NEWS

L’auto della Apple potrebbe essere costruita dalla Hyundai

Pubblicato 08 gennaio 2021

Secondo alcune indiscrezioni la Apple avrebbe avviato contatti con la Hyundai per costruire la sua auto elettrica nel 2027.

L’auto della Apple potrebbe essere costruita dalla Hyundai

LA BATTERIA “MIRACOLOSA” - Nonostante diverse perplessità, la Apple sembra aver ripreso seriamente in considerazione di costruire una sua auto elettrica, progetto bruscamente interrotto nel 2019. Il motivo di questo cambio di strategia dell’azienda della mela morsicata sarebbe da addurre a una innovativa tecnologia della batteria, frutto di diversi anni di sviluppo e in grado di fare la differenza rispetto all’attuale concorrenza. Secondo quanto trapelato, l’accumulatore sviluppato dalla Apple, anziché essere composto da tante piccole celle, sarebbe composto da un unico grande modulo in grado, a parità di peso, di accumulare più energia.

COSTRUITA DA ALTRI - Una rivoluzionaria batteria, pur rappresentando un indubbio vantaggio competitivo, non è sufficiente per giustificare la costruzione di una vettura elettrica da parte di un’azienda proveniente da un settore completamente differente. La Apple, quindi, memore del precedente Project Titan, quando aveva “toccato con mano” l’articolata filiera del mondo dell’auto e gli ingenti costi, per costruire la sua Apple car avrebbe deciso di rivolgersi a un’azienda terza.

FORSE NEL 2027 - Secondo quando riportato dalla CNBC, la Apple avrebbe iniziato a parlare del progetto dell’auto elettrica con diversi costruttori, tra cui il Gruppo Hyundai. La notizia è stata confermata da un portavoce della stessa compagnia coreana, il quale però ha precisato che essendo un colloquio allo stato preliminare non è stato deciso ancora nulla. Stando a quanto trapelato, la proposta avanzata dall’azienda di Cupertino, prevedeva sia la costruzione dell’auto che lo sviluppo della batteria, indicando il 2027 come anno di possibile lancio.

PERPLESSITÀ - Il rincorrersi delle voci su un’eventuale auto elettrica della Apple porta nuovamente a galla le perplessità di alcuni analisti di Wall Street, secondo i quali realizzare una vettura con il marchio della mela morsicata significherebbe per Cupertino pesanti investimenti e bassi margini. Una strategia in netto contrasto con quella attuale, che invece vede ampie marginalità a fronte di investimenti molto inferiori rispetto a quelli richiesti per costruire un’auto.
 





Aggiungi un commento
Ritratto di zioesse
9 gennaio 2021 - 10:10
Ci appicicchi una mela e la vendi a di più che ci sarà la fila per comprarla al lancio. buona idea
Ritratto di Francesco Pinzi
9 gennaio 2021 - 10:16
1
Difatti questo fa capire che ad oggi i marchi delle auto valgono meno dei marchi di elettronica, se ci mettiamo che diventeranno elettriche anch'esse. Parrà ovvio che via via vedremo introdursi queste aziende, anche perché in realtà non faranno auto ma brand, l'unica cosa che servirà per vendere, visto che alla fine saranno tutte uguali e standardizzate. Cambierà la scocca e la durata della batteria.. che mondo sarà..
Ritratto di Giuliopedrali
9 gennaio 2021 - 10:21
Interessante, molto interessante anche la auto della Sony che se uscisse sarà più di qualità di questa, ma perchè Apple non ha scelta la portentosa tecnologia FCA...
Ritratto di Boys
9 gennaio 2021 - 14:53
1
Anzichè fare del sarcasmo su FCA polemizzerei sui eventuali prezzi delle eventuali auto Apple a prescindere da chi le produca visto i prezzi più che raddoppiati degli Iphone come qualità/prezzo.
Ritratto di Giuliopedrali
9 gennaio 2021 - 17:41
Boys : mi ha dato l'occasione di insistere ancora di più col sarcasmo, cioè FCA come Fiat esiste dal 1899 e vende solo con sconti pazzeschi auto quasi low cost e ha brand antichissimi e prestigiosissimi che non vendono una cippa nel settore premium... Apple facile che appena parte venda come i gelati d'estate come fa Tesla, Nio o Xpeng pur con prezzi appunto da Apple o Xiaomi, così al primo colpo: due domande dovremmo farcele...
Ritratto di Boys
9 gennaio 2021 - 18:54
1
Con Fca tutti noi italiani abbiamo sempre e giustamente molte cose da ridire in negativo...possedevo una Uno e una Lancia Prisma già questo basta ed avanza, Non condivido chi fa la fila o la facevano i "pecoroni" senza offesa per costoro che acquistavano l Iphone ...mi piace invece Xiaomi che ora produce smartphone di tutto rispetto ed è in crescita al contrario di Apple che vive su allori di altri tempi e con smartphone, tablet e pc sovrapprezzati a più non posso quando altri fanno ben di meglio.
Ritratto di Giuliopedrali
9 gennaio 2021 - 19:31
Io quello che cerco di spiegare da due anni ormai e si è rivelato vero è che auto costruite da costruttori mai sentiti prima (Tesla in primis, e poi Nio, Xpeng e poi Apple, Baidu, Sony etc) vendono e parecchio e nel settore alto del mercato, mentre i cosiddetti generalisti non riescono a vendere più niente sopra i 20 / 25.000 euro, ricordate le Fiat 2300 S o le Ford Granada o le Opel Admiral, forse no, insomma qualche domanda dobbiamo farcela, tra Apple o Nio (oggi è stata presentata la super berlina Et7) e la Maserati verranno più considerate le prime: sta cambiando qualcosetta.
Ritratto di Oxygenerator
11 gennaio 2021 - 19:48
@ Giuliopedrali Concordo con lei
Ritratto di Oxygenerator
11 gennaio 2021 - 19:53
@ Boys Intanto quando anche gli altri brand danno le possibilità che dà l’iphone, cominciano anche loro a costare parecchio. Comprare apple, mi sembra sia lecito. Ha ragione il sig Pedrali, a mio avviso, quando afferma che qualcosa sta cambiando. Io personalmente, credo che sia già cambiato. I prodotti hanno perso determinate caratteristiche storiche, per acquisirne delle altre, in maniera evidente.
Ritratto di Boys
11 gennaio 2021 - 20:31
1
Oxigenerator, ognuno con i propri denari può comprare ciò che vuole, se un produttore informatico vuole produrre auto tramite chi le produce può farlo, io non comprerò mai auto prodotte da una marca e ricarite a dismisura semplicemente perché ha il marchio di una mela morsicata, deduco che anche questo sia lecito...
Pagine