Lamborghini: buon momento in attesa del boom

La casa del Toro ha venduto l’11% di auto in più nella prima metà del 2018 e aspetta che entrino a regime le consegne della suv Urus.

CRESCE LA HURACAN - Stefano Domenicali può dirsi soddisfatto dei risultati di vendita della Lamborghini, il costruttore di cui è alla guida, visto che le immatricolazioni sono aumentate molto nella prima parte dell’anno e cresceranno ulteriormente per fine 2018, complice l’arrivo sul mercato della suv Urus (in consegna da questo mese). La casa bolognese ha venduto 2.237 auto nel periodo gennaio-giugno 2018 e guadagnato l’11% rispetto ai primi 6 mesi dell’anno scorso, “trascinata” dai buoni risultati della Huracán: al 30 giugno le vendite della Huracán Coupé, Spyder e da gara hanno raggiunto le 1.604 unità, 204 in più rispetto al 2017. A 4 anni dal lancio pochi mesi fa è stato consegnato ad un cliente italiano l’esemplare numero 11.000, di colore blu Nethuns. La Huracán numero 9.000 è stata consegnata a ottobre 2017.

AVENTADOR STABILE - Fra il 30 giugno 2017 e il 30 giugno 2018 non sono cambiate invece le vendite della Lamborghini Aventador, pari a 673 unità, mentre il “conto” totale dall’arrivo sul mercato è di 8.000 esemplari in 7 anni. Ha fatto cifra tonda una Aventador S Roadster di colore grigio Telesto acquistata da un cliente giapponese. Le Huracán e Aventador sono due sportive senza compromessi, entrambe con il motore dietro l’abitacolo (a due posti secchi) per migliorare la ripartizione dei pesi e quindi il comportamento su strada. La Huracán però ha un V10 5.2, più o meno potente a seconda della versione: ha 580 CV su quella a trazione posteriore, 610 CV sulla 4x4 e 640 CV sulla Performante. La Aventador invece adotta un V12 6.5, che in occasione dell’aggiornamento lanciato nel 2016 (ora si chiama Aventador S) ha guadagnato 40 CV e raggiunto i 740.

BOOM IN EUROPA - Il paese nel mondo in cui le Lamborghini sono più apprezzate rimangono gli Stati Uniti, davanti al Giappone e Regno Unito, anche se l’aumento più significativo a livello di vendite è stato registrato in Europa (di oltre il 30%). Le 2.327 Lamborghini vendute al 30 giugno 2018 equivalgono a quelle vendute in tutto il 2013, stando al costruttore, che si aspetta di migliorare questi risultati non appena le consegne della suv Lamborghini Urus entreranno a regime: l’obiettivo dichiarato dall’azienda infatti è raggiungere a fine 2019 quota 7.000 esemplari l’anno. La Urus del resto ha il DNA tipico della Lamborghini, grazie allo stile aggressivo e al potente motore V8 turbo da 650 CV, ma aggiunge cinque posti e un bagagliaio ampio a sufficienza per una vacanza: con i sedili in uso contiene ben 616 litri.



Leggi l'articolo su alVolante.it