NEWS

Jeep Renegade 2018: prezzi da 22.400 euro

11 luglio 2018

Grazie ai "Renegade Days" sarà possibile vederla e provarla nelle concessionarie dal 13 al 21 luglio con orario esteso fino alle 21.

Jeep Renegade 2018: prezzi da 22.400 euro

LA DIESEL DA 25.900 EURO - Aggiornata con leggeri ritocchi estetici, la Jeep Renegade 2018 (leggi qui il primo contatto) porta all'esordio motori nuovi o aggiornati: per la prima volta su una vettura della FCA sono disponibili i nuovissimi benzina 1.0 da 120 CV e 1.3 da 150 o 180 CV, a tre o quattro cilindri, mentre i diesel 1.6 da 120 CV e 2.0 da 140 o 170 CV sono dotati di nuovi turbo e del filtro antiparticolato che funziona grazie all’iniezione del liquido AdBlue a base di urea. La rinnovata suv si può già ordinare ed i prezzi sono stati fissati a partire da 22.400 euro, riferiti alla 1.0 T3 in allestimento di primo livello Sport con cambio manuale a 6 marce. Per avere la Longitude bisogna aggiungere altri 400 euro. La Jeep Renegade 1.6 MultiJet parte invece da 25.900 euro, che diventano 28.100 euro scegliendo il cambio automatico doppia frizione DDCT a sei marce. Il prezzo della versione base scende a 18.900 euro per chi ordina l’auto nei prossimi giorni, a patto però che accetti di pagarla con un finanziamento. Al momento non si conoscono i prezzi dei motori a benzina 1.3, diesel 2.0 e delle varianti a trazione integrale. Dal 13 al 21 luglio gli autosaloni italiani della Jeep resteranno aperti fino alla 21 in occasione dei "Renegade Days".

ANCHE BICOLORE - In occasione dell'aggiornamento sulla Jeep Renegade sono stati aggiunti optional finora non disponibili (come le ruote di 19”) e rivisto i colori esterni (debutta il blu Jet Set da 700 euro), anche ad effetto opaco (il verde Matt costa 1.150 euro) o bicolore con il tetto nero (1.150 euro). La Jeep Renegade in allestimento Sport include nel prezzo il “clima” manuale, i cerchi in acciaio di 16”, lo schermo a sfioramento nella consolle di 5”, il sistema che avvisa quanto si esce dalla corsia di percorrenza e la radio digitale DAB. La Longitude aggiunge il regolatore e limitatore di velocità, i sensori di prossimità posteriori, una presa usb per i passeggeri posteriori ed i cerchi in lega di 16”, mentre sono compresi nel prezzo della Business anche il volante riscaldato, lo schermo a sfioramento di 8,4”, il “clima” automatico e le funzionalità Apple CarPlay e Android Auto. La più ricca Limited completa l'equipaggiamento con le ruote di 18”, il sistema che rallenta automaticamente l'auto prima di un tamponamento e quello per variare l'erogazione della potenza in base al terreno.

OPTIONAL IN PACCHETTI - A richiesta per la Jeep Renegade si possono avere il tetto apribile elettrico (1.500 euro), i sedili anteriori riscaldati (250 euro) e una serie di pacchetti, come quello chiamato Function, che prevede gli specchietti ripiegabili elettricamente con funzione sbrinamento, il sistema d'ingresso senza chiave, il cassettino sotto il sedile passeggero e il comando sulla chiave d'accensione per chiudere i vetri laterali (600 euro). Nel pacchetto Visibility sono contenuti lo specchietto interno anti-abbagliamento, l'accensione automatica di “tergi” e fari e lo spegnimento automatico degli abbaglianti (400 euro).

Jeep Renegade
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
247
136
65
44
106
VOTO MEDIO
3,6
3.62542
598
Aggiungi un commento
Ritratto di manuel1975
12 luglio 2018 - 01:52
manca un 1.3 turbo benzina gpl da 120 cv e 240 Nm
Ritratto di otttoz
12 luglio 2018 - 07:57
giusto! nelle more after market, anche per il 1000...
Ritratto di AyrtonTheMagic
13 luglio 2018 - 09:50
2
Se non ho capito male FCA il gpl lo abbandona. L'ultimo è il T-Jet eu6 da 120 cv e poi ciao. Credo che il motivo sia per il fatto che su vetture meno leggere, sia decisamente impiccato. Io ce l'ho su Mito e Giulietta, e mentre sulla prima va benissimo, sulla seconda con il cambio 6 marce e rapporti studiati da un ubriaco strafatto di crak, tendo ad odiarla abbastanza da tirarla contro un muro... Comunque i firefly sono a iniezione diretta e multiair, quindi poco propensi al bifuel. Ciao
Ritratto di Giuliopedrali
12 luglio 2018 - 08:28
Sveglia! Non si può puntare tutto su Jeep e tralasciare Fiat, mi pare ovvio che alla lunga l'assetto FCA non avrà più motivi per non staccarsi dall'Italia.
Ritratto di Sepp0
12 luglio 2018 - 11:46
Jeep ha una redditività in Europa, che FIAT si sogna di notte, credo sia l'unico marchio che è venduto come generalista in un continente (USA) e near-premium in un altro (EUR). Non so esattamente come ci siano riusciti in FCA, ma chapeau.
Ritratto di AyrtonTheMagic
13 luglio 2018 - 09:54
2
Pubblicità a tutto spiano per Jeep e zero investimenti per Fiat/Lancia. La gente è convinta che la 500X sia peggio della Renegade, quando sono la stessa identica auto con un vestito differente. Poi mettici lo sponsor sulle maglie strisciate, mettici che siamo italici ma profondamente esterofili anche nelle scelte patriottiche, la gente compra una vettura Jeep pagandola come una Mercedes convinta di avere una vettura di pari qualità, poi la usano e... vabbè. Rimane il fatto che queste strategie vanno vene nel breve/medio termine, vedremo poi a lungo andare.
Pagine