La Koenigsegg Regera alla prova dei crash test

Per la prima volta un costruttore di hypercar mostra i crash test su una vettura con telaio e carrozzeria in carbonio.

COME LE AUTO “NORMALI” - Il prezzo elevato e la produzione in piccola serie non dispensano i produttori di supercar dai crash test di sicurezza. Lo dimostra un video (qui sotto) pubblicato dalla svedese Koenigsegg, che in questo modo ha voluto festeggiare il traguardo del milione di seguaci su Instagram: nel breve filmato si vedono i test che la Koenigsegg Regera ha dovuto effettuare per ricevere l’omologazione, gli stessi a cui vengono sottoposti modelli assai meno costosi e fabbricati in migliaia di esemplari. La sportiva è andata a sbattere frontalmente e di lato contro vari ostacoli, è stata tamponata e ha subito lo schiacciamento del tetto. La Regera sembra aver superato i test con grande naturalezza, complice la rigida costruzione in fibra di carbonio.

“MAZZATE” SULLA CARROZZERIA - Nel filmato sono visibili anche alcuni passaggi dei test svolti sulla Koenigsegg Regera, che effettua prove decisamente impegnative per valutare il livello di robustezza delle ruote, degli sportelli e della carrozzeria: si vedono l’auto che oltrepassa in velocità un gradino, due tecnici che chiudono violentemente le portiere e un altro che batte con una mazza sul paraurti e il fondo della scocca, talmente rigidi da non essere minimamente scalfiti. Prove analoghe vengono effettuate da tutti i produttori di auto supersportive, ma è raro che i video siano pubblicati. A maggior ragione quando l’auto è del calibro della Koenigsegg Regera, coupé realizzata in 80 esemplari (venduti a quasi 2 milioni di euro l’uno) dotata di un motore ibrido da 1.500 CV, che promette un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi.

 

 

Un post condiviso da Koenigsegg (@koenigseggautomotive) in data:

 



Leggi l'articolo su alVolante.it