NEWS

L’Alfa Romeo 159 ha le ore contate

19 ottobre 2011

In attesa dell’avvio della produzione della nuova Fiat Panda, a Pomigliano d’Arco sta per chiudersi il capitolo della 159, l’auto firmata da Giugiaro che non ha ripetuto il successo della più fortunata 156.

L’Alfa Romeo 159 ha le ore contate

PROSSIMA ALLA PENSIONE - Dalle linee di montaggio dello stabilimento di Pomigliano d’Arco (Napoli) stanno per uscire le ultime Alfa Romeo 159, in attesa dell’avvio della produzione della nuova Fiat Panda, previsto per il prossimo 3 novembre. È la fine di una lunga storia per l’Alfa Romeo a Pomigliano, iniziata nella fabbrica partenopea nel 1972, quando venne realizzata la prima Alfasud.

Alfa romeo 159 2011 04

NON HA RETTO IL CONFRONTO CON AUDI E BMW - Quella dell’Alfa Romeo 159 è una storia che nasce nel 2005. Realizzata su progetto di Giorgetto Giugiaro (ora passato alla Volkswagen, leggi qui per saperne di più), ha debuttato al Salone di Ginevra del marzo 2005 nella versione berlina, ed è stata affiancata l’anno successivo dalla famigliare Sportwagon (nella foto sopra). Più grande della 156 (466 cm di lunghezza contro 443), con una linea filante e grintosa e con motori più potenti, la 159 avrebbe dovuto bissare il successo del vecchio modello; invece, non è stata premiata dal mercato, pressata dalla concorrenza sempre più agguerrita delle vetture tedesche (soprattutto BMW e Audi) e penalizzata da una scarsa abitabilità e da un bagagliaio piccolo (anche sulla wagon).

SOSPENSIONI SOPRAFFINE - E dire che i contenuti tecnici dell’Alfa Romeo 159 (che, come la 156, è a trazione anteriore) sono di tutto rispetto. Tra i suoi maggiori punti di forza, lo sterzo preciso e le sofisticate sospensioni: quelle anteriori a quadrilatero alto (nella foto sotto, a sinistra) e il retrotreno a bracci multipli, per garantire un’ottima maneggevolezza e un’elevata tenuta di strada, anche nella guida sportiva.

alfa_romeo_motore_sospensione_159.jpg

NEI MOTORI MANCAVA L’ACUTO - Purtroppo, però, all’inizio sotto il cofano non c’erano motori da veri “alfisti”. Al lancio, la gamma comprendeva il 1.8 a benzina con 140 CV, il 1.9 JTS e il 2.2 JTS a iniezione diretta da 160 e 185 CV, il 3.2 JTS a sei cilindri da 260 CV (nella foto sopra, a destra). Motori onesti, tutti di origine General Motors. A gasolio c’erano il 1.9 JTDm da 120 e 150 CV e il 2.4 JTDm da 200 CV. Una gamma che non era all’altezza di quella proposta dai concorrenti (e che non accontentava i più ferventi, e sportivi, sostenitori della casa del Biscione), poco adatta a un’auto tutta nuova che avrebbe dovuto conquistare l’Europa. Anche gli interni non  hanno rubato il cuore degli alfisti: l’abitacolo non è enorme, e pur mostrando una qualità complessiva apprezzabile, con la plancia in plastica morbida e la consolle rivolta verso il guidatore, è penalizzato da alcuni particolari in plastica economica e poco curati, come le bocchette di ventilazione sulla plancia.

Alfa romeo 159 2011 03

DAL 2008 HA IL SISTEMA ELETTRONICO Q2 - Nel 2008 c’è stato un leggero aggiornamento della linea dell’Alfa Romeo 159, con nuovi cerchi in lega e inediti rivestimenti per gli interni. La novità più importante, però, riguarda il telaio, che dimagrisce di 45 chilogrammi, per migliorare la dinamica dell’auto e abbassare i consumi. Arriva anche il dispositivo Electronic Q2, che simula elettronicamente un differenziale autobloccante, con la conseguente riduzione del sottosterzo in curva. Il restyling ha riguardato anche la versione Sportwagon.

alfa_romeo_159_tbi.jpg  SOLO NEL 2009 UN MOTORE DA ALFA - Nel 2009, in occasione del Salone di Ginevra, arriva il nuovo motore 1750 TBI da 200 CV: è un turbo a iniezione diretta di benzina con doppio variatore di fase e sostituisce i 1.9 e 2.2 JTS (superati sul piano dei consumi e delle prestazioni). È moderno, brillante e nel nome richiama il mitico 1750 che ha equipaggiato intere generazioni di Alfa Romeo nel glorioso passato del marchio. Nel 2009, tra i diesel viene introdotto il 2.0 JTDm da 170 CV che va ad affiancare quello da 150. Oggi nel listino dell’Alfa Romeo 159 berlina c’è posto solo per il 2.0 16V JTDm da 136 CV, mentre la Sportwagon è proposta anche col 2.0 a gasolio da 170 CV. Nella seconda metà del 2013 il vuoto lasciato dalla 159 verrà colmato dalla Giulia, che potrebbe addirittura essere prodotta in America (leggi qui per saperne di più).

> I prezzi aggiornati della 159

Alfa Romeo 159
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
48
26
8
9
8
VOTO MEDIO
4,0
3.9798
99


Aggiungi un commento
Ritratto di ska23
20 ottobre 2011 - 11:31
secondo me è un delle migliori alfa romeo prodotte ultimamente, sia come linea che come componentistica. poi quel muso è stupendo, peccato che l'abbiano stravolto per la MiTo e per la giulietta (anche se quest'ultima non mi dispiace troppo). unica cosa che mi lascia perplesso è il troppo tempo che passerà tra la 159 e la prossima berlina (che poi sarà la giulia fatta in america???)
Ritratto di IloveDR
19 ottobre 2011 - 17:16
4
ancora, quindi ora il Gruppo Fiat non ha una media 3 volumi in listino? Booh.
Ritratto di nikooc
19 ottobre 2011 - 17:16
3
è una gran macchina, anche se aveva maggiori potenzilità... il flop sta nel fatto che è piaciuta "solo" agli alfisti, per vendere tanto bisogna rinunciare a qualche contenuto tecnico più "sofisticato" (vedi Giulietta) RIP 159, sei stupenda :-)
Ritratto di Etneo
19 ottobre 2011 - 17:18
Secondo me è l'Alfa con il frontale + bello, non capisco perché non devono più produrla. o.O
Ritratto di Robx58
19 ottobre 2011 - 17:42
12
Il problema delle auto italiane sono i motori, la minima varietà di scelta da parte dell'acquirente. La 159 oltre ad avere un interno vetusto, non accontentava la clientela che avrebbe voluto di più. La stessa cosa accadrà oggi, il TCT dovrebbe essere un optional, e no montarlo solo su 2 motorizzazioni, c'è poca scelta, già hanno pochi motori, poi una condizione inaccettabile. BMW, il Steptronic, lo considera un optional, anche Mercedes, uguale Audi, ogni auto da Loro fabbricata, con qualsiasi motore può montare un cambio automatico, e poi sti motori!!!!!! che ca@@o ci vuole a fornirne 8 - 10 alla Mito, alla Giulietta, la Bmw serie 3 di motori (potenze) ne ha ben 13 , la GIULIETTA? farà la stessa fine della 159 se non correranno ai ripari. L 'ALFA ROMEO è famosa per il passato di marchio sportivo, e dov'è lo sportivo? il 1750 cc. da 235 cv.? Audi monta motori da 350 - 450 cv. Bmw monta motori da 420 - 555 cv. Mercedes ha motori da 457 - 630 cv. e noi !? con che cosa credono di fare concorrenza? Quanto ci vuole a montare un motore di origine Maserati, riveduto e corretto, con 400 cv , la Brera, che ritengo una bellissima auto, non ha avuto successo per due motivi, il primo perchè non aveva gli interni appropriati ad un coupè e uguali alla 159, il secondo motivo perchè aveva pochi motori e di concezione vecchia. Ora il posto della 159 rimarrà vagante per quasi due anni, e il Gruppo Fiat perderà ancora clienti, molto bravi, anzi bravissimi.
Ritratto di ale-pescara
20 ottobre 2011 - 12:20
il problema rincipale della brera era il peso che quindi penalizzava consumi e prestazioni i motori nn credo che nn siano stati all'altezza della vettura come sempre in casa fiat si perdono in un bicchier d'acqua speriamo per le future nascenti anche se come dici tu il tempo che trascorrerà farà perdere altri clienti speriamo solo di riconquistare tutti con la futura Giulia che dovrà obbligatoriamente avere trazione posteriore motori all'altezza e interni curati boh staremo a vedere...
Ritratto di Robx58
20 ottobre 2011 - 15:10
12
Oggi ci rimane solo la Mito e la Giulietta, ottime, ma da sole non credo riusciranno ha raggiungere gli obbiettivi di Marchionne !!! speriamo in qualche modello di derivazione , tipo una cabriolet, o una GTA , o una tipo allrood, da entrambe, giusto per limitare i danni. Intanto... campa cavallo ... che l'erba cresce........ saluti.
Ritratto di AyrtonTheMagic
20 ottobre 2011 - 14:26
2
Assolutamente d'accordo.
Ritratto di roberv40
20 ottobre 2011 - 22:32
purtroppo questa e' sempre state sara' sempre la politica della FIAT e' uguale a quella della vecchia DC BISOGNA MODERARE il problema e' sempre quello che la Fiat di motori potenti non ne fa e per la 159 aveva montato quelli della GENERAL MOTORS che erano vecchi tanto valeva montare ancora il glorioso V6 BUSSO almeno era ALFAROMEO AL 100% e non FIAT o GM oltre alla qualita' appena sufficiente degli interni. e' brutto a dirsi ma e' cosi' e questo i veri Alfisti lo sanno e stanno alla larga.
Ritratto di gig
19 ottobre 2011 - 17:44
Peccato, soprattutto per Fiat.
Pagine