NEWS

XRAY Concept: uno sguardo al futuro della Lada

30 agosto 2012

Questo prototipo introduce alcuni elementi di stile che troveremo sui nuovi modelli della Lada, il marchio russo entrato nell'orbita del gruppo Renault-Nissan.

XRAY Concept: uno sguardo al futuro della Lada

NUOVO STILE - Quelle che vi mostriamo sono le prime foto ufficiali della Lada XRAY Concept, un prototipo di crossover che il costruttore russo ha presentato al Salone di Mosca, in svolgimento in questi giorni (nelle foto). Si tratta del primo lavoro di Steve Mattin, dall'autunno del 2011 responsabile dello stile, “papà” di diverse Mercedes (precedenti generazioni di Classe M, Classe S, SLK e SL) e Volvo (S60 e XC60). Stando alle prime indiscrezioni, la Lada XRAY Concept non prefigurerebbe nessun nuovo modello in particolare, ma sarebbe un semplice esercizio di stile per introdurre alcuni elementi stilistici che vedremo sulle future Lada: su tutti la mascherina raccordata ai fari sottili.

{C}

Lada xray concept 04

TERZO GRUPPO MONDIALE - Primo costruttore per numero di vendite, con una quota di mercato in Russia del 40%, la Lada è uno dei marchi sul quale il gruppo Renault-Nissan intende investire pesantemente nei prossimi anni. Ricordiamo che nella primavera di quest'anno i francesi hanno firmato un memorandum d'intesa con la AutoVaz, proprietaria della Lada, per la creazione di una joint-venture. Operativa dal 2014, permetterà alla Renault di produrre alcuni modelli nella fabbrica di Togliatti, e alla Lada di accedere alla alle tecnologie del gruppo Renault-Nissan. Stando alle stime, la AvtoVaz permetterebbe al gruppo Renault-Nissan di vendere circa 7,23 milioni di auto all’anno, posizionandosi al terzo posto della classifica mondiale dei costruttori, dietro Toyota e General Motors, ma davanti a Volkswagen.



Aggiungi un commento
Ritratto di King Eko
3 settembre 2012 - 18:52
Questa sembra (forse lo è!) un'anticipazione della nuova Dacia Duster... non male!
Ritratto di caronte
29 settembre 2012 - 12:06
che non la producano perchè è orribile.
Pagine