NEWS

L’Alfa Romeo Tonale potrebbe tardare

Pubblicato 08 aprile 2021

L'arrivo dell'Alfa Romeo Tonale potrebbe essere rimandato di tre mesi, all’inizio del 2022, a causa di modifiche al powertrain ibrido volute dal ceo Imparato.

L’Alfa Romeo Tonale potrebbe tardare

RITARDO DI TRE MESI - L’Alfa Romeo Tonale (qui sopra in una foto spia risalente al 2019, qui per saperne di più) è un modello fondamentale per il Biscione, che deve cercare di invertire la tendenza in Europa, dove negli ultimi mesi le vendite sono state tutt’altro che brillanti. Lo scorso anno infatti le consegne sono diminuite di un terzo toccando quota 35.503 unità, di cui 17.332 Stelvio e 10.747 erano Giulia. In questo contesto, una suv compatta come la Tonale, rappresenterebbe una vera e propria boccata d’ossigeno per la casa di Arese. Tuttavia, secondo quanto riportato da Autonews, la tanto attesa suv potrebbe uscire in ritardo di circa tre mesi rispetto a quanto precedentemente preventivato, rimandando il suo arrivo al 2022.

RIVEDERE L’IBRIDO - Il ritardo sarebbe da ricercare nella decisione del nuovo ceo dell’Alfa Romeo, Jean-Philippe Imparato, il quale avrebbe chiesto di rivedere la versione ibrida plug-in, aumentandone la potenza. Nello specifico, la Tonale, che sarà costruita a Pomigliano d'Arco, utilizzando la medesima base tecnica della Jeep Compass, potrebbe condividere con quest’ultima anche il powertrain ibrido plug-in che associa un’unità a benzina da 1.3 a un motore elettrico posteriore da 60 CV per complessivi 190 o 240 CV a seconda della versione, garantendo fino a 49 km a “emissioni zero” (la batteria è da 11,4 kWh). Facendo un confronto con un’altra suv di casa Stellantis, ossia la Peugeot 3008, quest’ultima ha un’unità termica da 1.6 litri con 200 CV, combinata a un motore elettrico sull'asse anteriore e uno su quello posteriore per un totale di 301 CV, con 59 km di percorrenza con la sola batteria da 13,2 kWh. Inoltre la 3008, rispetto alla Compass, può contare anche su emissioni di CO2 più basse; rispettivamente tra 29 e 41 g/km, contro i 44 g/km e 47 g/km. 

POI LA “B SUV” - L’ Alfa Romeo Tonale, il cui avvio della produzione era atteso a ottobre del 2021, nel 2023 sarà affiancata da un’altra suv più piccola (che si colloca nel cosiddetto segmento B), che avrà sia una versione a combustione che una elettrica. Sarà costruita in Polonia, a Tychy, insieme a modelli simili a marchio Jeep e Fiat utilizzando l'architettura CMP della PSA. 

TENTATIVI FALLITI - Carlos Tavares, ceo del gruppo Stellantis, ha incaricato Imparato, che ha rilanciato con successo la Peugeot, di fare lo stesso con l’Alfa Romeo e di sviluppare nuovi modelli comuni con DS e Lancia. Il compito di Imparato non sarà affatto facile perché Alfa Romeo negli ultimi anni ha conosciuto diversi tentativi di rilancio poi falliti. L’ultimo quello dell’ex ceo della FCA Sergio Marchionne, che nel 2014 svelò un piano da 5 miliardi di euro per trasformare Alfa Romeo in una brand premium globale in grado di dare il filo da torcere ai rivali di lusso tedeschi come la BMW, fissando il traguardo di otto nuovi modelli, con obiettivi di vendita di 400.000 veicoli, da raggiungere entro il 2018.

Alfa Romeo Tonale
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
140
35
43
38
41
VOTO MEDIO
3,7
3.656565
297




Aggiungi un commento
Ritratto di Check_mate
8 aprile 2021 - 19:07
Beh si, avevo intuito, Flynn!
Ritratto di MauroMecallo
14 aprile 2021 - 15:56
1
Stessa cosa per me, e se mi va bene ,anche prima dell'estate. In più leggo in prima pagina,che come ho scritto sopra che i problemi sono altri e gennaio 2022 non e data sicura. Mauro.
Ritratto di -katayama-
8 aprile 2021 - 13:17
@MauroMecallo Ma perché accanirsi su un marchio? Ma che cosa significa "alfista" poi? Dai, è roba d'un secolo fa almeno. Siamo contemporanei... Mica puoi aspettare che un marchio faccia l'auto che vuoi. Ti fai la classica short list, te le vai a provare (per bene) e quindi scegli, indipendetemente dal marchio. Ti dà forse soddisfazione avere il badge Alfa sul volante o lo scudone sul frontale? Non penso proprio, sarebbe naif. E anche perché comunque questa di Alfa non avrà praticamente niente.
Ritratto di IloveDR
8 aprile 2021 - 12:52
4
era logico aspettarselo questo rimando, fare uscire una nuova auto sul vecchio pianale della Punto 2005, quando nel Gruppo Stallantis ora è disponibile il ben più moderno Emp2 della nuova 308...quindi i tre mesi si allungheranno a un anno di rimando (se veramente hanno deciso di far sopravvivere Alfa Romeo, secondo me il Marchio ex milanese è ormai morto)
Ritratto di desmo3
8 aprile 2021 - 14:01
6
dubito si tratterà di un radicale cambio di pianale... equivarrebbe a riprogettare tutto quasi da zero
Ritratto di Alfiere
8 aprile 2021 - 12:58
1
Non uscirà mai una Tonale inferiore alla 3008, a questo punto credo i ritardi aumenteranno.
Ritratto di -katayama-
8 aprile 2021 - 13:22
@Alfiere L'unica, come fatto con la pessima Nuova Panda, già buttata al macero, è buttare al macero quello che hanno fatto finora e ricarrozzare la 3008. Anche con la mirabolante 500e, che è ormai diventata una barzelletta, sono già in CIG... È una provocazione, ma nemmeno tanto.
Ritratto di -katayama-
9 aprile 2021 - 22:02
---> Nuova Panda = aborto 120 (costato milioni, buttati), ca va sans dire. La nuova Panda (quella vera, quella seria, anche detta Grande Panda e che resterà in prod. in // all'attuale) l'abbiamo abbozzata io e un mio caro amico partendo dalla C3 Cross e dalla Forester mk1, qualche mese fa. L'avevo anche scritto. Spettacolo, sarà un successo come l'attuale, anzi di più. Sarà l'auto che invaderà le strade italiane e non solo, sarà come la Vespa nei '50. La faranno a Tychy su base CMP e sarà una seg. B, ma maledettamente maneggevole, funzionale e compatta.
Ritratto di Mbutu
8 aprile 2021 - 13:28
Quando si dice il caso. L'altro giorno uno dei fanboy fiat mi diceva che FCA certo non aveva bisogno del permesso di nessuno per uscire con i suoi modelli... Ed invece guarda un po': il progetto non piace ed i francesi lo bloccano per farlo come dicono loro. Fra l'altro data che potrebbe slittare ancora se decidessero che la base Compass non va bene (anche perché vuol dire niente elettrico e plug-in con batterie "a vista"). Ed il b SUV verrà creato su piattaforma PSA, il che vuol dire che, nonostante i vari piani industriali sbandierati ai 4 venti negli anni, o in FCA non avevano ancora un progetto a buon punto o faceva talmente schifo da rendere preferibile rivederlo dal principio.
Ritratto di -katayama-
8 aprile 2021 - 13:48
@Mbutu La Brennero è certo che sarà su piattaforma PSA, come tutte le Lancia, e fanno bene. Gli italiani e la progettazione di auto? Con le dovute eccezioni, è una storia finita. I nostalgici? Devono solo capire, o guarire.
Pagine