NEWS

Lamborghini Miura: restaurata l'unica SVR

22 giugno 2018

Acquistata nel 1976 dal collezionista giapponese Hiromitsu Ito, la Lamborghini Miura SVR è la versione da corsa della già rara Miura Jota.

Lamborghini Miura: restaurata l'unica SVR

LA "MAMMA" DELLE SUPERCAR - Costruita in 763 esemplari fra il 1966 e il 1972, la Lamborghini Miura è l’auto simbolo della casa di Sant’Agata. Sono in molti infatti a considerarla la "madre" di tutte le moderne supercar, complice l'abitacolo a due posti secchi e il motore V12 in posizione centrale, soluzioni tecniche riprese negli anni da tutte le supersportive. Nel passato di questo modello c'è un esemplare che "brilla" più degli altri, a maggior ragione dopo il profondo restauro a cui è stata sottoposta di recente: è l'unica Miura SVR mai realizzata. Questo esemplare è di proprietà di Hiromitsu Ito che ha commissionato alla Lamborghini un restauro che è durato 19 mesi. La Miura SVR di queste immagini è stata fotografata in tutto il suo splendore sulla pista giapponese di Nakayama.

RESTAURO NON SEMPLICE - Il restauro è stato messo a punto dalla Lamborghini Polo Storico, il reparto che si occupa di rimettere a "nuovo" i vecchi modelli. Il suo responsabile, Paolo Gabrielli, ha spiegato che i tecnici hanno dovuto lavorare diversamente dal solito, perché la Lamborghini Miura SVR è un esemplare che poco spartisce con le altre Miura: è la versione da corsa della Lamborghini Jota, nota anche come Miura Jota, un'elaborazione in chiave sportiva realizzata dal collaudatore Bob Wallace più leggera e potente della vettura di partenza. Per di più la SVR è arrivata smontata e rimaneggiata in diversi punti. I tecnici hanno dovuto basarsi sulla lista delle trasformazioni effettuate nel 1974 ed esaudire alcune richieste di Ito, che intende guidare la Lamborghini Miura SVR in pista e ha voluto dotarla di cinture con 4 punti di fissaggio, sedili più profilati e la gabbia di sicurezza smontabile.

VALUTAZIONI MILIONARIE - La Lamborghini Miura è stata disegnata da Marcello Gandini ("padre" anche delle Lamborghini Countach e Lancia Stratos) per conto della Bertone e ha dimensioni molto contenute per gli standard odierni, visto che misura 436 cm in lunghezza e 176 cm in larghezza. Il motore è un V12 di 3.9 litri da 350 CV montato in posizione centrale-trasversale. La prima evoluzione della Miura si chiama Lamborghini Miura S, risale al 1968 e ha il motore potenziato di 20 CV, oltre a un equipaggiamento più ricco (ci sono gli alzavetro elettrici), mentre nel 1971 arriva la Miura SV da 385 CV con migliorie per la guida al limite: il cambio ad esempio ha un sistema di lubrificazione separato da quello del motore. La versione più cattiva è la Miura Jota, costruita dalla Lamborghini in pochi esemplari su ispirazione del prototipo messo a punto da Bob Wallace, che erogava circa 420 CV e aveva soluzioni tecniche più estreme. Della Lamborghini Miura sono stati realizzati anche pochi esemplari privi del tetto. L'esclusività e il prestigio della V12 hanno fatto si che i prezzi lievitassero verso l'altro negli ultimi tempi, tanto è vero che nel 2015 un esemplare è stato battuto all'asta nel corso di un evento a Monterey (California) per 2,47 milioni di dollari.



Aggiungi un commento
Ritratto di Ercole1994
22 giugno 2018 - 17:26
CAPOLAVORO INDISCUSSO! Lo scrivo in maiuscolo, perché è una supercar davvero senza tempo, secondo me, anche più bella della 250 GTO.
Ritratto di Giuliopedrali
22 giugno 2018 - 18:03
Stratosferica!! Ed è ancora poco, aggressività creata più togliendo che aggiungendo... Come nella vera tradizione italiana. La plancia è stata ripresa dalla prima serie dell'Alfa 33, che avevo, si abbassava tutto il cruscotto insieme al volante, in effetti ti sembrava quasi di essere calato nel cockpit di un aereo.
Ritratto di Ercole1994
22 giugno 2018 - 18:10
Si, è una Lamborghini davvero da batticuore! Le attuali, per quanto notevolissime da ogni punto di vista, non avranno mai il fascino di una Miura o, una Countach.
Ritratto di Rikolas
25 giugno 2018 - 12:38
Le attuali non sono nemmeno l'ombra di quello che era Lamborghini 40 ann ifa, se penso alla Urus mi viene solo da piangere!! Oggi siamo solo capaci ad esaltarci per questi "furgoni" che di sportivo non hanno più nulla, per non parlare delle supercar elettriche, ORRORE! Poi chiediamoci perchè ai giovani non interessano più le auto, chissà perchè...
Ritratto di supermax63
26 giugno 2018 - 02:06
xGiuliopedrali:Lamborghini Miiura con la plancia dell'Alfa 33? Penso che sia cronolgicamente parlando IMPOSSIBILE.La Miura nasce nel 1966, Alfa Romeo 33 nasce nel 1983
Ritratto di Giuliopedrali
26 giugno 2018 - 19:29
Si l'inverso dicevo, forse mi sono espresso male. La plancia della 33 1982 era chiaramente ispirata a quella della Miura.
Ritratto di supermax63
27 giugno 2018 - 03:20
L'Alfa 33 è stata prodotta a partire dal 1983. Se poi la plancia si ispirava alla Lamborgini Miura penso che fosse sicuramente un pregio.
Ritratto di supermax63
26 giugno 2018 - 02:11
xErcole1984:In effetti a titolo personale la più bella macchina di sempre. Tuttavia altre meravigliose creature sono sempre a mio parere Mercedes 300 SL (Gull Wing), Jaguar E Type, Jaguar XJS,Ferrari 250 GTO, Ferrari Daytona,Citroën Traction Avant, Citroën DS,Porsche 911,Lamborghini Espada,Lamborghini Countach
Ritratto di Bruno91
22 giugno 2018 - 21:56
1
Certe volte sembra che i giapponesi apprezzino le auto italiane più degli italiani. Comunque questo gioiello dovrebbe stare tranquillo in un museo ed uscire per qualche sfilatina di auto d'epoca e/o supercar.
Ritratto di Sevisca
25 giugno 2018 - 15:08
Non è un caso che, proprio in Giappone, esista ancora un esemplare di Ducati 750 SS Desmo carter tondo. Così come è curioso il fatto che sia Lamborghini che Ducati qualche anno fa, dopo molte vicissitudini e passaggi societari, siano entrati nell'orbita VW, tramite Audi, ed oggi siano ai livelli cui sono arrivate! Dobbiamo dire grazie VW - Audi? Valutate voi!
Pagine