocazione del V8 Rover, fortemente voluto da British Leyland. Quindi, la Serie III con il magnifico L6 4.2 fu sostituita nell 1986 dalla XJ40, ma rimase in produzione con il V12 fino al 1992.
Ritratto di Giuliopedrali
16 febbraio 2021 - 19:19
Però il V8 Rover che anche secondo me sulla Jaguar XJ avrebbe snaturato tutto per me è IL MOTORE insieme al boxer Alfa Romeo, i due motori di un tempo che io avrei ficcato in ogni bella auto a seconda della cilindrata, la sa la storia della Triumph Stag, cioè la Cabrio derivata dalla Triumph 2000 P:I: berlina di Michelotti che sarebbe stata una bellissima auto concorrente perfino delle Mercdes 280 SL, ma dove hanno sbagliato il motore, cioè si sono inventati il 3000 V8 Triumph unendo due monoblocchi Triumph 1500 a 4 cilindri, motore che diede un sacco di problemi, quando avevano in casa già il Rover V8 forse il miglior motore al mondo, insomma se ne dimenticarono! Per dire come funzionavano le cose in British Leyland la Casa più sconclusionata del mondo (anche se ha prodotto alcune delle mie auto preferite).
Ritratto di Voltaren
16 febbraio 2021 - 19:24
Per cortesia, Pedrali, non può scrivere che il V8 Rover fosse il miglior motore al mondo proprio in un sito automobilistico. Equivale a dire 2 + 2 = 5 in aula al corso di laurea in matematica. Basta, si tenga le sue opinioni strampalate per sé!!!
Ritratto di Giuliopedrali
16 febbraio 2021 - 19:46
Il più semplice, quello che ha equipaggiato più kit car e tante conversioni V8, il più malleabile, certo ci sono stati motori molto più raffinati, però il Rover V8 lo metterei anche su un Ciao...
Ritratto di Voltaren
16 febbraio 2021 - 19:56
Della qual cosa non ce ne frega niente.
Ritratto di Giuliopedrali
17 febbraio 2021 - 09:02
Il V8 Rover ex Buick forse il motore più famoso al mondo.
Ritratto di emergency
17 febbraio 2021 - 09:09
Non so se sia vero ma da quello che dicono i possessori di Land, hanno problemi a profusione, dai problemi elettrici a quelli puramente meccanici.
Ritratto di Voltaren
17 febbraio 2021 - 14:17
@Pedrali: questa è un'affermazione sua, senza alcuna motivazione tecnica oggettiva. Purtroppo, lei è convinto di propagare il verbo, non rendendosi conto di risultare puntualmente ridicolo.
Pagine