La Jaguar XE SV Project 8 è finalmente pronta

A giugno inizia la produzione dei 300 esemplari della super berlina da 600 CV, che costerà circa 170.000 euro nel Regno Unito.

UN ANNO DOPO - Il “tempone” sul circuito tedesco del Nürburgring (qui per saperne di più) è un bel biglietto da visita per la Jaguar XE SV Project 8, l’edizione speciale della Jaguar XE che ha ridefinito gli standard in termini di prestazioni e sportività fra le berline medie di lusso: il suo motore V8 5.0 sovralimentato eroga infatti 600 CV, 90 in più dell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e 170 della BMW M3. Il costruttore inglese ha avuto bisogno di tempo per riuscire a gestire tanta potenza, visto che la SV Project 8 è stata annunciata lo scorso giugno ma deve ancora arrivare nei garage di chi l’ha ordinata. Ora però sembra che quel momento sia dietro l’angolo: la Jaguar ha concluso pochi giorni fa i test di sviluppo e ha annunciato il prezzo della XE SV Project 8, che sarà consegnata dall’estate nel Regno Unito a partire da 149.995 sterline (170.565 euro).

UN “MOSTRO” DI BERLINA - Con la Jaguar XE SV Project 8 la casa inglese ha alzato molto l’asticella fra le berline medie ad alte prestazioni, ottenendo come risultato una vettura a quattro porte con caratteristiche e “numeri” da supercar: la Jaguar infatti parla di un’accelerazione da 0 a 96 km/h in 3,3 secondi e di una velocità massima pari a 320 km/h. Il motore V8 5.0 con compressore volumetrico è lo stesso delle Jaguar XF e Range Rover SVR, ma è stato riprogettato quasi interamente (l’80% dei componenti principali è nuovo) e si abbina ad un leggero impianto di scarico in titanio. L’equipaggiamento di serie include i dischi freno in materiale composito (più leggeri di 18 kg) e la trazione integrale con differenziale posteriore a controllo elettronico, studiato per migliorare la gestione della potenza e aumentare la presa sull’asfalto in uscita dalle curve. La XE SV Project 8 è ordinabile in versione “normale” oppure in quella alleggerita di 12,2 chili nella quale manca il divanetto posteriore, ma ci sono la struttura di rinforzo nell’abitacolo (roll-bar) e due sedili a guscio simili a quelli utilizzati sulle auto da corsa.

COLLAUDATORI D’ECCEZIONE - La Jaguar non sembra aver lasciato nulla al caso e ha messo insieme una squadra di specialisti per i collaudi su strada e in pista della XE SV Project 8, che insieme ai collaudatori del reparto Special Vehicle Operations (la divisione della Jaguar incaricata dei progetti speciali) è stata portata al limite anche dagli ex piloti Andy Wallace e Davy Jones (guarda video qui sotto), entrambi vincitori della 24 Ore di Le Mans. I test erano in programma sui circuiti di Portimão (Portogallo), Aragón (Spagna) e Laguna Seca (Stati Uniti). Ora dovranno entrare in azione i meccanici del centro tecnico di Coventry, che da giugno inizieranno a costruire i 300 esemplari previsti. 



Leggi l'articolo su alVolante.it