Lamborghini Aventador da primato al Nürburgring

La versione SVJ, pilotata da Marco Mapelli, ha compiuto il giro del Nordschleife in 6’44”97, battendo il record della Porsche 911 GT2.

UN MODO DI PRESENTARSI - Un prototipo di Lamborghini Aventador SVJ, addirittura con carrozzeria ancora camuffata, ha stabilito il nuovo record per vetture GT stradali sulla pista Nordschleife del Nürburgring (guarda il video più in basso). Il tempo impiegato per una tornata sui terribili 20,6 chilometri del tracciato è stato di 6’44”97, vale a dire quasi tre secondi meno di quanto impiegato dalla Porsche 911 GT2 RS che girò in 6’47”30 (qui la news). La prestazione è stata ufficializzata dallo staff della società Remak, specializzata appunto in questo tipo di certificazioni. La Lamborghini Aventador SVJ è una particolare allestimento della GT della casa di Sant’Agata. Come rivela la sigla con la J (tradizionalmente usata dalla Lamborghini per identificare le vetture con vocazione pistaiola) si tratta di una versione estrema del modello che deve ancora essere presentato ufficialmente, cosa che è programmata per metà agosto in California, durante la famosa settimana di Monterey-Pebble Beach.

POTENTISSIMA E LEGGERISSIMA - La Lamborghini Aventador SVJ è una vettura che abbina una potenza esuberante al peso contenuto, facendo registrare l’impressionante rapporto peso/potenza di 1,98 kg/Cv. Per ottimizzare la tenuta di strada e in generale il comportamento stradale è dotata del sistema di aerodinamica attiva ALA 2.0, un brevetto Lamborghini, con il quale si hanno le migliori caratteristiche di manovrabilità e di deportanza, cioè la pressione dall’alto verso il basso sulla vettura indotta appunto dall’aerodinamica della vettura. Analogamente agli aspetti aerodinamici, sulla la Aventador SVJ sono stati particolarmente curati tutte le componenti che incidono sulle prestazioni. Nel comunicare la notizia del record, la stessa Lamborghini sottolinea come siano stati rivisti un po’ tutti i sistemi dinamici della vettura, proprio per rendere tutto adeguato alle prestazioni possibili. Prestazioni che già durante i test di sviluppo hanno fatto constatare ai collaudatori della casa di Sant’Agata che erano superiori a quelle della pur non “timida” Lamborghini Huracan Performante. 

GLI INTERVENTI PRINCIPALI - Gli interventi compiuti hanno riguardato la trazione integrale, il sistema di sterzatura delle ruote posteriori e il sistema ESC. Inoltre, lo sterzo è stato è stato rivisto, rendendolo più rigido rispetto a quello della Aventador LP 750-4 SV. Appositamente sviluppati sono poi gli pneumatici Pirelli OP Zero Corsa. Per il tentativo di record sulla Nordschleife la Lamborghini Aventador SVJ era “calzata” con Pirelli P Zero Trofeo R, che saranno proposti come optional.  Il record della Aventador SVJ si colloca nel solco di diverse performance del genere compiute da vetture Lamborghini. Nel 2015 la Lamborghini Aventador LP 750-4 SV fece segnare un tempo sotto ai sette minuti, mentre nel 2016 la Huracán Performante aveva stabilito il primato del giro con il tempo di 6’52”01, primato mantenuto fino a settembre 2017, quando fu battuto dalla Porsche 911 GT2 RS. 



Leggi l'articolo su alVolante.it