Kia Stinger: la berlina si fa sportiva

09 gennaio 2017

La Kia sfida Audi e BMW con una una berlina dalle forme accattivanti, a trazione posteriore, disponibile con due motori: un 2.0 e un 3.3 V6.

Kia Stinger: la berlina si fa sportiva

DINAMICA CURATA - Nel corso del 2017 la Kia farà esordire negli Stati Uniti una berlina dal carattere molto sportiveggiante, la Kia Stinger, curata sotto il profilo dinamico e disponibile anche con un nuovo motore a benzina V6 biturbo di 3.3 litri (370 CV), che le regala prestazioni mai raggiunte da una Kia stradale: l’accelerazione 0-96 km/h viene completata in 5,1 secondi e la velocità massima si attesta a 269 km/h. Negli Usa si potrà ordinare anche un benzina 4 cilindri turbo di 2.0 litri e 258 CV, che non farà diminuire il coinvolgimento promesso dalla Kia: la Stinger adotta una meccanica a trazione posteriore o integrale, sospensioni di buona qualità (MacPherson all'anteriore e multi-link al postariore) e ha effettuato lunghe sessioni di prova sul circuito del Nürburgring, in Germania, considerato fra i più impegnativi dove mettere a punto l’assetto di un’auto. Il molleggio delle sospensioni e la rigidità dello sterzo si possono controllare in maniera elettronica. Di serie il cambio automatico ad 8 marce progettato e realizzato dal gruppo Hyundai-Kia.

LINEE DA COUPÉ - L’attenzione della Kia Stinger nei confronti della sportività emerge fin dall’estetica, più filante rispetto ad una tradizionale berlina con la coda: il cofano anteriore è lungo, lo sbalzo posteriore contenuto e il lunotto piega in maniera simile ad una coupé. Anche la fanaleria è più rastremata e sottile di una quattro porte per la famiglia. Il riferimento in termini d'impostazione e proporzioni sono la BMW Serie 4 Gran Coupé e l'Audi A5 Sportback, sue concorrenti anche sul mercato, anche se la Stinger ha dimensioni più generose: misura in lunghezza 483 cm e ha un passo di 290 cm, che garantisce secondo la Kia un’abitabilità paragonabile a modelli di lunghezza maggiore. La capacità del bagagliaio non è stata dichiarata per il momento, ma il portellone si può aprire tramite il movimento del piede sotto il paraurti, segno che l’auto rimane pratica e sfruttabile anche tutti i giorni. Il comfort di bordo è garantito dal telaio rigido, costruito per il 55% da acciai ad alta resistenza, che migliora il filtraggio delle asperità sulla strada.

DOTAZIONE AL VERTICE - La plancia della Kia Stinger è molto accattivante e ricorda quella di una vettura sportiva, grazie alla cura riposta nella scelta dei materiali e degli abbinamenti cromatici. La dotazione include tutti i più moderni sistemi di ausilio e assistenza alla guida, a partire dalla frenata automatica d’emergenza, mentre è una novità per la Kia il sistema anti-sonnolenza Driver Attention Alert (DAA): riconosce eventuali sintomi di stanchezza e consiglia al guidatore di fermarsi. Il sistema multimediale si avvale di uno schermo ampio 7 pollici. La Kia Stinger dovrebbe arrivare anche in Europa.

Kia Stinger
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
93
64
36
22
19
VOTO MEDIO
3,8
3.811965
234




Aggiungi un commento
Ritratto di ilpellegrino
9 gennaio 2017 - 14:12
Se arrivasse anche in Italia a me non dispiacerebbe
Ritratto di AMG
10 gennaio 2017 - 18:30
La Bmw in dinamica e meccanica ha alti standard di guidabilità, superiori anche alle Audi o Mercedes che si voglia (normalmente). Nemmeno la XE, con le sue ottime premesse e la sua bella linea, e il suo mirino puntato sulla serie 3, è riuscita a raggiungere l'obbiettivo. Non sarei così frettoloso a innalzare questa Kia, che pur mi piace moltissimo e ritengo anch'io già molto valida.
Ritratto di Fr4ncesco
10 gennaio 2017 - 20:17
2
Non darei nemmeno così scontato il risultato contrario. Cioè Hyundai-Kia stanno investendo parecchio in quel senso tanto che hanno una sede proprio al Ring e rispetto Jaguar, che ha avuto i suoi problemi in precedenza, sono in continua ascesa. BMW nel frattempo poi ha perso un po' di colpi quindi la Serie 4 come obiettivo è abbastanza realistico.
Ritratto di Gianni.ark
9 gennaio 2017 - 11:57
Bella. Al posteriore ricorda tantissimo Giulia e Ghibli.
Ritratto di maxxio1967
1 febbraio 2017 - 13:04
Ricorda... Ricorda... Ma che ricorda? E' un progetto vecchio di 10 anni, il primo prototipo in versione pressoché definitiva è stato presentato nel 2011 quando Giulia e Ghibli erano ancora a matita... Ricorda ricorda. MEglio dire allora "immagina"
Ritratto di Moreno1999
9 gennaio 2017 - 12:07
4
Considerando che davanti è una BMW, dietro un'Audi e dentro una Mercedes (somiglianza in questo caso direi quasi imbarazzante), concluderei dicendo che siamo tutti bravi a disegnare auto belle ricalcando altre auto belle, ma l'originalità dov'è? Complimenti al reparto design
Ritratto di MAXTONE
9 gennaio 2017 - 13:05
Ma magari fosse bella! E'la solita insalata di stili alla quale i coreani proprio non riescono a rinunciare, risultato trash e involontariamente comico come al solito :-)
Ritratto di AMG
10 gennaio 2017 - 18:32
Bear, sono in disaccordo. Forse oso additare qui una tua imparzialità in favore dei tuoi brand preferiti?
Ritratto di Luzo
9 gennaio 2017 - 15:48
Può essere chenel di DNA di Schreyer l'originalità non sia contemplata, sai com'è....btw il risultato mi apre apprezzabile, da rivedere in altre tinte magari
Ritratto di Eccomi Qua
9 gennaio 2017 - 12:11
Davvero molto bella e anche pratica grazie al portellone. Se in Europa arriva una versione non troppo potente (magari col 1.7 D da 141 CV) me la compro.
Pagine