NEWS

Jeep Cherokee 2018: le prime immagini

19 dicembre 2017

La Jeep Cherokee cambia grazie a vari ritocchi al frontale, meno aggressivo rispetto a prima, e alla coda. Esordio al Salone di Detroit.

Jeep Cherokee 2018: le prime immagini

LA VEDREMO A GENNAIO - La prima grande novità attesa dalla Jeep con l’anno nuovo è la versione ristilizzata della suv media Jeep Cherokee, aggiornata all’esterno e dotata di nuove funzionalità per il sistema multimediale Uconnect, che dovrebbe ricevere i sistemi Apple Car Play e Android Auto. La Cherokee 2018 verrà mostrata in anteprima al Salone dell’automobile di Detroit (13-28 gennaio), ma oggi la casa americana ha deciso di rompere l’attesa e mostrare alcune immagini di entrambe le versioni disponibili: quella normale e la Trailhawk, dotata di protezioni maggiorate sulla carrozzeria, fascioni specifici e particolari adatti alla guida in fuoristrada, come l’assetto rialzato ed i ganci traino sul paraurti davanti.

FARI RIVISTI - I principali cambiamenti della Jeep Cherokee 2018 interessano la “vista” anteriore e riguardano il fascione paraurti, il cofano ed i fari, non più disposti su tre livelli e quindi meno appariscenti rispetto a prima. Grazie a queste modifiche si nota una somiglianza più accentuata fra la Cherokee e la Compass. Dietro invece cambiano la finitura interna dei fanali e l’alloggiamento del portatarga, sistemato del portellone e non più nel paraurti. La Jeep non ha rivelato se vi saranno altre novità a livello tecnico, a partire dal nuovo motore micro ibrido 2.0, portato all’esordio sulla nuova Wrangler e atteso in futuro su altre macchine del costruttore statunitense.

Jeep Cherokee
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
159
99
82
40
94
VOTO MEDIO
3,4
3.398735
474


Aggiungi un commento
Ritratto di AMG
20 dicembre 2017 - 15:41
Non sono d'accordo. Quello che intendo io è che il Cherokee, per come è venuto fuori in quest'ultima serie, ha molto più a che spartire con una linea (piuttosto anonima-curva) della Chrysler di oggi che con il marchio Jeep di ieri. Per lo stile che hanno adottato potevano benissimo farlo Chrysler. Certo, non avrebbero potuto attingere all'immagine da suv-fuoristrada della Jeep. Ma a mio avviso se fuori fare un modello che attinge solo all'immagine del marchio per vendere, ma al contempo non contribuisce ad accrescere quell'immagine che prende, è meglio non fare il modello. Capisco comunque il tuo discorso, ed è vero. Anche se, per esempio prendendo il RR sport, modello dai grandi numeri, sebbene non sia caratteristico come la generazione precedente ha mantenuto un suo DNA. Nella Cherokee... non c'è nulla del DNA
Ritratto di ugo latrofa
21 dicembre 2017 - 10:20
a parte il fatto che non mi sembra che sia stata stravolta la vettura precedente, questo è un semplice restyling che, come sempre, trova sostenitori e detrattori. La logica di spostare il target di riferimento dai puristi ai più generalisti, mi sembra del tutto scontata, perchè così di auto se ne vendono molte di più e non è che il modello precedente avesse DNA di origine Willis. Chi vuole una Jeep nello spirito delle origini, si può comprare una Wrangler e trova i valori conservati. Il marchio a mio modo di vedere non ne risente, ha prodotti da fuoristrada che si "arrampicano" veramente e prodotti, molto più fruibili che, alle qualità di un'auto da famiglia, associano anche la possibilità ridotta di "arrampicamento". Non conosco le auto americane più di tanto ma da quello che si vede nella valanga di film e telefilm non mi sembra che siano migliori delle europee, anzi... Se dunque la gamma Jeep si sta europeizzando, io dico, tanto meglio!
Ritratto di AMG
21 dicembre 2017 - 13:28
Ma a chi stai rispondendo? Perché io stavo parlando non del restyling in sé ma della generazione del modello... Ovvero anche pre-restyling. Sei completamente fuori strada, se confronti la serie KK con la serie KL la vettura é STATA stravolta!
Ritratto di Fr4ncesco
20 dicembre 2017 - 13:42
Non siamo negli anni '80, dai '90 le auto americane hanno assunto linee morbide e dettagli in linea con gli standard globali.
Ritratto di Fr4ncesco
20 dicembre 2017 - 15:33
Diciamo che ha uno stile più automobilistico, esteticamente è più un crossover rispetto a prima che aveva fattezze più fuoristradali. Ma penso che vada bene così perché per i puristi c'è il Wrangler, disponibile anche a 5p e più comodo su strada, mentre il Cherokee è più appetibile a chi un tempo avrebbe preso una berlina (magari proprio Dodge o Chrysler), in linea con la moda dei SUV.
Ritratto di AMG
20 dicembre 2017 - 15:45
@GiO1975, capisco perfettamente cosa intendi e la penso come te.
Ritratto di AMG
20 dicembre 2017 - 15:43
AH! Magari fossimo ancora agli stili anni 80' delle auto americane... Negli anni 90' già avevano abbracciato quel terrificante stile curve (esempio Chrysler Concorde)
Ritratto di AMG
20 dicembre 2017 - 15:44
Confrontatela con una Fifth Avenue di qualche anno prima. Un altro mondo.
Ritratto di Fr4ncesco
20 dicembre 2017 - 18:01
A me piacciono ma è soggettivo, però anche io preferisco quelle squadrate antecedenti che sarebbero state anacronistiche nei decenni successivi, difatti nei film di quegli anni si notava che la differenza iniziava ad essere marcata, ad esempio tra le auto che usava la polizia (quel genere di auto è stato proposto fino gli inizi '90) e il resto del parco circolante. Comunque trovo che i SUV di grandi dimensioni americani, con quelle linee tese ed imponenti, le cromature e i motori di alta cilindrata seguano quel filone lì.
Ritratto di Illuca
19 dicembre 2017 - 19:14
bella
Pagine